Come realizzare una cipria fatta in casa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Truccarsi per le donne è davvero molto importante e trovano sempre trucchi nuovi per poter apparire al meglio in ogni occasione. Anche se in commercio esistono molti prodotti di cosmetica, il più delle volte potrebbero causare qualche allergia e fastidio a causa dei materiali con cui sono prodotti. Fortunatamente con un po' di pazienza e buona volontà è possibile crearne alcuni in casa utilizzando semplici ingredienti di tutti i giorni. In questa guida, vogliamo dare una mano concreta a tutte le nostre lettrici che amano truccarsi e vivere nel mondo del make up, a capire ed imparare come poter realizzare una cipria del tutto fatta in casa, in modo da poterla utilizzare quando ne avremo bisogno ed anche piacere.
Realizzare una cipria fatta in casa con le proprie mani non è così difficile come sembra. Gli ingredienti necessari si possono reperire con facilità nei supermercati o nelle erboristerie. L'ingrediente fondamentale è l'amido di mais. In alternativa possiamo utilizzare anche l'amido di riso. Le dosi dipendono da quanto prodotto vogliamo ottenere. Di solito vale la regola "tanto mais quanta cipria". Non resta ora che metterci al lavoro e dare il via alla creazione di questo trucco fatto in casa, che ci aiuterà a risparmiare dei osldi, ma in particolar modo ad essere bene a conoscenza, degli ingredienti che sono posti all'interno dei trucchi che andremo ad utilizzare sul nostro viso e sulla nostra pelle. Vediamo quindi come procedere al meglio e velocemente attraverso i passi di questa guida in cui daremo utili consigli che vi faciliteranno di molto il lavoro.

28

Occorrente

  • ciotola
  • amido di mais o di riso
  • carta assorbente
  • mestolo
  • recipiente per cipria o barattolo a chiusura ermetica
38

Scegliere le dosi

Innanzitutto dobbiamo scegliere la dose di amido di mais che volgiamo trasformare in cipria. Allora prendiamo l'amido di mais e mettiamolo in una ciotola capiente. A esso aggiungiamo delle gocce di alimentare rosso (se desideriamo una cipria colorata).] Se volessimo, invece, una cipria trasparente, non dovremmo aggiungere il colorante alimentare. Importante è creare la tonalità di colore adatta al proprio incarnato. Inoltre, dobbiamo sapere che il colore dell'impasto con l'evaporazione tende a diventare più tenue. Inizialmente sembra molto scuro. Mescoliamo molto bene il composto. Dobbiamo ottenere un composto omogeneo. Successivamente versiamo il preparato su di un panno, in alternativa su della carta assorbente. Lasciamolo asciugare per 24 ore, in caso di necessità anche 48 ore. Il tempo di attesa dipende dalla gradazione di colore di cipria che vogliamo ottenere.

48

Formazione di grumi

La formazione di grumi dopo la fase di asciugatura è normalissima. Possiamo eliminarli facilmente con un semplice mortaio. Infine non ci resta che versare la cipria in un contenitore apposito, detto jar. Questi contenitori per cipria si trovano nella grande distribuzione. In alternativa è sufficiente anche un semplice barattolo a chiusura ermetica. Importante è garantire la migliore conservazione della cipria fatta in casa, in modo tale da non poterla utilizzare quando ne avremo bisogno e quindi affinché la stessa possa durare più a lungo.

Continua la lettura
58

Conservare la cipria

La cipria deve stare lontano da fonti di calore e di umidità. Come ultima cosa dobbiamo ricordarci acquistare l'amido di mais e non la farina di mais. L'amido di mais si presenta di colore bianco e molto fine. Ora siamo pronti per provare la nostra nuova cipria. Una cipria personale ed economica. Applichiamo la cipria sul viso con un pennello o semplicemente con un dischetto di spugna.

68

Colore della cipria

Ricordiamoci che a seconda del colore di cipria che utilizziamo, avremo una maggiore copertura delle macchie, di brufoli o di altre imperfezioni della pelle. Un esempio di colore coprente è quello tendente al giallino. La creazione di una cipria in casa propria, come anche altri prodotti di cosmesi, permette una diminuzione delle allergie della pelle e il contatto cutaneo con materiali altamente tossici. Dopo la cipria saremo in grado di realizzare altri prodotti per la nostra pelle e per il nostro corpo. Porteremo sollievo anche al nostro portafogli.
Realizzare una cipria in casa potrebbe essere una valida alternativa per evitare prodotti dannosi alla propria pelle. Se non sapete bene da dove iniziare, non vi preoccupate, i consigli di questa guida vi aiuteranno certamente a realizzarne una in brevissimo tempo e senza troppi sforzi. Anche i costi saranno ridotti al minimo, per un prodotto di qualità superiore rispetto a ciò che potete trovare in commercio. Vi auguro quindi buon lavoro.
A presto.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non confondere l'amido di mais con la farina di mais
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Make Up

La cipria: come sceglierla e applicarla

La Cipria è un cosmetico che, costituisce la base fondamentale per la buona riuscita del trucco. La funzione principale della cipria è quella di fissare il fondotinta e togliere l'antiestetico effetto lucido. Inoltre, questo prodotto rende l'incarnato...
Make Up

Come fissare il fondotinta senza cipria

Avere la pelle setosa, liscia e luminosa è il sogno di tutti. Chi non ama truccarsi ogni mattina e coprire ogni piccola imperfezione della pelle con cipria e fondotinta? I modi per avere la pelle perfetta, sono davvero molti e attraverso un corretto...
Make Up

Come creare la polvere di riso cipria

La polvere di riso ha una consistenza molto simile al borotalco e sostituisce egregiamente la cipria. Va applicata dopo il fondotinta, per una perfetta tenuta. Non appesantisce il trucco ed il risultato è molto naturale. Per tale motivo, non copre né...
Make Up

Come applicare cipria e fard

Per un viso perfettamente truccato, applicare fondotinta e correttore. Dopodiché è importante procedere stendendo la cipria e il fard, per conferire al viso omogeneità nel colore, correggere eventuali imperfezioni e migliorare otticamente la forma...
Make Up

Come scegliere la cipria per ogni occasione

La cipria può essere vista come la nostra migliore alleata perché ci salva in tutte le occasioni e ci permette di donare lucentezza al nostro viso dopo aver applicato il fondotinta. Essa è necessaria per ottenere un make up duraturo, ma bisogna porre...
Make Up

5 alternative alla cipria

Truccare il nostro viso alla perfezione è un qualcosa di molto importante se vogliamo essere molto seduttive. Per rendere vellutata la nostra pelle e per fissare alla perfezione il trucco, nulla è meglio dell'utilizzare una buona cipria. Tuttavia, ci...
Make Up

Come scegliere la cipria

Durante la storia di ogni epoca, ci fu sempre maggiore attenzione per le cure verso se stessi, specialmente per l'uso del trucco nelle donne, in quanto considerato strumento per perfezionarsi: coprire le imperfezioni ed acquistare maggior sicurezza verse...
Make Up

Come applicare la cipria minerale

Le ciprie minerali si distinguono dalle più comuni perché prive di talco, oli, profumi o altri additivi. Composte esclusivamente da minerali naturali, risultano ideali per qualsiasi pelle (grassa, secca o mista). Inoltre, riducono al minimo le reazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.