Come realizzare uno shampoo a secco

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Lo shampoo a secco è una valida alternativa a quello tradizionale quando nasce la necessità di lavare i capelli senza acqua. L'uso di tale prodotto, permette di poter avere una chioma lucida e pulita anche quando si ha il raffreddore o una ferita nelle zone vicino alla testa che bisogna evitare di bagnare. Si intuisce facilmente come uno shampoo a secco trova molte applicazioni interessati e la lettura di questa breve guida, vi darà dei validi consigli su come poterlo facilmente realizzare anche in casa con l'utilizzo di pochi ingredienti consentendo di risparmiare. Non vi resta che continuare nella lettura della guida per scoprire come fare in poco tempo a disporre del vostro shampoo a secco.

25

Occorrente

  • Timo foglie 300 g
  • Amido di mais 200 g
  • Olio di jojoba 10 gocce
35

Preparazione degli ingredienti

Per raggiungere lo scopo prefissato in breve tempo, il primo passo da compiere sarà quello di preparare tutti gli ingredienti necessari. Per la realizzazione di un ottimo shampoo a sacco è fondamentale la scelta di prodotti antiallergici e soprattutto sostanze non sottilissime al fine di facilitarne la rimozione dopo il lavaggio. Quindi, procuratevi: l'amido di mais leggero ottimo per lucidare, l'olio di jojoba per dare una leggera profumazione ed il componente erbaceo ottimo disinfettante e purificante che è il timo.

45

Procedimento

Mettete l'amido di mais in un ampio recipiente di plastica aggiungendo alcune gocce di olio di jojoba e mescolate il tutto in modo energico. A questo punto, prendete le foglie di timo essiccate e lasciatele bollire in acqua distillata dopodiché filtratele e versate il liquido ottenuto nel contenitore dell'amido di mais e dell'olio di jojoba. Adesso centrifugate il tutto ricavandone una polvere verde chiara che conserverete in un barattolo di vetro per poi, utilizzarlo all'occorrenza come shampoo a secco.

Continua la lettura
55

Conclusione

Lo shampoo a secco ottenuto, oltre ad avere il vantaggio del risparmio economico e della possibilità di utilizzo senza acqua, essendo composto da sostanze naturali consente un uso frequente. Per il suo utilizzo, basterà spalmarlo con cura su tutta la cute e con i polpastrelli massaggiare e strofinare leggermente per circa cinque minuti. A questo punto, con una spazzola eliminate tutta la polvere in eccesso e con l'aiuto di un pettine ridate forma alla vostra pettinatura. Come avete potuto vedere, realizzare uno shampoo a secco in casa è un operazione veramente elementare e veloce ed i risultati sono veramente sorprendenti! In più, utilizzando gli ingredienti indicati, otterrete un prodotto estremamente naturale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come realizzare uno shampoo a secco

Lo shampoo a secco è una valida alternativa a quello tradizionale quando nasce la necessità di lavare i capelli senza acqua. L'uso di tale prodotto, permette di poter avere una chioma lucida e pulita anche quando si ha il raffreddore o una ferita nelle...
Capelli

Come Realizzare Uno Shampoo A Secco Con La Farina Di Ceci

Lo shampoo secco sembra essere davvero una scoperta fantastica: è quel prodotto in grado di “salvarci” la serata, se è molto tardi e non abbiamo tempo per lo shampoo, utilizzare questo prodotto è l’ideale per avere subito capelli dall'aspetto...
Capelli

5 buoni motivi per utilizzare lo shampoo secco

Siamo ormai abituati ad ogni genere di cosmetico per capelli come shampoo, balsami o creme, con funzione rigenerante, riparante, anti-forfora, anti-caduta, e chi più ne ha ne metta. Tuttavia in mezzo agli innumerevoli prodotti che ci vengono proposti...
Capelli

Come realizzare uno shampoo naturale

Prendersi cura dei propri capelli è una delle regole di bellezza, ma per farlo bisogna scegliere uno shampoo non aggressivo e, soprattutto, conoscerne gli ingredienti. Le etichette dei prodotti sugli scaffali diventano sempre più complicate. Per questo...
Capelli

Come realizzare uno shampoo fai da te

Il prodotto più utilizzato per la cura e la bellezza dei capelli è senza dubbio lo shampoo. Intorno a questo prodotto gira un vero e proprio business, basta guardare gli scaffali dei negozi per vedere che esistono tantissimi tipi di shampoo, ognuno...
Capelli

Come realizzare uno shampoo alle erbe

Avere cura dei propri capelli è importante, grassi o secchi che siano. Lavarli con il primo shampoo che ci capita di acquistare al supermercato, magari scegliendo il primo che ci capita (magari perché è in offerta) non è molto saggio, perché in questo...
Capelli

Come realizzare uno shampoo delicato

Avete mai notato come i capelli reagiscono ai vari shampoo che usate? E scommetto che avete passato minuti interminabili davanti allo scaffale degli shampoo, ai supermercati, per cercare il più adatto a voi. È giusto, perché i capelli ed il cuoio capelluto...
Capelli

Come realizzare uno shampoo antiforfora

La forfora è una vera e propria patologia. Si tratta di un problema della cute, di cui soffrono molte persone. Porta alla desquamazione del cuoio capelluto, provocando la formazione di piccole scaglie bianche e secche. Uno delle conseguenze più fastidiose...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.