Come riconoscere i cosmetici naturali

Tramite: O2O 09/11/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nell?era green in cui ci troviamo, sempre più consumatori prestano attenzione a quello che utilizzano quotidianamente per la propria igiene personale, per truccarsi e, in generale, per prendersi cura del proprio corpo. Parole come ?bio?, ?naturale? e ?vegetale? sono entrati ormai nel vocabolario quotidiano del consumatore più attento e sensibile. Tuttavia, nel settore della cosmesi, non sempre i brand più blasonati oppure i marchi che promettono una bellezza green sono naturali al 100%. Questa breve guida ti aiuterà a fare chiarezza e a riconoscere i cosmetici naturali in commercio.

26

INCI

L?INCI è una nomenclatura internazionale degli ingredienti cosmetici (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients): in pratica è l?elenco degli ingredienti che si trovano all?interno del singolo prodotto cosmetico e i produttori sono obbligati ad inserirlo sui prodotti che mettono in vendita. Leggere l?INCI, tuttavia, è tutt?altro che semplice! Per i non addetti ai lavori, infatti, i nomi dei vari ingredienti risultano incomprensibili: sigle, numeri, nomi latini ed inglesi. Insomma, gran parte di essi, ad una prima lettura, non ci dice nulla.
Le regole generali da tenere presenti nella lettura dell?INCI sono due.
La prima riguarda le quantità: i primi ingredienti che compaiono sull?etichetta sono quelli presenti in maggiore quantità, gli ultimi, pertanto, sono quelli presenti solo in piccole percentuali.
La seconda regola riguarda i nomi: quelli in latino sono i nomi degli ingredienti naturali (per esempio l'aloe vera è Aloe barbadensis), mentre i nomi in inglese, le sigle e i numeri si riferiscono a sostanze sintetizzate chimicamente.

36

Siliconi e parabeni

Sui prodotti si legge spesso la dicitura ?paraben e silicone free?, ovvero prodotti che non contengono siliconi e parabeni, sostanze utilizzate moltissimo nell?industria della cosmesi, ma che sono dannose per la nostra pelle: i primi ci danno la sensazione di una pelle più liscia, ma in realtà creano una sorta di pellicola sull?epidermide non permettendole di respirare, i secondi, invece, penetrano in profondità e restando intrappolate nel tessuto.
Se sei alla ricerca di prodotti cosmetici naturali, pertanto, questi componenti non devono essere presenti.
I parabeni sull?etichetta INCI sono facilmente riconoscibili perché sono seguiti dal suffisso _paraben (per esempio: Butylparaben, Ethylparaben, Propylparaben ecc).
I siliconati puoi riconoscerli perché finiscono quasi tutti con _one (per esempio: Dimethicone, Amodimethicone, Cyclomethicone ecc), con _siloxane (per esempio Cyclopentasiloxanesiloxane) e con _silanol.

Continua la lettura
46

Petrolati

Anche i petrolati, che apparentemente rendono la pelle più idratata e levigata, sono dannosi, perché, come si intuisce già da nome, sono derivati del petrolio. Per riconoscere i petrolati sull?etichetta è un po? più complicato perché i nomi non seguono una regola e sono diversi. Ad ogni modo, più comuni sono Paraffinum, Petrolatum, Propylene glycon, vaselina e quelli associati alle sigle PEG e PPG.
Per una bellezza green e naturale, i prodotti cosmetici con queste sostanze sono, pertanto, da evitare.

56

Coloranti artificiali e profumo

Un prodotto cosmetico naturale per definirsi tale non deve contenere coloranti artificiali. Sull?etichetta INCI, i coloranti sono indicati con la sigla CI (dal catalogo ?Colour Index?) seguita da 5 numeri che indicano le varie tonalità. Altra sostanza che sarebbe meglio evitare è il profumo che sull?INCI viene indicato con i termini inglesi Parfum o Fragrance. Di solito, sotto questa generica dicitura, si nascondono centinaia di ftalati, sostanze chimiche nocive e allergizzanti. Per chi è alla ricerca di prodotti cosmetici naturali, deve orientarsi su prodotti profumati con olii essenziali naturali.

66

Biodizionario e app

Non sempre è possibile ricordare tutti i nomi delle sostanze nocive e a volte, dietro flaconcini e illustrazioni dal colore verde naturale che si dichiarano bio, possono nascondersi ingredienti indesiderati.
Esistono on line diversi siti che ci aiutano nella comprensione delle etichette e a verificare se alcuni ingredienti sono dannosi o meno. Il più utilizzato e semplice è senza dubbio il Biodizionario che ci indica l'origine della sostanza, dove viene più spesso utilizzata e, con i classici colori del semaforo, se essa è più o meno nociva. Veloci e pratiche anche molte App da installare sul proprio smartphone che aiutano a leggere le etichette velocemente e a riconoscere i cosmetici naturali durante gli acquisti in maniera istantanea!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

5 ricette per cosmetici naturali

Per curare il proprio aspetto ed avere una pelle invidiabile non è necessario spendere un patrimonio. È possibile realizzare numerosi trattamenti di bellezza anche a casa propria. Si tratta di ricette che arrecano numerosi benefici alla nostra pelle,...
Prodotti di Bellezza

Prodotti cosmetici per adolescenti

Non è comune che nel periodo dell'adolescenza, si possano verificare dei problemi associati all'utilizzo di prodotto cosmetici. Molti adolescenti, a volte, entrano in contatto con delle sostanze allergizzanti, che si possono reperire nelle matite per...
Prodotti di Bellezza

10 ingredienti da evitare nei cosmetici

L'utilizzo di creme, trucchi e cosmetici è, ormai, quotidiano e nessuno riesce più a farne a meno, soprattutto a causa dei sorprendenti risultati che hanno sul nostro corpo. Ma siamo sicuri che tutto ciò che usiamo, oltre a migliorare il nostro aspetto,...
Prodotti di Bellezza

I migliori cosmetici sebo regolatori

Regolare la produzione di sebo diventa oggi fondamentale per tutte quelle donne che intendono prendersi cura della propria pelle in modo specifico e naturale. L'eccessiva produzione di sebo determina pelle grassa, lucida e oleosa che, oltre a produrre...
Prodotti di Bellezza

Gli usi cosmetici del sale

Il sale è tradizionalmente utilizzato in cucina per insaporire la maggior parte delle pietanze che si preparano. Meno conosciuti sono invece i suoi utilizzi per la bellezza di viso e corpo. Infatti moltissime ricette beauty possono essere preparate facilmente...
Prodotti di Bellezza

Gli usi cosmetici del peperoncino

Capita spesso di dare per scontate alcune cose, non immaginando minimamente scopi secondari di quest'ultime. Come immaginare dunque molte delle proprietà ed usi cosmetici del peperoncino? Da sempre alla base della cultura culinaria di un sacco di popoli,...
Prodotti di Bellezza

Gli usi cosmetici dell'olio d'oliva

L'olio d'oliva non puó mancare nella nostra dispensa: lo impieghiamo tutti i giorni per cucinare, condire le insalate, perfino da solo sul pane è una leccornia. In questo tutorial vi offro ulteriori ragioni per apprezzare questa fondamentale fonte di...
Prodotti di Bellezza

Come riconoscere i tipi di pelle

Esistono diversi tipi di pelle (grassa, secca, mista) ognuna delle quali presenta caratteristiche specifiche, punti deboli e necessità particolari. Per poter trattare la propria pelle al meglio occorre quindi saper riconoscere il tipo di pelle. Anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.