Come riconoscere l'argento

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

A meno che non si tratti di un professionista che conosce i metalli e che ci lavora per altri motivi, spesso è facile lasciarsi ingannare dal cartello certificato di garanzia oppure "vero argento2, per poi tornare magari a casa con un pezzo di latta tra le mani e che abbiamo purtroppo anche anche pagato a caro prezzo. Quindi vediamo assieme qualche consiglio su come riconoscere l'argento e per essere un po' più tranquilli durante i nostri futuri "affari".

210

Occorrente

  • Aglio
  • Ghiaccio
  • Magnete
310

La punzonatura

Per prima cosa nell'argento è d’obbligo la punzonatura che significa imprimere sul metallo un identificativo, ossia una sorta di carta d’identità della lega. In Italia e nella comunità europea, esiste l’obbligo di legge che prevede la punzonatura, che riporti il titolo in millesimi (es. 925) inoltre il marchio deve avere una specifica forma geometrica.

410

Il trucco con l'aglio

Gli esperti di gioielleria utilizzano dei solfuri per testare l’autenticità dell’argento. L’impiego di queste sostanze, provoca sulla superficie una leggera macchia scura, che ne garantisce l’originalità ed è molto più affidabile di qualsiasi certificato di garanzia.
Ovviamente è quasi impossibile girare per i mercatini con sostanze simili, anche perché oltre ad essere scomode da portare, i commercianti potrebbero reagire in malomodo se vi mettete a fare il piccolo chimico sulla loro bancarella.
Per i più temerari però esiste un test molto semplice ma ugualmente efficace, che consiste nel prendere la parte tagliata di uno spicchio di aglio e avvicinarla all’oggetto che volete controllare, se è un falso la superficie che entrerà in contatto con l’aglio, diventerà scura.

Continua la lettura
510

Il trucco del magnete

Se volete testare sul campo l’autenticità di un oggetto in argento, ma non volete che le vostre mani sappiano di aglio, in alternativa potete usare una il trucco del magnete, che però deve essere abbastanza potente per riconoscere correttamente l’argento.
Infatti tra le caratteristiche dell’argento, c’è anche la debolezza della carica magnetica. In sostanza, un oggetto in argento non può essere attratto con facilità rispetto ad uno di ferro o uno che contiene piombo e alluminio, perciò il magnete non riuscirà ad attirarlo a se o farà fatica. In caso contrario non è argento, ma semplice latta.

610

Il trucco del ghiaccio

Un altro metodo è quello di utilizzare un cubetto di ghiaccio sull’argento che se puro lo scioglierà in brevissimo tempo. Ovviamente è un test che non si può effettuare sui i gioielli, ma con quelli oggetti che presentano una superficie sufficiente sulla quale posare appunto il ghiaccio.

710

Il trucco della "nonna"

Se siete dotati di buon orecchio le nonne usavano dire che l’argento "parla” o meglio emette suoni striduli. Se picchiettato con un altro metallo si sentirà un suono simile a uno scampanellio. Quando invece la presenza di argento è minima o inesistente il suono sarà grave, completamente diverso.

810

Per ultimo...

E se ancora non siete convinti o se non avete a disposizione aglio, ghiaccio e non siete particolarmente sensibili di orecchio, ricordate sempre che l'argento è del tutto inodore. Se annusando un oggetto percepite un odore intenso, e pungente, significa che c'è troppo rame per essere argento.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Argento indiano: consigli per la lucidatura

Se abbiamo anelli e braccialetti realizzati con argento indiano, la procedura per la lucidatura è diversa rispetto a quello tradizionale di tipo europeo; infatti, si tratta di una produzione con una bassa percentuale di argento, e di conseguenza gli...
Accessori

Come pulire gli orecchini d'argento

Quasi tutte le donne hanno nella loro scatola di bijoux un paio di orecchini d'argento, magari un regalo tramandato nel tempo di madre in figlia, e forse è proprio questo il motivo per cui possono essere un po' anneriti. E allora, come si può fare per...
Accessori

Come pulire un anello d'argento

Spesso capita che si abbia un problema con le posate in argento che, con il tempo, possono perdere la loro lucentezza oppure si possono macchiare di scuro. Per far ritrovare loro la lucentezza e per pulire gli oggetti puoi utilizzare uno spray che trovi...
Accessori

Come Realizzare Un Paio Di Orecchini A Mezzaluna Con Filo D'Argento E Perline Ambra

Per realizzare un bel paio di orecchini a forma di mezzaluna, fatti con filo d'argento e perline color ambra, vi suggerisco di leggere le indicazioni tecniche qui riportate. In modo creativo e divertente, otterrete dei gioielli molto particolari, colorati...
Accessori

Come pulire i gioielli d'argento

L'argento appartiene alla serie di metalli definiti 'nobili', i quali, essendo piuttosto rari, tendono anche a risultare preziosi. Si tratta di un elemento particolarmente duttile, dotato di una condizione atomica stabile e quindi inalterabile negli anni,...
Accessori

Come realizzare un braccialetto in argento con moschettone

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, che sono dei veri appassionati di accessori ed anche del metodo del fai da te, a capire come poter realizzare un braccialetto in argento, con un bellissimo e robusto moschettone. Ed ecco che...
Accessori

Come realizzare un collier con cordino cerato e charms argento

Per creare un bel collier, fatto con cordino cerato, con charms d'argento e perline decorative; basterà seguire questi semplici passaggi per riuscirlo a realizzarlo con le proprie mani. In modo rapido e semplice, riusciremo a realizzare un gioiello elegante...
Accessori

Come riconoscere un falso Tiffany (orecchini Please Return To)

La contraffazione dei prodotti di questo marchio è sempre più diffusa e si rischia di venire raggirati da persone che ci promettono un affare economico e che in realtà vendono oggetti simili, o riproduzioni dell'oggetto da noi desiderato (con materiali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.