Come scegliere un lavatesta portatile

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Ecco una guida, pratica e veloce, tramite la quale poter essere in grado d'imparare come e cosa fare per scegliere, nel modo corretto e senza sbagliare e rendere la scelta errata e vana, un lavatesta portatile, che sia perfetto per ogni esigenza a cui andremo incontro. Siete abituati a vedere quei comodissimi lavatesta solo dai parrucchieri, sarebbe bello se poteste andarci spesso, ma purtroppo causa impegni lavorativi o familiari non sempre riuscite a prendere appuntamento. La cosa interessante è che esiste in commercio anche il lavatesta portatile.
Lo scopo di questa guida è quella di darvi alcuni consigli per agevolarvi nell’acquisto di quest’ultimo, vediamo insieme come sceglierne uno che faccia al caso vostro. Non resta che augurare a tutti, una buona lettura della guida ed anche una buona realizzazione del tutto!

27

Occorrente

  • doccetta portatile, lavandino, rubinetti e tubi di scarico.
37

Come conoscere i tipi di lavatesta

Per prima cosa, dovete sapere che ci sono tre tipi di lavatesta:
Lavatesta portatile, semi-portatile e vaschetta singola rigida.
I primi due non sono così differenti, mentre la terza è completamente diversa, anche se comunque fa parte della stessa categoria.
Quello portatile è composto da un’asta di ferro regolabile in altezza e dalla vaschetta in moplen, sagomata in modo da garantirvi il massimo del comfort.
Anche Il semi-portatile come base ha un’asta, ma differenza del primo è fornito anche di un serbatoio che arriva a contenere fino a 9 litri d’acqua. Entrambi modelli solitamente sono dotati anche di doccetta estraibile e di miscelatore inoltre hanno la parte superiore “poggiatesta” inclinabile perché si possa adattare meglio ad ogni persona.
Per quanto riguarda la sola vaschetta, si poggia semplicemente sul lavandino. Anche non essendo così comoda come quelli sopracitati, sicuramente è meglio del singolo lavandino.

47

Come conoscere i benefici del lavatesta portatile

E’ importante scegliere quello più consono alle vostre esigenze o di chi ne farà utilizzo ad esempio: Bambini, persone anziane o addirittura disabili.
Una volta considerati questi dettagli, potete decidere quale acquistare.
E’ consigliabile che lo posizioniate in bagno in modo che possiate adattarlo facilmente ai vari rubinetti e tubi di scarico, tuttavia potete anche metterlo in lavanderia se offre le stesse comodità della rubinetteria.
Dovete trovare un angolo che possa "ospitarlo" senza che dia fastidio con i movimenti che fate tutti i giorni.

Continua la lettura
57

Come scegliere il colore del lavatesta portatile

In quanto alla scelta dei colori ce ne sono diversi. Pensate magari a qualcosa che possa stare bene con il vostro arredamento anche se il più classico rimane sempre quello nero, questa diventa proprio una scelta che dovete fare a seconda dei vostri gusti personali.
Infine i prezzi, anche quelli sono abbastanza accessibili e da un negozio all'altro possono variare davvero di pochi euro, solitamente non superano i quaranta. Mentre se lo acquistate online noterete una bella differenza.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • scegliete quella antimacchia e antiurto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.