Come realizzare una maschera per il cuoio capelluto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cuoio capelluto svolge all'interno del corpo la funzione importantissima di proteggere il cervello, non solo attraverso la produzione dei capelli ma anche attraverso processi di termoregolazione, che filtrano i raggi solari e impediscono la dispersione eccessiva di calore. Inoltre, la bellezza e la lucentezza dei capelli dipendono anche dalla salute del cuoio capelluto, pertanto, nei passaggi successivi, vedremo come realizzare, in pochi minuti e seguendo una semplice ricetta, una maschera per il cuoio capelluto fatta in casa.

26

Occorrente

  • 1 bicchiere di olio extravergine di oliva o olio di mandorle
  • 3 cucchiai di succo di limone biologico
36

L'olio di oliva è utilizzato da secoli come naturale idratante e rinforzante, sia per la pelle che per i capelli, mentre il limone, grazie alle sue rinomate proprietà astringenti, è in grado di chiudere i pori del cuoio capelluto, riducendo la produzione eccessiva di sebo. La maschera all'olio e limone sarà in grado di ridonare, attraverso l'utilizzo di prodotti esclusivamente naturali, salute al cuoio capelluto e lucentezza e splendore ai capelli, ma ricordatevi di non esagerare con il suo utilizzo: per evitare di alterare l'equilibrio naturale del cuoio capelluto, la maschera va effettuata massimo due volte al mese.

46

Per donare benessere al cuoio capelluto e assicurare il suo corretto equilibrio è sufficiente seguire una rapida ed economica ricetta. Bisogna, prima di tutto, riscaldare l'olio di oliva o di mandorle all'interno di un pentolino, fino a farlo diventare tiepido. Aggiungere all'olio il limone, mescolando il composto. Levare il pentolino dal fuoco e, se il contenuto è troppo caldo, attendere che si raffreddi. Versare il composto di olio e limone direttamente sul cuoio capelluto, massaggiando delicatamente e con movimenti circolari, in modo da facilitarne l'assorbimento. Durante il massaggio, prestare particolare attenzione ai punti di attaccatura dei capelli, sulla fronte, sul collo e dietro le orecchie. Lasciare in posa la maschera per almeno 15 minuti, magari avvolgendo i capelli all'interno di un asciugamano, e poi effettuare un normale shampoo con un prodotto delicato.

Continua la lettura
56

Spesso, quando trascuriamo una corretta alimentazione o durante periodi di particolare stress, ansia o stanchezza, i capelli possono apparire opachi, spenti e devitalizzati. La pelle e il cuoio capelluto sono tra i primi elementi a risentire dei malesseri emotivi e fisici e, in particolari condizioni di squilibrio, la cute tende a seccarsi e i capelli possono divenire più grassi, causando conseguentemente fastidiosi e inestetici problemi di forfora.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di utilizzare, dopo la maschera, uno shampoo troppo aggressivo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come nutrire il cuoio capelluto

Tutti noi vorremmo avere una chioma folta e lucente ma, spesso, ignoriamo che queste caratteristiche dipendono soprattutto dalla buona salute del nostro cuoio capelluto. I capelli, infatti, fondano la propria radice nel cuoio capelluto, ed è da lì che...
Capelli

Come trattare la secchezza del cuoio capelluto

Il cuoio capelluto, esattamente come la pelle, può risentire di vari fattori ed avere problemi di idratazione che comportano secchezza delle cute e talvolta forfora e prurito. Sia la pelle che il cuoio capelluto devono avere uno strato idrolipidico a...
Capelli

Cuoio capelluto sensibile: 5 errori da evitare

Avere capelli belli, brillanti e splendenti presuppone un'ottima salute del cuoio capelluto: è qui infatti che i nostri capelli hanno origine, qui che sono presenti i bulbi piliferi da cui poi dipenderanno bellezza e salute delle nostre chiome. Il cuoio...
Capelli

Come idratare il cuoio capelluto

Il cuoio capelluto ha continuamente bisogno di essere curato e, soprattutto, idratato, specialmente se si ha una pelle particolarmente secca, in quanto potrebbe presentarsi il fenomeno della desquamazione. Le principali cause che determinano la secchezza...
Capelli

Come fare uno scrub rigenerante del cuoio capelluto

Come si fa per viso e corpo, in alcuni casi, è necessario fare uno scrub anche sulla zona ricoperta dal cuoio capelluto, soggetta spesse volte a traumi causati da stress o da una eccessiva collocazione ai raggi solari e allo smog.Con il peeling (o scrub)...
Capelli

Come fare il massaggio al cuoio capelluto

Avere un taglio di capelli all'ultima moda oppure uno chignon elegante e raffinato rappresentano un biglietto da visita molto importante per tutte quelle posizioni lavorative, in cui è indispensabile avere una buona presenza, per cui è molto importante...
Capelli

Come liberarsi velocemente del cuoio capelluto secco

La secchezza del cuoio capelluto è un problema più diffuso di quanto si possa pensare. Le cause scatenanti sono davvero molteplici e, questa problematica, comporta spesso con sé anche la comparsa della famosa "forfora secca", ossia una maggiore desquamazione...
Capelli

Come curare il cuoio capelluto

Ogni parte del nostro corpo ha bisogno della giusta cura e di attenzione per garantirne il suo benessere. Purtroppo, molto spesso, ci soffermiamo solo sulle zone che sono visibili, come ad esempio i capelli, trascurando quelle che sono in posti più nascosti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.