Come realizzare uno splashlight

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Naturalmente si deve avere una base mora, o scura, inutile farlo sui capelli biondi, visto che è necessario creare il contrasto. Nei prossimi passi vi spiegheremo come realizzare uno splashlight. Se vi sentite abbastanza sicure da poterlo fare da sole o con l'aiuto di un'amica, procedete pure. Vi consigliamo di effettuare una prima prova in un sottostrato, che eventualmente sarà facile da nascondere. Potete usare come riferimento gli zigomi (altezza da dove iniziare) e il mento (altezza dove finire), circoscrivendo così un fascio largo circa 10 cm.

25

Occorrente

  • Bustina di decolorante, ossigeno 30 volumi, pennello, misurino, ciotola, spazzola, pettine a coda, una mantellina impermeabile, carta stagnola, guanti in lattice.
35

Lo splashlight è l'ultima tendenza in fatto di colorazione dei capelli, si tratta di un effetto particolare, come quello prodotto da un vero fascio di luce, che attraversando le feritoie colpisce una zona dei capelli. Dona una sorta di luminosità che diventa più evidente sui capelli lisci, sta bene anche nei capelli ondulati, ma per non smorzare il tono è meglio che non farlo su tagli troppo scalati. Arriva dopo lo shatush e si preannuncia il tormentone del 2014. Immaginate che un fascio di luce colpisca i vostri capelli in modo perenne, a prescindere che sia assolato o nuvoloso. Per un effetto ottimale, si dovrebbe avere una forma del viso regolare, meglio evitare di farlo su un viso rotondo, perché l'effetto luce potrebbe ampliare ulteriormente le dimensioni. Sta bene sull'ovale, sul viso allungato e squadrato.

45

Nella ciotola versate il contenuto della bustina (17 g di polvere), versate 30 ml di ossigeno e mescolate per alcuni minuti, fino a quando non otterrete una miscela liscia. Spazzolate bene i capelli e dividete in due grandi code, portandoli sul davanti.

Continua la lettura
55

Con il pennello cominciate a cospargere la miscela sulla porzione di capelli desiderata, stando attenti a eseguire un tratto omogeneo il più possibile. Potete usare delle clip per chiudere i sacchetti come punto guida (vedi immagine). Basterà chiudervi dentro i capelli, per isolare la porzione tra i zigomi e il mento. Ricoprite con la stagnola e lasciate in posa per 30 minuti. Al termine della posa, togliete la carta stagnola e risciacquate i capelli, procedete allo shampoo come d'abitudine e fate un impacco ristrutturante, visto che il trattamento stressa molto il capello. Tenete presente che il punto luce ottenuto sarà frutto della vostra colorazione di base, e di come i vostri capelli tendono a schiarirsi, inoltre questo trattamento indebolisce i capelli rendendoli più secchi, quindi prima di procedere, valutate bene i pro e i contro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come Realizzare Un Gufo Per Mollette Capelli

Con l'arrivo delle festività, si perde tempo recandosi per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i propri amici o parenti. Molto volte però, una volta trovato, ci si rende conto che il costo risulta essere elevato. Potreste,...
Capelli

Come realizzare una coda annodata

Decidere l'acconciatura da realizzare ogni mattina per uscire di casa, o per un occasione speciale è uno dei dilemmi più ardui del mondo femminile. I capelli non sempre sono docili e mansueti da trattare, in certe giornate sono completamente ingestibili....
Capelli

Come realizzare una pettinatura da dea greca

Quando guardate i vostri capelli pensate che avete bisogno proprio di un bel re-styling? Li toccate e siete stanche di vedere sempre la stessa acconciatura da troppo tempo? Non temete: abbiamo la soluzione che fa al caso vostro. In questa guida cercheremo...
Capelli

Come realizzare splendidi chignon con l'hairagami

Le acconciature da realizzare per i capelli sono moltissime, alcune adatte ad eventi sportivi e giovanili, altre idonee per le grandi occasioni, incluse cerimonie e matrimoni. La moda lancia sempre nuove soluzioni e look sia per quel che concerne i capi...
Capelli

Come realizzare uno chignon con un nodo

Se vuoi un'acconciatura di grande effetto senza dover ricorrere al parrucchiere, questa è la guida che fa per te. Vedremo infatti come realizzare uno chignon con il nodo. Esistono molti modi diversi per realizzare un chignon: potrete pensare di realizzarlo...
Capelli

5 trucchi per realizzare uno chignon con capelli sottili

I capelli sottili, a differenza di quelli grossi, necessitano di cure specifiche appositamente studiate per contrastare al massimo la loro tendenza ad attaccarsi al viso apparendo così radi e privi di corpo. La gestione di questa tipologia di capello,...
Capelli

Come realizzare uno chignon in 4 mosse

Lo chignon, acconciatura per decenni relegata a ballerine e signore in età avanzata, è oggi un cult. Una soluzione ideale per raccogliere i capelli in modo facile e veloce. Si adatta a qualsiasi occasione, dalla più formale all'aperitivo. La grandezza...
Capelli

Come realizzare una treccia a tornado

Quante volte avete avuto una serata importante e non avete saputo come acconciare i vostri capelli? Spesso si crede che per un evento come un matrimonio, un battesimo o qualsiasi cerimonia di rilievo, per una donna sia d'obbligo andare dal parrucchiere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.