Come realizzare un cappello vietnamita

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il "Non la" è il cappello tradizionale vietnamita. Esso ha una forma conica legato al sottomento tramite una fascetta, realizzato in semplici materiali e alla portata di tutti come il bambù, la paglia, la corteccia di albero Moc, o le foglie di palma. Nei tempi antichi veniva usato dai contadini nelle risaie, dai pescatori per proteggersi dai raggi cocenti del sole e dalle piogge torrenziali, dalle venditrici ambulanti. Solitamente viene usato come oggetto decorativo, come souvenir, ma anche per uso personale. Se volete portare un tocco asiatico nelle vostre case potrete cimentarvi nel creare questo tipo di accessorio manualmente, usando in modo semplice dei fuscelli di segale di buona qualità.

25

Occorrente

  • Paglia di segale;
  • Cartoncino quadrato;
  • Matita, riga e forbici
  • Compasso
  • Colla o nastro adesivo
  • Cucitrice a puntine metalliche
  • Fettuccina in nastro
35

Le fibre naturali in cui è formato, consentivano infatti un ricircolo dell'aria ed una evaporazione rapida dell'acqua. Oggigiorno è il simbolo dell'Asia sud-orientale e del Vietnam.
Per rendere facile l'intreccio delle fibre che si dovranno usare, bisognerà tenere in ammollo la paglia di segale dentro all'acqua assolutamente a temperatura ambiente, per una notte almeno. In seguito dovrà essere lasciata asciugare con tantissima cautela e battuta sopra un piano di lavoro con l'aiuto di un batticarne o martello.

45

Dovrete creare lo scheletro del cappello sopra ad un cartoncino quadrato. Dovrete tracciare con una matita ed una riga, le diagonali rispettive. Puntate il compasso sopra il baricentro con un'apertura di centimetri 18, poi dovrete fare un cerchio. A questo punto dovrete ritagliare la circonferenza poi iniziando dal centro, dovrete tracciare due linee creando una fetta che occupi circa un sesto della figura intera. Dovrete tagliare e togliere il cuneo avvicinando i due lembi e fermandoli con diverse gocce di colla oppure del nastro adesivo. Bloccate le fettucce con delle punte metalliche in due punti opposto all'orlo, preparando così il sottomento che andrà legato sotto la gola.

Continua la lettura
55

Adesso dovrete rivestire la struttura in cartone mettendo il centro di un giunco di paglia sopra alla punta dello scheletro, facendo in modo che le estremità pendano in misura uguale sopra a tutti e due i bordi. Dovrete ripetere l'operazione per altre ben cinque volte, spaziando i vimini in modo uniforme, e fermando i capi con delle graffette di metallo. Il lembo del sesto fuscello dovrà essere fissato sotto quelli fatti in precedenza, cioè il più possibile vicino all'apice del cono, dovrete inoltre intrecciarlo sopra e sotto in modo alternativo agli altri, scendendo verso in basso. L'operazione dovrà essere ripetuta per tutte le volte che ce ne sarà bisogno: per creare file nuove evitando di lasciare degli spazi vuoti, incollando la parte finale ad un'altra nuova senza toccare però lo scheletro del vostro cappello.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come indossare un cappello di paglia con stile

Se state pensando che un cappello di paglia possa essere adatto solo per la spiaggia, siete sicuramente in errore: scegliendo nel giusto modello e abbinandolo con gusto ad un genere di abbigliamento adatto, si può infatti indossare con un certo stile...
Accessori

Come realizzare un cappello di foglie di palma

D'estate è sempre bello e rilassante fare delle passeggiate in riva al mare, non dimenticate però di indossare un cappello in grado di ripararvi dal sole. Naturalmente, in commercio avete la possibilità di acquistare diversi e bellissimi tipi di cappelli,...
Accessori

Come pulire un cappello di foglie di palma

Quando si affrontano dei viaggi di vacanza è facile cadere nella tentazione dell'acquisto di un cappello di foglie di palma, tipico dei paese assolati del Sud America. La nascita di questo cappello è dovuta a persone piuttosto povere che erano costrette...
Accessori

Come scegliere il cappello per la spiaggia

Quando andiamo a mare dobbiamo sempre ricordarci di protreggerci dai raggi solari. Purtroppo una scorretta esposizione al sole può provocare problemi come ustioni, insolazioni e nel lungo termine anche cancro alla pelle. Quindi non dobbiamo mai scordare...
Accessori

Come realizzare un cappello orientale

I cappelli orientali hanno origine nel Sud Est Asiatico e sono realizzati interamente con la paglia. La loro tesa larga è stata progettata per proteggere i lavoratori sul campo dal sole e dalla pioggia, anche se spesso venivano immersi in acqua e poi...
Moda

Come scegliere un cappello per un matrimonio primaverile

Per un matrimonio primaverile può sembrare per molte donne un'impresa ardua scegliere un cappello, considerato che dovremo prendere in analisi una serie di fattori per non apparire "fuori tema". Soprattutto, una domanda che diventa centrale nella scelta...
Moda

Come vestirsi in stile country

Dalla provenienza e dal sapore tipicamente statunitense, lo stile country ci porta alla mente musica "Country & Western", bar saloon col bancone in legno, bicchieri di bourbon prodotto localmente, revolver a 6 colpi e deserti. Tuttavia, la verità è...
Accessori

5 cappelli per l'estate

Con l'estate è tempo di spolverare i capelli, e perché no comprarsene alcuni. Il capello oltre ad essere utile è anche un ottimo accessorio che permette di variare la propria figura. Ce ne sono diversi tipi che garantiscono un ottimo abbinamento con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.