Come riconoscere l'avorio naturale da quello sintetico

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'avorio rappresenta il materiale tratto principalmente dalle zanne dell'elefante, africano o asiatico che sia. Si può parlare di avorio, in modo improprio, anche quando ci si riferisce ai denti di altri animali, tra cui annoveriamo l'ippopotamo ed il cinghiale. Questo tipo di materiale ha purtroppo raggiunto delle quotazioni molto elevate sul mercato illegale, fino a ben cinquemila euro al chilo, in virtù del vigente divieto di caccia all'elefante. Questo divieto ha spinto molte industrie di plastica, tra l'altro, a produrre dei materiali molto simili all'avorio, che rappresentano delle vere e proprie imitazioni. Quelli più spacciati per avorio naturale, che in questa guida impareremo a riconoscere, sono gli ossi di animali (ad esempio i denti) e l'avorio sintetico, noto comunemente con la denominazione di avoriolina. In questa semplice ma esauriente guida, pertanto, andremo a vedere come è possibile riconoscere l'avorio naturale da quello sintetico.

25

Occorrente

  • Ago arroventato
  • Tenaglie
  • Oggetto in avorio (o presunto tale)
  • Panno morbido per strofinamento
35

Quest'ultimo materiale consiste in una pasta di cellulosa diluita ed amalgamata a scarti di avorio, di corno e di osso di animali polverizzate. La domanda che viene da porsi è come fare per riconoscerla dal vero avorio naturale di zanna di elefante. Esistono per questo scopo, alcune semplici prove da effettuare. Per prima cosa, una di queste è quella del calore, che consiste nell'accendere il fornello del gas, per poi procurarsi un ago. Successivamente, mettere quest'ultimo a riscaldare sulla fiamma, tenendolo fermo con una tenaglia, in modo da non bruciarsi o procurarsi ustioni. Una volta che si è accuratamente riscaldato, è necessario avvicinarlo immediatamente all'oggetto che si suppone essere in avorio autentico.

45

Se questo oggetto è realizzato in plastica, l'ago penetrerà completamente e con estrema facilità nello stesso. Invece, nel caso in cui siamo di fronte ad osso o corno, esso penetrerà in modo meno marcato, ma comunque assolutamente evidente. Quando, invece, si tende ad avvicinare l'ago rovente ad un oggetto in avorio autentico, questo si scalfirà leggermente, e su di esso rimarrà esclusivamente un puntino di colore nero. Tra l'altro, anche l'odore che si sprigionerà da questi materiali, una volta che viene a contatto con il chiodo rovente, sarà abbastanza differente. In modo particolare, nel caso della plastica bruciata, si avvertirà un odore completamente sgradevole e assai pungente. Nel caso dell'osso e del corno, invece, si sentirà un odore penetrante di unghie bruciate. Per concludere, per l'avorio autentico siamo di fronte ad un odore di unghie bruciate, ma molto più leggero rispetto al precedente.

Continua la lettura
55

Un'altra prova che può essere effettuata per differenziare l'avorio artificiale rispetto a quello naturale è quella dello strofinamento. Precisamente, strofinando energicamente l'avorio sintetico, questo emanerà un caratteristico odore di canfora, cosa che non succederà mai con il materiale autentico. Rivestono una fondamentale importanza anche le nervature ed il colore. In particolar modo, in quello artificiale le prime sono molto regolari e non sono presenti delle macchie. Il colore, infine, è fin troppo bianco per essere credibile ed originale. Alla fine di questa guida, è doveroso fare un'ultima considerazione personale. Pensando che animali stupendi come gli elefanti sono a rischio di estinzione, proprio per l'utilizzo che viene fatto delle loro zanne, sarebbe forse preferibile optare su oggetti non autentici, i quali almeno garantiscono il rispetto della specie in questione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come riconoscere l'ambra vera

L'ambra è una resina fossile che emana un carisma particolare, almeno una volta nella vita ci sarà capitato di averne un pezzo tra le mani, ma siamo proprio sicuri che sia stata della vera ambra e non un volgare sostituto creato da orefici esperti?...
Accessori

Come riconoscere una borsa Gucci originale

Volete sapere come bisogna acquistare in maniera del tutto sicura delle borse autentiche di "Gucci"? Non desiderate correre il rischio di comprare online prodotti contraffatti scambiabili con dei falsi praticamente identici a quelli made in Italy di "Gucci"?...
Accessori

Come riconoscere le perle autentiche

All'interno della seguente guida andremo a occuparci di gioielli. Nello specifico, dedicheremo la guida alle perle. La problematica che si si pone molto spesso riguardo alle perle riguarda la loro autenticità, e noi proveremo a fornirvi alcuni strumenti...
Accessori

Come riconoscere un diamante

Possedere un diamante incastonato in un anello o una collana, rappresenta il sogno di tantissime donne. La sua eleganza e la sua brillantezza rendono questa pietra una delle più ambite tra le gioeiellerie. Non tutti sanno che ha anche delle notevoli...
Accessori

Come Riconoscere Una Borsa Guess Originale

Comprare una borsa di una marca abbastanza importante come la Guess è una sorta di piccolo investimento e di garanzia, sulla qualità e la durabilità del prodotto, mentre per quanto riguarda la bellezza e lo stile, chi segue queste tendenze sicuramente...
Accessori

Come riconoscere la turchese vera

La turchese è un minerale che appartiene al sistema triclino. La sua caratteristica peculiare è senza dubbio il suo colore tra l'azzurro e il verde acqua. Il colore può essere uniforme oppure la pietra può presentare delle nervature di colori differenti....
Accessori

Come riconoscere l'argento

L'argento, dopo l'oro, è il materiale più utilizzato e più pregiato per la fabbricazione di monili, gioielli e oggetti per la casa. Il problema, quando si tratta di metalli preziosi, è che è molto alto il rischio che i pezzi possano essere contraffatti;...
Accessori

Come riconoscere gli occhiali da sole Ray - Ban originali

Sono in commercio da quasi un secolo, ma ancora oggi gli occhiali da sole Ray-Ban sono il must nel campo dell’ottica, e tracciano le linee guida per tutte le altre case produttrici. I famosi "aviator" della Ray-Ban, in commercio dagli anni 30, inoltre,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.