Tre modi di fare il nodo alla cravatta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La cravatta rappresenta per la moda maschile un segno distintivo di stile ed eleganza. In qualsiasi tessuto o fantasia sia realizzata, è molto importante saper fare un nodo perfetto. In questa guida pratica vi spiego i modi per fare tre tipi diversi di nodo alla cravatta, ovvero il Mezzo Scappino, il Four in Hand e infine il classico nodo Windsor. All'inizio occorrerà un pochino di pratica, ma una volta presa la mano non avrete più problemi e diventerà semplicissimo.

26

Primo nodo

Il primo nodo di cravatta che ti illustro è il Mezzo Scappino, conosciuto anche come Nodo Mezzo Windsor. Esso è adatto a cravatte dai tessuti sottili e a camicie classiche. Ecco come procedere: chiudi l'ultimo bottone della camicia e solleva il colletto, quindi fai scivolare la cravatta dietro al collo. Incrocia la parte più larga su quella stretta e falla fuoriuscire dall'anello appena formato. Ora devi passare la pala larga tenendola in posizione orizzontale prima dietro e poi davanti a quella larga. A questo punto, tenendo fermo l'incrocio, fai scivolare la pala larga all'interno di esso, quindi aggiusta il nodo nella misura giusta del collo fino a coprire l'ultimo bottone della camicia.

36

Secondo nodo

Ecco il secondo tipo di nodo, che è anche quello più semplice da realizzare. Si tratta del Four in Hand. Questo nodo è molto versatile e sfruttabile in qualsiasi occasione. Per farlo, dopo aver sollevato il collo della camicia, chiudi l'ultimo bottone e metti la cravatta al collo. Comincia ad incrociare la pala larga su quella sottile, facendola scivolare sotto essa. Successivamente, fai passare la pala tenendola verso l'alto e andando a posizionarla sotto il nodo appena formato. Tieni ben strette le due parti e tira poi delicatamente la pala larga verso il basso per regolare e stringere l'anello, aggiustandolo fino a farlo risalire all'ultimo bottone della camicia.

Continua la lettura
46

Terzo nodo

Per concludere l'ultimo nodo che ti propongo è il classico Windsor, che va utilizzato nelle occasioni più formali e con completi piuttosto eleganti. Fai scivolare la cravatta intorno al collo, tenendo le due pale con le estremità posizionate in modo asimmetrico: la pala più larga deve essere più lunga della piccola. Incrocia poi la parte larga su quella stretta e tieni ben fermo il punto, formando un anello dentro il quale farai risalire la pala larga. Passa infine la pala che hai appena inserito nell'anello sotto la cravatta, tenendola in posizione verticale e aggiusta come di consueto l'allacciatura.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come fare un nodo doppio Windsor alla cravatta

La cravatta è un simbolo di eleganza maschile che è presente da sempre. In ogni smoking, nel frack, ed in ogni abito con il quale l'uomo vuole essere elegante, è impossibile non adattare una cravatta. Questo accessorio è simbolo di sensualità e virilità....
Accessori

Come dipingere una cravatta

Attraverso questa guida che ci accingiamo a proporvi, come avrete compreso leggendovi il titolo che la rappresenta, andremo a spiegarvi Come dipingere una cravatta. È un'opzione particolare, ma che potrebbe risultare utile a qualcuno.La cravatta è uno...
Accessori

Come realizzare una parure collana e bracciale con una vecchia cravatta

L'arte del riciclo creativo condensa la possibilità di recuperare oggetti in disuso per restituirgli una nuova vita; essa può essere applicare anche all'abbigliamento trasformando, ad esempio, un accessorio tipicamente maschile come una cravatta in...
Accessori

Come fare il nodo su scarpa da tennis

È un gesto abituale ripetuto da moltissime persone ogni giorno e diventato quasi istintivo al momento di indossare le scarpe con i lacci, da tennis e non, ma quando si è piccoli è difficile da apprendere e ci vuole molta pazienza e costanza da parte...
Accessori

Come realizzare un girocollo con nodo in Swarovski

Prezioso ed elegante questo girocollo con catena ad anelli in alluminio diamantato, impreziosito da un nodo centrale realizzato con bicono Swarovski. Per la creazione di questo gioiello abbiamo utilizzato la tecnica chainmaille, non è difficilissimo...
Accessori

Idee per delle collane a tre fili

Le collane colorate possono valorizzare in modo molto elegante un abito un po' scollato oppure dal modello molto semplice e sobrio. Una bella collana luminosa, infatti, può trasformare un outfit casual in un look particolarmente sofisticato, specialmente...
Accessori

Le migliori perline per collane a tre fili

Di questi tempi la bigiotteria artigianale è sempre molto apprezzata dalle ragazze e dalle bambine che ne rimangono affascinate. Oltre ad essere un ottimo passatempo, intendiamo la creazione di collane e bracciali con perline, è anche un ottimo modo...
Accessori

5 modi per indossare una stola elegante

All'interno di questa guida ci soffermeremo ad elencare 5 modi semplici e moderni per indossare una stola elegante. Una stola infatti è un accessorio utile e che si presta ad essere abbinata in diversi stili e diversi outfit. Proseguite pure nella lettura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.