Come rimuovere l'odore di muffa dal cuoio

Tramite: O2O 26/02/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Purtroppo la muffa è uno dei problemi più diffusi al mondo, le cause della sua formazione possono essere molteplici e capirne le cause della sua formazione non sempre è semplice. È possibile però trovare alcune soluzioni per poterla debellare e ripulire le parti che ne sono piene. La muffa emana un odore di muschio che è semplicemente disgustoso. Ciò che la rende peggiore è quando si manifesta sulle pareti di casa o su alcuni oggetti, per cui è necessario un provvedimento idoneo per eliminarla. Nel caso di una cintura di cuoio per rimuovere l'odore di muffa, ci sono alcuni metodi che di seguito ci apprestiamo ad elencare. In questa guida infatti spiegherò come rimuovere l'odore di muffa dal cuoio, con pochi semplici passaggi. Vediamo come fare.

26

Occorrente

  • Candeggina
  • Olio di lino
  • Olio essenziale di lavanda
  • Segatura profumanta per lettiere
  • Deodoranti spray
  • Succo di limone e bicarbonato
36

Individuare la causa della muffa

La prima cosa da fare per eliminare l'odore di muffa dal cuoio, è di individuarne la causa; infatti, la muffa, è un fungo che cresce in zone ad alta umidità. Normalmente è sottile con strati di colori multipli, anche se di solito si presenta bianco, blu-verde, marrone e nero. Se non si elimina la fonte della muffa, si potrebbero danneggiare permanentemente gli oggetti, vanificando soprattutto gli sforzi fatti per rimuoverla. I pericoli maggiori, vengono da una parete umida, da una finestra non perfettamente sigillata, oppure da acqua stagnante lasciata sui pavimenti non correttamente asciugati.

46

Utilizzare acqua e aceto

Un detergente come la candeggina, è l'ideale per sbarazzarsi dei batteri (spore fungine), rilasciati dalla muffa. Sul cuoio, nello specifico, possiamo tuttavia intervenire con uno spruzzino in cui mettiamo dell'aceto misto ad acqua. A questo punto, la parte va asciugata con un panno, dopo aver strofinato con un spugna, mentre per ridare tono al materiale, si passa dell'olio di lino. Se il cattivo odore è particolarmente insistente ed intenso, ed abbiamo una cintura che presenta questo problema, allora possiamo prendere della segatura, anche quella utilizzata per la lettiera del gatto (profumata), e lasciarla sommersa al di sotto di essa per al massimo un paio d'ore.

Continua la lettura
56

Utilizzare degli spray specifici o dei dei prodotti naturali

Altri rimedi contro la muffa sul cuoio sono gli spray a base di essenza di tabacco, terra o agli agrumi, in genere utilizzati per la casa o per il cruscotto dell'auto. In alternativa, ci sono altri prodotti naturali che non alterano le fibre del cuoio, come ad esempio il succo di limone, mescolato con bicarbonato di sodio, ed applicato sulle superfici per sanificarle ed eliminare in modo definitivo il disgustoso odore di muffa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come realizzare Un Portachiavi In Cuoio

Fra macchina, casa e box le chiavi sono sempre più numerose ed è davvero difficile riuscire a tenerle tutte con cura, senza rischiare di perderle. Per questo può essere molto utile un portachiavi in cuoio per poterle riporre al meglio. A tal proposito,...
Accessori

Come pulire le scarpe di cuoio e pelle

Tutte le scarpe con il tempo tendono a sporcarsi e non risulta sempre facile riuscire a pulirle correttamente. Ci sono molti tipi di calzature, realizzate con diversi tipi di materiali; per poter eliminare ogni traccia di sporco da ognuna di loro dobbiamo...
Accessori

Come pulire i cappelli di cuoio

Solitamente, i materiali più delicati, sono anche i più raffinati e di conseguenza anche i più costosi. Per questo tipo di tessuti, si rende necessaria una buona manutenzione che mantenga inalterate le qualità dei materiali e li conservi più a lungo....
Accessori

Come abbinare gli accessori in cuoio

Sapersi vestire significa anche coordinare bene gli accessori in quanto è molto importante per lo stile, ma soprattutto se facciamo un lavoro che prevede un costante contatto con la gente. Uno dei materiali più difficili da abbinare è tuttavia il...
Accessori

Come dare nuova luce ad una borsa in cuoio

Il cuoio è un materiale abbastanza resistente; esso viene impiegato specialmente per la produzione di abbigliamento ed accessori. Col passare del tempo il cuoio può risultare spento e opaco; in questo caso non è più adatto per essere sfoggiato. Questo...
Accessori

Come fare un bracciale di cuoio intrecciato

La moda di indossare gioielli in pelle ha origini antichissime, probabilmente risalenti agli antichi egizi, maestri nell’arte della cura della persona e dell’ornamento del corpo. Perfetti per qualsiasi occasione, il bracciale in cuoio intrecciato...
Accessori

Come togliere il cattivo odore dalle borse

Le borse, specie da donne, contengono di tutto: dalla trousse alla barretta di cioccolato, dalle medicine ai salvaslip, dalle chiavi ai pezzi di riviste, dal telefono agli occhiali, fino alle banconote. Non c'è dunque da stupirsi che con l'andare del...
Accessori

Come eliminare il cattivo odore delle scarpe

Dopo una giornata passata al lavoro, o dopo aver giocato a calcetto e fatto jogging in giro, capita di tornare a casa distrutti e constatare un piccolo inconveniente: il cattivo odore che le nostre scarpe emaneranno. Questo può risultare un gran problema....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.