Le principali tecniche del furoshiki

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Con l'avvicinarsi del Natale, ricomincia inevitabilmente la corsa ai regali. C'è chi si organizza con largo anticipo, per non restare a secco di offerte. C'è chi, invece, attende gli ultimi giorni nella speranza di accaparrarsi il dono giusto. In ogni caso, ad un bel regalo non può mancare il pacchetto decorativo. Generalmente usiamo della carta, piena di decori tipici delle feste. Abbiamo ampia scelta tra i motivi astratti e altre figure classiche del Natale. Ma se vogliamo essere davvero originali possiamo sfruttare le tecniche del furoshiki. Com'è intuibile dal nome, il furoshiki è un'arte giapponese. Permette di creare confezioni e pacchetti con la stoffa. Un ottimo modo per creare pacchi unici e anche riutilizzabili. Scopriamo alcune tra le principali tecniche.

25

Occorrente

  • Foulard o altri tessuti morbidi di forma quadrata
  • Oggetti da impacchettare (ragionevolmente più piccoli dei foulard)
35

Lo yotsu musubi

Nell'arte del furoshiki, si utilizza quasi sempre un tessuto quadrato. Possiamo usare un qualunque foulard per impacchettare gli oggetti. Questi possono essere di qualunque forma, regolari o meno. Alcune tecniche, però, ben si prestano a forme regolari, come i cubi e i parallelepipedi. Un esempio? Libri e scatole sono più semplici da impacchettare, per esempio con la tecnica del yotsu musubi. Consiste nel creare un pacchetto con due nodi. È forse la tecnica più semplice e comune. Posiamo su un piano, davanti a noi, un foulard quadrato, con i vertici verso i vari punti cardinali. Dal nostro punto di vista, dovremo osservare un rombo.

45

Il bin tsutsumi 2

Posiamo al centro una scatola quadrata o rettangolare. Prendiamo due vertici del foulard, quelli a destra e a sinistra. Passiamoli sopra la scatola e facciamo un nodo. Ripetiamo il passaggio con i due vertici a nord e a sud. Avremo così una confezione in stoffa con due fiocchetti in superficie. Con il furoshiki si possono avvolgere forme cilindriche e tubolari. Possiamo decorare, per esempio, delle bottiglie. Anche due insieme! Questa tecnica si chiama bin tsutsumi 2, proprio perché si pratica con 2 bottiglie. Poggiamo davanti a noi un tessuto quadrato, esattamente come nel primo esempio. Dovremo osservare un rombo.

Continua la lettura
55

L'otsukai tsutsumi

Stendiamo le due bottiglie in orizzontale, al centro, con i colli verso l'esterno. Lasciamo tra entrambe una distanza pari alla somma delle loro larghezze. Avvolgiamo le due bottiglie completamente con il tessuto, facendole rotolare verso l'alto. Poniamo in posizione eretta le due bottiglie così avvolte. Con i lembi esterni, creiamo un fiocco in alto, al di sopra delle bottiglie. Vogliamo impacchettare un libro? Niente di più semplice. Seguiamo più o meno il procedimento del yotsu musubi. Ma stavolta poniamo il libro in posizione decentrata, verso l'alto. Con il lembo superiore, copriamo del tutto l'oggetto. Facciamo passare anche il lembo inferiore sul libro, lasciandolo sporgere oltre. Infine creiamo un fiocco con i due estremi laterali. Questa tecnica, adatta a oggetti piatti come i libri, si chiama otsukai tsutsumi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come verniciare un orologio

Quando in un mercatino dell'antiquariato acquistiamo un orologio antico, sia esso di legno, bronzo o porcellana, lo possiamo rimettere a nuovo per quanto riguarda la struttura esterna. Ci sono infatti delle vernici appropriate da utilizzare, in base al...
Accessori

Come pulire una pietra di quarzo

Il quarzo è il minerale più presente nel sottosuolo terrestre. Si tratta di una pietra che ha una trasparenza simile al vetro, ed è difficile da estrarre rispetto a molti altri minerali. Inoltre, è molto fragile e tende a incrinarsi facilmente,...
Accessori

Come pulire gli orecchini

Gli orecchini sono un accessorio femminile che non può mai mancare poiché hanno il dono di rendere particolare qualsiasi tipo di look e di regalare al viso una luminosità naturale. Come tutti gli altri gioielli necessitano di una pulizia appropriata,...
Accessori

Come realizzare una collana di perle

Le collane di perle sono i classici accessori che non possono mai mancare al collo di una donna, tanto meno in una serata elegante. Belle da sfoggiare su un qualunque vestito o jeans queste alquanto costose, possono anche essere realizzate a mano. In...
Accessori

Come usare uno sfumino

Lo sfumino è un utensile specifico che si usa nel disegno artistico. Ha le dimensioni approssimative di un pastello a cera ed è composto spesso da materiali compressati di carta, pelle o stoffa. Può avere diverse dimensioni, ed è molto usato per fare...
Accessori

Come pulire le scarpe di camoscio

Le scarpe di camoscio sono molto diffuse in tutto il mondo ed, in modo particolare, risultano molto ideali durante la stagione invernale, quella in cui il freddo è pungente e il piede necessita di calore e di comfort per essere del tutto a proprio agio....
Accessori

Come pulire un bracciale in silicone

Negli ultimi anni, i bracciali con il cinturino in silicone hanno riscontrato un notevole successo divenendo un accessorio moda molto apprezzato specialmente dai più giovani. Resistenti, colorati ed impermeabili, questi accessori presentano numerosi...
Accessori

Come realizzare un porta rossetti

Un rossetto risulta essere precisamente un cosmetico utilizzato per dare colore alle labbra. Moltissime donne amano acquistare rossetti vari, quali ad esempio quelli a lunga durata, effetto lucido e opaco, scegliendo colori sempre diversi. Per tenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.