Come riciclare il latte detergente

Tramite: O2O 19/08/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

Molte volte si acquistano dei prodotti per la cura dell'igiene quotidiana, (come delle creme per il corpo, il viso, latte detergente e quant'altro), ma in alcuni casi non si riesce a terminarli completamente prima della scadenza. Vuoi perché non si usano con costanza o perché, magari, non appagano le nostre aspettative, questi prodotti rimangono inutilizzati, per essere poi sostituiti da degli altri. In questo caso, la soluzione migliore non è di certo quella di buttarli via, in quanto attraverso delle tecniche e dei piccoli accorgimenti possiamo riciclarli e renderli riutilizzabili in modi differenti. Con i passaggi che seguono andremo a vedere in che modo è possibile riciclare uno tra i prodotti più utilizzati: il latte detergente.

29

Per la pulizia degli accessori in pelle

Il latte detergente è un ottimo prodotto per la pulizia e anche il nutrimento di tutti i prodotti in pelle. Queste caratteristiche lo rendono utilizzabile anche per la pulizia delle scarpe, delle borse, delle cinture e di ogni cosa sia fatta con la pelle. Il latte detergente è un prodotto molto nutriente che dona lucentezza a questa tipologia di tessuto, inoltre è molto indicato per la pulizia e lo sbiancamento della pelle dei divani. Per utilizzarlo è sufficiente metterne una piccola quantità su un panno morbido e passarlo adeguatamente sulla superficie che vi accingete a pulire; basta esercitare una leggera pressione e strofinare delicatamente per ottenere degli accessori puliti e lucidi.

39

Per realizzare un ottimo scrub

Se volete invece utilizzarlo ancora per il corpo, aggiungendo un semplice ingrediente come lo zucchero, potete trasformarlo in un ottimo scrub. Per ottenere un effetto veramente efficace, vi sconsigliamo di utilizzare quello bianco semolato, ma di sostituire quest'ultimo con lo zucchero di canna. Per realizzare questa tipologia di scrub, dovete utilizzare zucchero in quantità doppia rispetto alla quantità di latte detergente impiegata. In alternativa potete utilizzare anche il sale grosso da cucina oppure del bicarbonato. Se il profumo del latte detergente non è di vostro gradimento, potete aggiungere allo scrub alcune gocce di olio essenziale nella profumazione che preferite. In questo modo otterrete un prodotto diverso dall'originale, ma davvero efficace e darete al vostro latte detergente una nuova funzione.

Continua la lettura
49

Per lucidare i mobili

La maggior parte dei latte detergente che si trovano in commercio contengono siliconi e paraffina, in quantità differenti a seconda delle marche. Anche se per la nostra pelle questi sono ingredienti dannosi (in quanto non la fanno respirare e possono provocare anche irritazioni e rossori), bisogna dire che lo stesso discorso non vale per altri oggetti, per i quali risultano essere ottimali. È il caso dei mobili in legno: il latte detergente può essere infatti usato come prodotto per le pulizie, è infatti molto nutriente per questo tipo di superfici. Anche in questo caso, essendo comunque una base di latte, risulta un ottimo sistema per nutrire e rendere lucidi i mobili, senza che sia necessario acquistare dei prodotti specifici. Ovviamente usatene un quantitativo minimo e non applicate il latte direttamente sulla superficie del mobile, bensì mettetene una piccola quantità su un panno asciutto.

59

Per pulire i pennelli da trucco

Un altro modo per riciclare il latte detergente è utilizzarlo per pulire i pennelli per il trucco. Sempre per il principio che il latte nutre e rende morbido, rappresenta senza dubbio la soluzione ideale per pulire le setole dei pennelli che normalmente si usano durante il make up. Usate una generosa quantità di prodotto sulle setole di ciascun pennello, strofinate con i polpastrelli per eliminare le impurità e poi risciacquate con dell'abbondante acqua tiepida. Accertatevi che non rimanga traccia del detergente tra le setole e lasciate asciugare i pennelli all'aria, dopo aver assorbito l'acqua in eccesso con un asciugamano o della carta assorbente.

69

Per creare un ammorbidente

Non lo immaginerete mai, ma un latte detergente scaduto può essere utilizzato per creare un ottimo ammorbidente fai da te. Infatti potete utilizzarlo, sia a mano che in lavatrice, per arricchire il vostro bucato. Anche in questo caso, se gradite una particolare profumazione, potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale; oppure se lo preferite più liquido, diluitelo con qualche goccia d'acqua. Usate in piccole dosi, questo per evitare che nei vostri capi appena lavati rimangano dei sgradevoli aloni.

79

Per lubrificare gli ingranaggi

Se a casa avete delle cerniere delle porte o finestre che "graffiano", potete utilizzare il latte detergente scaduto per lubrificarle. Non solo, questo prodotto è l'ideale per revisionare qualsiasi tipologia di ingranaggio. Per l'applicazione usufruite di una siringa (ovviamente senza ago).

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Visto che adoperate un prodotto scaduto utilizzate, durante l'applicazione, dei guanti protettivi.
  • Per la pulizia avvaletevi, preferibilmente, di un panno in microfibra.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

Come fare il detergente intimo allo yogurt con mela e camomilla

Sempre più donne e uomini decidono di convertirsi all'utilizzo di prodotti eco-bio ricchi di elementi naturali e poveri di tensioattivi aggressivi. Dai prodotti per la cura dei capelli a quelli per il corpo, la gamma di scelta è pressoché infinita,...
Prodotti di Bellezza

Come Preparare Un Olio Detergente Per Tutti I Tipi Di Pelle

L'OCM (acronimo di Oil Cleansing Method) è una tecnica molto efficace di pulizia del viso, usata ormai da anni dalle donne americane per la detersione e la purificazione di tutti i tipi di pelle: dalla più grassa ed impura, tendente all'acne, alla più...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un detergente intimo in casa

In commercio esistono numerosi detergenti intimi la cui necessità è, probabilmente, sopravvalutata. Ovviamente, ci sono momenti il lavaggio intimo è utile per proteggersi dalle infezioni e dalla formazione di cattivi odori. Il problema è che la maggior...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un bagno al latte e petali di rose

La leggenda narra che la bellissima Cleopatra, ultima regina del regno tolemaico d'Egitto, amava curare il proprio corpo immergendosi in vasche colme di latte d'asina e petali di rose. Un elisir di bellezza, praticato in molte beauty farm, dalle proprietà...
Prodotti di Bellezza

Come fare il sapone al latte di capra

Il sapone costituisce un bene fondamentale per la corretta igiene personale, dunque un prodotto industriale sul mercato. Di frequente si ha voglia di un sapone dal profumo diverso dai classici saponi industriali e dalla qualità ricercata. Se non possiamo...
Prodotti di Bellezza

Come riciclare il balsamo per capelli

Tutti abbiamo comprato, almeno una volta nella vita, un prodotto per la cura del corpo di cui non avevamo affatto bisogno o che non si adattava alle nostre esigenze. Creme idratanti con estratti di erbe officinali impronunciabili, scrub al profumo di...
Prodotti di Bellezza

Come riciclare il fondotinta

Se volete sempre avere un make un perfetto, nella pochette del vostro trucco non potrà assolutamente mancare il fondotinta. La scelta di quello giusto, sta alla base di un'ottima riuscita del trucco. Nei negozi lo potrete trovare sia fluidi, quindi per...
Prodotti di Bellezza

Come riciclare un vecchio profumo

I romani e gli arabi usavano i profumi per dare sollievo alla pelle che era bruciata. Marilyn metteva soltanto due gocce di profumo per coricarsi. Il profumo era formato da acqua e da un composto oleoso, inoltre, era usato da entrambi i sessi e anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.