Come usare il regolabarba

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ci sono persone che, a seconda dei propri gusti, sono particolarmente affezionate alla propria barba al punto di portarla molto lunga e quasi incolta, e chi invece, quasi ogni giorno, ama dedicare del tempo alla cura del proprio viso rifinendo la propria barba in modo accurato e preciso.
Spesso al giorno d'oggi può capitare ancora di ricorrere all'uso della lametta per radere la barba, ma un consiglio di moltissimi esperti e dermatologi, è quello di evitare assolutamente l'utilizzo di questo oggetto, in quanto può provocare arrossamenti e dermatiti, talvolta anche di natura fastidiosa e permanente. Per questo, sono stati realizzati vari modelli di regolabarba, in modo da curare al meglio la propria barba in maniera efficente e non lasciarla crescere disordinata ed incolta.
In questa guida vi daremo alcuni consigli su come usare il regolabarba in base al tipo di rasatura che volete effettuare.

26

Occorrente

  • Regolabarba
  • Strumenti per la pulizia
  • Spazzola per barba
  • Lozione dopobarba
36

Conoscere il regolabarba

Innanzitutto, prima di acquistare un regolabarba è sempre importante controllare le caratteristiche tecniche in base al tipo di barba che vogliamo avere. Da questo punto di vista l'aspetto più importante è la misura massima dei pettini e quanti livelli. Quindi se pensiamo ad una barba media lunga è preferibile avere molti livelli con un massimo di rasatura intorno ai 2 cm, se invece voglia tenere una barba corta posso andare bene anche i regolabarba a 3/4 livelli. Dovremo poi valutare la grandezza della lama, una lama più piccola permetterà una miglior precisione se vogliamo rifinire al meglio i dettagli della nostra barba. Importante è avere gli strumenti per la pulizia, la possibilità di lavare il rasoio e di smontarlo per pulire al meglio anche le parti più interne.

46

Barba corta

Nel caso non volessimo rasare completamente, ma preferiamo avere una barba corta e leggera, è importante lavare bene il viso e tenerlo umido durante la rasatura in modo da rendere più morbidi i peli e la pelle sottostante, evitando arrossamenti o graffi che poi saranno visibili. Una volta scelta la lunghezza è importante applicare la stessa pressione durante tutta la rasatura, per evitare buchi oppure zone in cui la barba sia più corta rispetto ad altri, dato che questo si nota molto di più quando la barba è corta. Infine togliendo il pettine del regolabarba possiamo definire con maggior precisione i contorni. Ovviamente si consiglia di utilizzare una lozione dopobarba, come creme o spray, da applicare su tutta la parte del viso dove abbiamo utilizzato il regolabarba.

Continua la lettura
56

Barba "a scalare"

Nel caso volessimo avere una barba più lunga in alcuni punti, per esempio a punta o tonda e folta sotto il mento ma non sia troppo gonfia ai lati, dovremmo rasare con più cura e in più passaggi. Meglio che la barba non sia bagnata perché con l'acqua i peli si gonfierebbero modificando il risultato finale. Inoltre è molto importante avere una spazzola per la barba, in modo da verificare durante la rasatura se stiamo facendo un lavoro corretto. Una volta scelta la lunghezza massima che la barba deve raggiungere, si può procedere alla rasatura su tutto il viso, poi si diminuisce progressivamente la lunghezza del pettine allontanandosi dalla zona che noi vogliamo evidenziare, in modo da avere un risultato a scalare. Rasare dal basso verso l'alto, avendo cura di pettinare la barba ad ogni passaggio. In questo caso possiamo utilizzare il dopobarba solo nelle parti che abbiamo rifinito utilizzando il rasoio senza pettine.

66

Pizzetto, baffi e barba elaborata

Se vogliamo scatenare la nostra fantasia con rasature particolari ed elaborate, oppure preferiamo avere il pizzetto o i baffi, è importante avere un regolabarba preciso, piccolo e maneggevole. Anzitutto se partiamo da una barba medio-lunga, possiamo iniziare subito dal rasoio senza pettine e tagliare i contorni come ce li immaginiamo, lasciando sempre un po' di barba in più come margine di errore, dopodiché possiamo accorciare con il regolabarba la parte del viso dove vogliamo lasciare la barba, infine ripassare con il rasoio per definire con precisione i bordi. Se invece abbiamo già una barba elaborata e vogliamo mantenerla conviene fare l'opposto, rasare tutto il viso con regolabarba e pettine, e poi definire meglio i bordi con il solo rasoio. Applichiamo infine il dopobarba su tutto il viso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.