Come riciclare le saponette usate

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le saponette sono onnipresenti nel bagno: economiche e pratiche, vengono utilizzate per le mani e anche per la doccia. Inoltre, non hanno grandi imballaggi e scegliere di usarle è un bene anche per il rispetto dell'ambiente. Proprio per questi motivi dover gettare i resti delle saponette usate, ormai inutilizzabili per lavarsi le mani perché sono troppo piccole, si rompono e scivolano tra le dita, può essere davvero fastidioso. Ma ci sono alcune soluzioni per riciclare le saponette usate, vediamo insieme come fare.

26

Aromi

Per i più pigri, che vogliono disfarsi delle saponette usate senza stare troppo a pensarci, c'è un gesto semplice e anche naturale: si possono mettere nella lavatrice prima di cominciare un lavaggio, mettendo così meno detersivo nel cestello. È consigliabile utilizzare le saponette usate in questo modo quando si lavano i bianchi, perché sui capi scuri potrebbero lasciare tracce, ma questo dipende anche dal tipo di saponetta.

36

Olii essenziali

Basta mettere insieme tutti i resti di saponette che si sono accumulate per un peso di circa 250 grammi,, possibilmente dello stesso tipo per evitare di mescolare troppi odori, e grattugiare questi resti in un contenitore.
Si procederà quindi prendendo una tazza d'acqua, mettendovi dentro poche gocce di olii essenziali nella profumazione che si preferisce, scegliendo in ogni caso una fragranza che stia bene con quella delle saponette. I due composti, sapone e liquidi, verranno quindi uniti in una pentola e fatti riscaldare a fuoco basso fino a ottenere un insieme omogeneo, avendo cura di girare a lungo senza lasciare residui.

Continua la lettura
46

Nuove saponette

Si creerà una sorta di pasta che verrà messa in stampini a raffreddare. Potete utilizzare un portasapone abbastanza alto, qualcuno sceglie addirittura gli stampini più grandi che vengono usati per cucinare i biscotti.
Queste saponette devono essere lasciate negli stampini per circa 12 ore, ma se vi sembrano troppo tenere dopo questo lasso di tempo potete lasciarle ancora, anche per altre 12 ore, si induriranno. In quest'ultimo caso vuol dire che avete utilizzato troppa acqua per quel tipo di sapone, la prossima volta ne userete meno.
Una volta tirate fuori le nuove saponette dagli stampini, i bordi saranno ancora morbidi: un'occasione per lavorarli, arrotondandoli o scolpendoli a zig zag, per poi lasciare la saponetta ancora 2 settimane circa ad asciugare, finché non diverrà della stessa consistenza dei saponi che trovate in commercio.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

Come togliere il cloro dalla pelle

Molto spesso, soprattutto durante l'estate e, in modo particolare, nelle città prive di spiaggia, ci troviamo ad andare in piscine pubbliche o private per sconfiggere il calore estivo. Per la pulizia e l'igiene di queste piscine vengono usati tutta...
Cura del Corpo

Come usare le strisce depilatorie

Ceretta dall'estetista o fai da te? Quando si ha poco tempo a disposizione, soprattutto durante la stagione estiva, il rimedio migliore rimangono le strisce depilatorie. Pratiche e veloci, possono essere usate da tutte con i giusti accorgimenti. Il vantaggio...
Cura del Corpo

Come realizzare uno scrub per pelli grasse

Se avete la pelle del viso unta, brufoli e pori dilatati significa che avete la pelle grassa. Le ghiandole producono troppo sebo a causa di molteplici fattori. Problemi ormonali, assunzione di farmaci cortisonici, alimentazione ricca di grassi, detergenti...
Cura del Corpo

Come depilare l'inguine nell'uomo

La depilazione dell'inguine per l'uomo può risultare una procedura piuttosto difficoltosa se non si conosce esattamente quello che è il procedimento da seguire. Se desideri depilare questa zona da solo, senza rischiare di incorrere in infiammazioni...
Cura del Corpo

Come idratare la pelle dei piedi

Con l'arrivo dell'estate e del caldo, arriva anche la voglia di stare a piedi nudi o di indossare dei sandali. Prima di sbizzarirci nell'acquisto di sandali gioiello o di cavigliere, è bene non trascurare i nostri piedi. Dopo un inverno costretti in...
Cura del Corpo

Come utilizzare l'amido di mais per il corpo

La polvere per il corpo fornisce sollievo lenitivo per la pelle che è stata irritata dal calore e dall'umidità ed applicarne un leggero strato impedisce inoltre ulteriori sfregamenti e conseguenti abrasioni. La polvere costituisce una sorta di rivestimento...
Cura del Corpo

10 modi per fare uno scrub labbra naturale

Le labbra come la pelle del viso, o del corpo hanno bisogno di uno scrub che le ripuliscano dalle impurità. Il cambio delle temperature, l'inquinamento e il make up di tutti i giorni, fanno sì che questa parte delicata del nostro viso venga attaccata....
Cura del Corpo

Come realizzare una maschera rigenerante all'arancia e cannella

Quante di voi, soprattutto durante l'inverno, si ritrovano con la pelle secca, screpolata e con i pori fastidiosamente dilatati? Potrete trovare un piccolo aiuto in ingredienti naturali e facilmente reperibili. Nella ricetta di bellezza che vi vado a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.