Come sostituire la suola di una scarpa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Riparare le proprie scarpe con le proprie mani può conferire un aspetto più "professionale" di quello che si otterrebbe dai risuolifici rapidi. È consigliabile sostituire entrambe le scarpe per fare in modo abbiano la stessa altezza, altrimenti ci potrebbero essere delle problematiche riguardanti la postura e sopratutto il camminamento ed eventuali danni ai piedi. Se volete quindi scoprire come sostituire la suola di una scarpa, non vi resta che continuare a leggere la guida che segue.

26

Occorrente

  • colla
  • pressa
  • pinze
36

Acquistate come prima cosa un kit per cambiare le suole, che includa due suole preformate e un tubetto di colla, per quest'ultima la più consigliata e quindi maggiormente adoperata è la PATTEX. Altra caratteristica basilare di questo tipo di colla è il fatto che se quest'ultima va a finire sulle scarpe dove non dovrebbe, provate a strofinare con un panno inumidito di solvente. Le macchie già asciutte possono essere facilmente rimosse con prodotti chimici adeguati. Mettete le scarpe sulle suole di gomma. Procuratevi una matita, che in genere è un lapis oppure una matita di qualsiasi colore, purché sia molto resistente all'acqua. In seguito disegnate sulla suola il profilo della scarpa, poi ritagliate la suola leggermente all'interno della linea tracciata, usando un paio di forbici o un taglierino.

46

Potete smussare bene il bordo delle suole passandolo con un po' di carta abrasiva, in modo che si adatti perfettamente alle scarpe. Quanto sottile debba essere il bordo dipende dalla tipologia della calzatura. Per le scarpe eleganti con i tacchi alti la suola deve essere praticamente invisibile, ma per i mocassini va bene anche un profilo più spesso. Rimuovete successivamente la vecchia suola di gomma dalle scarpe (usate un paio di pinze se necessario), quindi pulite la superficie e lisciatela strofinandola con un po' di carta abrasiva.

Continua la lettura
56

Se le calzature hanno una suola di cuoio non eliminatela, ma passate la carta abrasiva sulle parti più alte, per parificare l'altezza e creare una superficie su cui la colla possa far presa. Applicate la colla sulla suola di gomma, che poi dovrete incollare alla scarpa. Infilate la mano dentro la calzatura e usate un piccolo martello per picchiettarne con fermezza la suola, insistendo soprattutto sui bordi. Una volta che la colla sarà asciutta, potete utilizzare la carta abrasiva per eliminare le imperfezioni. Ricordate sempre che il tubetto della colla, presenta una durate di conservazione, in luogo fresco, di ben 24 mesi. Non mi resta quindi che augurarvi buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quanto sottile debba essere il bordo dipende dalla tipologia della calzatura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come scegliere le scarpe giuste

Le scarpe sono un accessorio molto importante per la vita di tutti i giorni, in quanto senza di esse non è possibile uscire oppure camminare sul pavimento. In commercio, esistono vari tipi di scarpe che si adattano a qualsiasi ricorrenza occasione. Le...
Moda

Come riconoscere le scarpe di qualità

Quando dobbiamo acquistare un paio di scarpe, è importante guardare attentamente come sono realizzate, e i materiali di cui si compongono. In commercio, ci sono scarpe di diversi tipi di stoffa come tela, pelle e sintetiche. Per riconoscere quindi le...
Moda

Come Realizzare Mocassini Scamosciati

Gli amanti del fai da te sono in grande aumento e, senza dubbio, l'arte e la cultura degli indiani d'America ha sempre affascinato questa categoria di persone. Questo perché i loro oggetti e le loro creazioni in pelle, metallo, osso ed oro, sono molto...
Moda

Come sostituire la molla del pantalone pigiama

Ogni passaggio di stagione porta con sè temperature diverse, e con queste variazioni, cambia anche l'indumento che si usa per andare a dormire. Spesso, i pigiami che già utilizzavamo l'anno precedente, hanno subìto una brutta sorpresa, la molla del...
Moda

5 consigli per essere eleganti senza tacchi

È opinione diffusa che un abbigliamento elegante richieda come calzatura una scarpa alta: i tacchi, con plateau o senza, di quindici o 5 centimetri, sono nell'immaginario comune presenti in ogni situazione che richieda una certa formalità. Da un matrimonio...
Moda

Come abbinare le sabot

Come molte di noi ricorderanno, negli anni 90 c'è stato un boom di creazione e ideazione di moltissimi tipi di scarpe, che oggi stanno tornando di moda; tra questi ricorderete i sabot. Questi sono calzature con un tacco più o meno alto (4-5 cm), solitamente...
Moda

Come non rovinare le scarpe

Le scarpe sono una vera passione, un po' come le borse, i gioielli, i vestiti ed i cappellini (per chi li usa). Eleganti o da ginnastica, décolleté con tacco alto o ballerine vanno conservate bene per garantirne una maggiore durata. In tal senso, manterranno...
Moda

5 consigli per portare i tacchi tutto il giorno

Indossare le scarpe con i tacchi per molte donne è un'impresa molto difficile soprattutto se c'è da indossarli tutta la giornata. Molte donne li amano ma per quanto sia molto belli sono alquanto dolorosi. Molte donne decidono di mettersi le scarpe coi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.