Come Realizzare Uno Shampoo A Secco Con La Farina Di Ceci

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Lo shampoo secco sembra essere davvero una scoperta fantastica: è quel prodotto in grado di “salvarci” la serata, se è molto tardi e non abbiamo tempo per lo shampoo, utilizzare questo prodotto è l’ideale per avere subito capelli dall'aspetto pulito e in ordine. Una soluzione c'è ed è quella di affidarsi ad uno shampoo secco che si trova in commercio ma possono risultare molto aggressivi e di naturale hanno ben poco, oppure possiamo prepararlo in casa con ingredienti naturali. Lo shampoo secco è un ottimo rimedio soprattutto per chi ha i capelli grassi. Vedremo adesso come realizzare uno shampoo a secco con la farina di ceci, che può sembrare un' idea alquanto assurda e bizzarra ma è il miglior metodo mai sperimentato per avere capelli puliti e profumati senza utilizzare l'acqua.

25

Occorrente

  • Ceci
  • Forno
  • Macina - caffè o robot da cucina
  • Olio essenziale di lavanda o altro
  • Acqua
35

Il primo passo da fare per realizzare questo shampoo a secco del tutto casalingo è quello di procurarsi i legumi, ma un consiglio utile è quello di non acquistare quelli in scatola o freschi ma quelli secchi ancora da bagnare. Se non sono abbastanza disidratati possiamo in un forno ben caldo per qualche minutino.

45

Dopo di questo dobbiamo procurarci un macina- caffè o un robot da cucina, in modo tale da ridurre i ceci in farina; per avere un risultato migliore, la cosa migliore è di tritarli ancora caldi. Dopo aver polverizzato i ceci bisogna aggiungere al composto di farina qualche goccia di olio essenziale di lavanda o della fragranza che più ci piace (possiamo benissimo trovarli in erboristeria). Nel caso si vogliano usare gli oli essenziali è bene ricordare che l' o. E. Di timo, di rosmarino (utile anche per contrastare la caduta dei capelli) e il tea tree sono utili contro la forfora, mentre per lenire il prurito sul cuoio capelluto è consigliabile scegliere l' o. E. Di lavanda, eucalipto e menta piperita.

Continua la lettura
55

Misceliamo la polvere e l'olio essenziale per bene e poi distribuiamola uniformemente sul cuoi capelluto e lungo l'intera chioma. Massaggiamo delicatamente i capelli, soprattutto alla base delle radici e lasciamo agire per qualche minuto e poi sciacquare facendo attenzione a rimuovere ogni residuo e fate, se possibile, effettuare l’ultimo risciacquo con acqua fredda in modo da renderli lucidi e ostacolarne la caduta. Successivamente con l'aiuto di una spazzola in setole eliminiamo ogni residuo di polvere dello shampoo e per finire possiamo procede con la nostra piega abituale. Questo tipo di lavaggio è una soluzione temporanea in grado di assorbire grasso e sporco, ma è bene ricordare di non abusarne e lavare i capelli con l'acqua non appena è possibile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come realizzare uno shampoo a secco

Lo shampoo a secco è una valida alternativa a quello tradizionale quando nasce la necessità di lavare i capelli senza acqua. L'uso di tale prodotto, permette di poter avere una chioma lucida e pulita anche quando si ha il raffreddore o una ferita nelle...
Capelli

5 buoni motivi per utilizzare lo shampoo secco

Siamo ormai abituati ad ogni genere di cosmetico per capelli come shampoo, balsami o creme, con funzione rigenerante, riparante, anti-forfora, anti-caduta, e chi più ne ha ne metta. Tuttavia in mezzo agli innumerevoli prodotti che ci vengono proposti...
Capelli

Come lavarsi capelli con la farina di ceci

Sembrerà strano ma la natura ci offre degli ottimi prodotti naturali. Tra questi c'è la farina di ceci, ottimo prodotto sgrassante, ma soprattutto prodotto biologico e naturale. Sono diversi i tipi di farina che possono essere utilizzati per la detersione...
Capelli

Come realizzare uno shampoo fai da te

Il prodotto più utilizzato per la cura e la bellezza dei capelli è senza dubbio lo shampoo. Intorno a questo prodotto gira un vero e proprio business, basta guardare gli scaffali dei negozi per vedere che esistono tantissimi tipi di shampoo, ognuno...
Capelli

Come realizzare uno shampoo naturale

Prendersi cura dei propri capelli è una delle regole di bellezza, ma per farlo bisogna scegliere uno shampoo non aggressivo e, soprattutto, conoscerne gli ingredienti. Le etichette dei prodotti sugli scaffali diventano sempre più complicate. Per questo...
Capelli

Come realizzare uno shampoo alle erbe

Avere cura dei propri capelli è importante, grassi o secchi che siano. Lavarli con il primo shampoo che ci capita di acquistare al supermercato, magari scegliendo il primo che ci capita (magari perché è in offerta) non è molto saggio, perché in questo...
Capelli

Come realizzare uno shampoo delicato

Avete mai notato come i capelli reagiscono ai vari shampoo che usate? E scommetto che avete passato minuti interminabili davanti allo scaffale degli shampoo, ai supermercati, per cercare il più adatto a voi. È giusto, perché i capelli ed il cuoio capelluto...
Capelli

5 shampoo da preparare a casa

Sapevate che è possibile produrre degli shampoo naturali con gli ingredienti presenti in tutte le cucine? Provvedendo a farvi da sole il vostro shampoo trarrete inoltre molti benefici: non solo vi farà risparmiare, ma vi permetterà di utilizzare per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.