Come ricompattare un blush rotto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

A quante di voi non sarà mai capitato di far cadere un blush e di sminuzzarlo così in mille pezzettini? Ebbene, sappiate che quando succede un inconveniente del genere non siete assolutamente tenute a buttare via il vostro fard! In questa guida, con un piccolo escamotage vi spiegherò come ricompattare il vostro prezioso cosmetico rotto servendovi di pochi e comuni utensili. Sappiate, intoltre, che questa semplice procedura può essere utilizzata per qualsiasi altro prodotto in polvere, che sia un ombretto o una cipria. Impazienti di cominciare? Allora diamo subito inizio alla ricostruzione!

26

Occorrente

  • blush rotto
  • etanolo
  • carta da forno o pellicola per alimenti
  • una moneta per pressare
  • un contagocce o una siringa
  • un contenitore vuoto
36

Per cominciare dovrete procurarvi dell'etanolo; probabilmente lo avrete già in casa ma, se così non fosse, potete facilmente reperirlo in ogni supermercato e farmacia. Fatto ciò, tornate a casa e preparate la superficie del vostro piano di lavoro coprendola con un vecchio straccio o asciugamano, in modo da non sporcarlo. Prendete il vostro blush rotto (così com'è nella sua confezione) e ricopritelo con una pellicola per alimenti o con della carta forno. Adesso con una spatolina sminuzzate la cialda pressando sulla pellicola fino a ridurre il prodotto in polvere finissima. Non preoccupatevi, non gli state dando il colpo di grazia. In questo modo il prodotto sarà semplicemente più facile da ricompattare.

46

Versate una piccola quantità di etanolo in un contenitore pulito e prelevatene poche gocce, due o tre, utilizzando un contagocce o una siringa, naturalmente senza ago. Rimuovete la pellicola dalla superficie del fard e versateci sopra l'alcool. A questo punto, sempre servendovi della vostra spatolina o di un piccolo pennello per il trucco, mescolate le polveri del blush fino ad ottenere un composto denso e cremoso. Nel caso in cui non vi dovesse riuscire perché la cialda è ancora troppo secca, potete aggiungere un'altra goccia di etanolo; se invece è troppo liquida, potete aggiungere alti pigmenti in polvere.

Continua la lettura
56

Adesso, rimette la pellicola sul prodotto; con una moneta abbastanza grande, come quella da uno o due euro, pressate la superficie della cialda in modo da livellarla omogeneamente e da far uscire qualche eventuale bolla d'aria. Liberate il blush dalla pellicola o dalla carta forno, e lasciatelo per una notte all'aria in modo da far evaporare l'alcool. Ed ecco come in poche piccole mosse è possibile risparmiare dei soldini e salvare i trucchi che più ci piacciono!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • State tranquille poiché l'alcool evapora quindi non danneggia la vostra pelle
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Make Up

10 consigli per un corretto uso del blush

Tra i vari trucchi più utilizzati dalle donne c'è da considerare sicuramente il blush. Il blush, non è altro che un fard da utilizzare sul viso per completare il trucco in maniera perfetta e per dare un colorito naturale alla carnagione. Esistono varie...
Make Up

Come applicare il blush in crema

Per realizzare un make up perfetto una donna non può non ricorrere al blush. Con il termine "blush" si intende nient'altro che il fard, ovvero quel trucco da applicare su guance e zigomi utile per esaltarne le caratteristiche e donare maggiore luminosità...
Make Up

Utilizzo del blush: errori da evitare

Per la maggior parte delle ragazze, il trucco è una parte fondamentale della cura della persona. Un makeup che si rispetti non deve nascondere le nostre caratteristiche. Piuttosto, un buon trucco sa valorizzare al meglio i nostri punti di forza e ammorbidire...
Make Up

5 errori da evitare nell'applicazione del blush

Salve a tutte le amiche del makeup- system, oggi vi darò qualche dritta sull'applicazione del blush e sui 5 errori da evitare in maniera più assoluta. Come ben sappiamo ogni parte del makeup è essenziale ma soprattutto va eseguita in maniera conseguenziale....
Make Up

Make-up: come scegliere il blush adatto a te

Se ami il make-up sai quanto sia utile il blush per dare risalto agli zigomi ed esaltare l'incarnato: "blush" significa arrossire, e si tratta infatti di un prodotto (anche conosciuto come il vecchio "fard") disponibile in tutti i toni nudi e rosati,...
Make Up

Come far durare il blush

Quante volte siamo tornate a casa e dopo esserci specchiate abbiamo esclamato: "Mamma mia come sono pallida, che fine ha fatto il mio blush?". Il fard, come il blush, sono trucchi indispensabili per valorizzare, illuminare e definire i nostri zigomi....
Make Up

Come scegliere il blush

Il mondo femminile si sa, a volte, è davvero complesso! Una delle cose che appassiona tutte le donne è certamente il make-up. A volte però la scelta del giusto prodotto da utilizzare è davvero difficile. Molto, infatti, dipende dal proprio tipo di...
Make Up

5 consigli per mettere il blush

Tutte le appassionate di make-up hanno nel loro beauty personale il blush. Cos'è esattamente? Il blush è un trucco per viso, in polvere o in crema, utilizzato per enfatizzare alcuni tratti del volto. Letteralmente vuol dire arrossire e può essere paragonato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.