Come togliere un anello incastrato nel dito

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Sicuramente è successo anche a voi: provate quell'anello che non mettevate da tanto tempo e.... Vi rimane incastrato al dito! Il dito si gonfia e diventa ancora più difficile liberarvi dell'anello, soprattutto senza farvi del male e senza rovinare l'anello! Niente paura, ecco a voi la procedura giusta da fare: ecco come togliersi un anello incastrato al dito.

27

Occorrente

  • Una bacinella
  • Acqua Fredda
  • Sostanza Lubrificante
37

Cosa ci occorre

Iniziamo lubrificando il dito cercando di arrivare anche sotto l'anello, con prodotti oleosi. Vanno bene la vasellina, balsamo, crema idratante, burro,olio, sapone liquido e se abbiamo delle escoriazioni va bene anche una crema antibiotica prescritta dal medico. In caso di escoriazioni scegliamo il prodotto meno irritante per evitare fastidi. Possiamo anche provare con dell'olio da cucina, non irrita e beh, più unto di questo cosa c'è di più.

47

Lubrifichiamo la zona

È il momento d'iniziare l'operazione. Lubrifichiamo il dito con il prodotto che abbiamo scelto e ruotiamo lentamente l'anello per far si che il prodotto scivoli sotto di esso. Ma non forziamolo? Onde evitare di gonfiare il dito incastrato nell'anello. Proviamo quindi a tirarlo fuori con delicatezza.

Continua la lettura
57

Proviamo con l'acqua

Se con il lubrificante non siamo riusciti a sfilare l'anello, proviamo a immerge il dito in una bacinella con acqua fredda. Il freddo aiuta ad allentare la presa dell'anello. Vi siete mai accorti che quando fa freddo le dita sono più sgonfie e molte volte l'anello scivola via senza accorgersene, mentre il caldo fa gonfiare le nostre dita? Bene proviamo. Mi raccomando l'acqua deve essere fredda non gelata... Se avvertite fastidi fermatevi. Proviamo a girarlo e a tirarlo fuori senza forzare troppo la mano. Dovrebbe venire via senza problemi.

67

Filo interdentale

Se abbiamo fallito anche con l'acqua, proviamo con il filo interdentale. Aiutiamoci con un ago e proviamo ad inserire il capo del filo interdentale sotto l'anello. Poi iniziamo ad avvolgere il filo attorno al dito fino alla nocca. Il filo deve aderire bene con la pelle ma non deve essere troppo stretto e il dito. Non deve diventare blu. Se così fosee allentatelo subito. Dopodiché iniziamo a srotolare il filo partendo dalla base del dito. Mentre facciamo questa operazione l'anello dovrebbe scivolare fino ad uscire dal dito. Se non siamo riusciti nemmeno con questo metodo aspettiamo che il dito si sgonfi da solo. Nel frattempo non bisogna insistere per non peggiorare la situazione. Se invece siamo riusciti a liberare il dito, laviamo e idratiamolo e prima di rimettere l'anello aspetttiamo che il dito si sia sgonfiato.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non esagerate con i metodi fai da te

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come fare braccialetti con le perline usando il telaio

Un gioco prediletto di molte bambine ed un ricordo affezionato di tante mamme, è il telaio per la costruzione di braccialetti fatti di perline. Esso è un fidato compagno ormai da tantissime generazioni. Alle persone che associano il telaio al lavoro...
Capelli

Come Fare Un'Acconciatura Alla Greca

Ecco un'idea semplice ed elegante per una serata estiva o per una cerimonia. Vedremo infatti, in questa guida, come fare una acconciatura alla greca. Si tratta d'un acconciatura davvero molto armonica che è ispirato dalle acconciature della Grecia classica...
Accessori

Come Creare Degli Orecchini Ricamati

I gioielli fatti a mano sono sempre i più belli. Questo perché personalizzarli per renderli perfetti per voi. Ultimamente vanno molto di moda gli orecchini in pizzo macramè, all'uncinetto e con perline. Nel tutorial che segue proviamo a spiegare come...
Cura del Corpo

10 errori da evitare quando si lavano i denti

Lavarsi i denti è una operazione che andrebbe effettuata ogni volta che si mangia e non solo dopo la colazione. In realtà ogni volta che si mangia, il cibo si deposita negli spazi interdentali e sulle cuspidi favorendo la formazione di placca dentale...
Cura del Corpo

Come farsi la barba senza irritare la pelle

Anche l'uomo, come la donna, è sempre più attento al proprio benessere e al proprio aspetto. Mantenere alto il livello di igiene è fondamentale nella vita di ogni giorno. Tenere i capelli in ordine e un aspetto pulito è utile in molti ambiti. La barba...
Cura del Corpo

Consigli di prevenzione del tartaro

Per avere sempre la massima cura della propria igiene orale, non basta semplicemente procedere con la regolare pulizia dei denti per mezzo di dentifricio e spazzolino alla fine di ogni pasto. Bisogna anche ostacolare la formazione del tartaro seguendo...
Prodotti di Bellezza

Le migliori ricette per preparare un scrub fai da te

Non c'è niente che lasci la pelle liscia e morbida come uno scrub: grazie alle sue particelle solide esfolia, elimina le cellule morte, stimola la micro-circolazione e prepara la cute alla depilazione sollevando i peli più corti ed evitando che incarniscano,...
Prodotti di Bellezza

Come fare dentifricio e colluttorio in casa

L'igiene orale è molto importante, soprattutto per evitare fastidi come carie, tartaro o altro. Ci viene insegnato fin da piccoli a lavarci i denti e a prendercene cura ogni volta che si mangia qualcosa, anche perché la bocca è un ricettacolo di microbi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.