Come realizzare uno shampoo solido

Tramite: O2O 01/04/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Il comune shampoo presente sul mercato, e comunque quello più utilizzato è lo shampoo liquido. Spesso. Però, sono pieni di siliconi e altri prodotti chimici che possono rovinare i capelli o avere una particolare aggressività sulla cute. L'alternativa sono gli shampoo biologici, ma quelli sul mercato sono spesso eccessivamente costosi. Una buona soluzione, può essere quella di creare lo shampoo con le nostre mani, con prodotti sani e di nostra fiducia. In questa guida vi spiegheremo come realizzare uno shampoo solido, che può anche rivelarsi molto utile per i viaggi in aereo. Si tratta di una ricetta facile e veloce da preparare, adatta anche a tutti coloro che si avvicinano per la prima volta ai prodotti fai da te. Non occorre una particolare attrezzatura, ma solamente un pochino di dimestichezza con i prodotti impiegati. La preparazione indicata è soprattutto utile per tutti coloro che hanno capelli sottili, privi di volume e tendenti al fragile.

26

Occorrente

  • 500 g olio di oliva;
  • 150 g olio di semi di mais;
  • 150 g olio di riso;
  • 100 g burro di karitè;
  • 100 g di olio di ricino;
  • 122 g di soda caustica;
  • 200 g di acqua;
  • 330 g di birra;
  • 20 ml di oli essenziali di arancio, alloro e patchouli
  • minipimer;
  • guanti, mascherina e occhiali;
  • stampi in silicone;
  • coperte;
  • contenitori vari, meglio se in pirex;
  • 1 pentola grande (almeno 3 L di capacità)
36

Degassificazione della birra

Il primo passo è quello di procurarci il materiale occorrente, una volta che tutto è pronto possiamo cominciare. Per questa ricetta usiamo il metodo a freddo. Prepariamo quindi la birra procedendo in questo modo. Due o tre giorni prima della preparazione vera e propria, prendiamo la lattina di birra, togliamo la linguetta, travasiamo il contenitore dalla bocca larga. Riponiamo ora il contenitore in un punto tranquillo e senza muoverlo lasciamo che perda completamente il gas contenuto. Questa procedura impedisce al gas contenuto nella birra di fare troppa reazione con la soda caustica. Il giorno prima della preparazione dello shampoo, prendiamo il contenitore della birra, versiamo il liquido in un pentolino, aggiungiamo poi il sale, mettiamo il pentolino sul fuoco e a fuoco basso facciamo ridurre il suo volume. Facciamo però molta attenzione a non portare il liquido mai a bollore. Spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare il tutto fino al giorno dopo.

46

Preparazione composto

La sicurezza è la cosa più importante, e bisogna poterci proteggere da questi ingredienti che in caso di imprudenza e sbadataggine potrebbero danneggiarci. Quindi, dato che la salute è la nostra priorità dobbiamo indossare tutte le protezioni del caso: mascherina, occhiali e guanti. Prendiamo due contenitori differenti: in uno mettiamo la soda caustica, prestando sempre attenzione, e nell'altro l'acqua. Versiamo molto lentamente la soda nell'acqua, facendo attenzione a non invertire mai le parti. Mescoliamo con un cucchiaio in acciaio, e lasciamo che la soda si sciolga completamente. Quando è pronta, aggiungiamo poco alla volta la birra. E lasciamo raffreddare. Pesiamo ora 50 grammi di olio di mais e mettiamolo da parte in un piccolo contenitore in attesa di utilizzarlo in seguito.

Continua la lettura
56

Cottura e creazione stampi

In una pentola aggiungiamo l'olio di mais, l'olio di riso, l'olio di oliva, il burro di karitè ed infine l'olio di ricino. Mettiamo a riscaldare il tegame a fuoco basso. Nel frattempo, incorporiamo i 20 ml di oli essenziali nell'olio preparato in precedenza, distribuendoli in questo modo: 3 parti di note di testa, 1 parte di note di base, 1 parte di note di cuore. Controlliamo i due tegami con il termometro per alimenti: quando gli olii raggiungo i 45° e la soda i 40°, versiamo quest'ultima all'interno del primo tegame, e diamo una rimescolata, utilizzando sempre il cucchiaio in acciaio. Con l'aiuto del frullatore ad immersione, frulliamo il tutto. Aggiungiamo poi gli oli essenziali e l'olio di mais. Mescoliamo velocemente, e versiamo negli stampini. Comprimiamo con teli in cotone, e lasciamolo riposare per 24 ore. Trascorso questo tempo, facciamolo asciugare all'aria, coperto solo con carta assorbente, per almeno 8 settimane. Il vostro shampoo solido è ora pronto per l'utilizzo: se avete seguito i passi alla lettera, il risultato sarà sorprendente. Anche se richiede un lungo periodo di preparazione, vedrete che ne sarà valsa la pena. Potete inoltre confezionare lo shampoo in dei graziosi pacchetti e aggiungendo del colorante naturale nell'impasto regalarlo ai vostri amici o conoscenti per ricorrenze o compleanni. Un bellissimo regalo e pensiero per tutti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

Come fare il profumo solido

Oggi vogliamo proporvi una valida alternativa al solito profumo commerciale: come fare il profumo solido. Riuscire a produrre un profumo solido a casa propria ha molti vantaggi, come: risparmiare denaro (tutti sappiamo i costi elevati dei profumi), avere...
Prodotti di Bellezza

Shampoo alla camomilla fai da te

In natura esistono tantissimi ingredienti utili alla cura del corpo e alla nostra salute. Molti di questi diventano addirittura dei cosmetici per la bellezza della nostra pelle. Piante e fiori contengono molti principi attivi che giovano al nostro organismo....
Prodotti di Bellezza

Come Fare Un Profumo Solido Naturale

Il profumo solido era conosciuto già nell'antico Egitto (Nefertiti e Cleopatra ne facevano uso); ancora oggi offre il vantaggio di durare a lungo, se conservato al fresco e al riparo dalla luce e di essere comodissimo: possiamo portarlo con noi in borsa...
Prodotti di Bellezza

Come scegliere lo shampoo adatto ai propri capelli

Tutte le persone affrontano quotidianamente il tema del lavaggio dei propri capelli e dello shampoo. Ogni persona ha capelli diversi, che si differenziano per tipologia e per caratteristiche. A seconda della tipologia e delle caratteristiche del capello,...
Prodotti di Bellezza

Come Leggere L'Etichetta Di Uno Shampoo

Lo shampoo è un prodotto per la lavare i capelli ed è usato quindi per togliere lo sporco, l'unto, l'inquinamento ambientale, particelle di pelle, altre particelle che possono essere inquinanti formando altri depositi sui capelli. La funzione dello...
Prodotti di Bellezza

Fare uno shampoo all'aloe vera

I capelli sono molto importanti per ogni donna, incorniciano il volto e sono considerati un elemento fondamentale del fascino femminile sia che essi siano ricci, lisci, lunghi o corti. Anche l'universo maschile presta sempre più attenzione ai capelli....
Prodotti di Bellezza

Shampoo per capelli fragili e sottili

I capelli fragili e sottili sono un problema, poiché si rischia di rovinarli ancora di più con i frequenti lavaggi. Anche l'utilizzo del phon, piastre liscianti ed altri apparecchi ad alte temperature, è fortemente dannoso. I cambi di stagione, lo...
Prodotti di Bellezza

Shampoo: come sceglierlo senza siliconi

La bellezza dei capelli non è solo una questione estetica, ma anche e soprattutto di salute e benessere. Una corretta alimentazione, una regolare idratazione del corpo e, naturalmente, la scelta dei prodotti giusti per il trattamento della chioma sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.