Come realizzare il tuo Jeans a Zampa d'Elefante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il Jeans a zampa d'elefante è, nell'immaginario collettivo, uno dei simboli che più frequentemente associamo agli anni settanta e allo spirito hippie che animò quel periodo. Questa moda è stata ripresa durante gli anni novanta, dando così un'impronta anche a un'altra generazione. Infatti, come tutti sappiamo, la moda è sempre pronta a prendere spunto dal passato, quindi anche noi, proprio come fanno i grandi stilisti, possiamo creare il nostro personale look seguendo quello che la nostra creatività ci ispira. Riportando in vita questo capo rievochiamo tanti ricordi di gioventù e possiamo dire che, indossandoli, potrai sentirti anche tu un figlio dei fiori. Sei pronto per realizzare il tuo capo per Woodstock? Nei passaggi seguenti ci occuperemo proprio di illustrarti come bisogna procedere per realizzare il tuo personale jeans a zampa di elefante.

27

Occorrente

  • un jeans stretto
  • stoffa jeansata
  • ago
  • forbici
37

Il pantalone a zampa d'elefante, o meglio il Jeans che ha come caratteristica la zampa, è un capo d'abbigliamento tipico degli anni Settanta, e per questo motivo è degno di essere sempre utilizzato. La caratteristica di questo pantalone è che parte stretto dalla vita, e poi si allarga a mò di campana dal ginocchio in giu. Oggi non sono più alla moda, ma di sicuro se ne possono sempre trovare in qualche negozio vintage oppure on-line, ma se volete essere controcorrente e ancora più originali, potete provare a crearne uno da soli!

47

Per prima cosa, procuratevi un jeans, normale, anche stretto in basso, non importa. La cosa importante è che possa tagliarlo! Se volete creare un pantalone a zampa che sia strettamente anni settanta, il consiglio è quello di optare per uno a vita alta, mentre per gli anni novanta una vita più bassa è meglio, soprattutto se state realizzando un capo per donna. Partendo dal basso, tagliatelo nelle cuciture laterali salendo verso il ginocchio, quindi fermatevi a quell'altezza. Nel frattempo prendete della stoffa jeans (ma andrà bene anche se è di un'altra tonalità di jeans) e tagliatelo secondo la forma di una piramide. Badate bene all'altezza, in quanto il vertice dovrà avere la stessa altezza del taglio fatto al jeans di partenza.

Continua la lettura
57

Ora cucite la piramide, seguendo i bordi, alle estremità del taglio fatto al jeans. Se non siete in grado di cucire a mano, potete tranquillamente utilizzare una macchina da cucire, oppure potete farvi aiutare da qualcuno più bravo. In questo modo, dopo aver stirato il jeans, potrete notare l'andamento a campana del vostro jeans rivisitato, secondo i canoni dello stile anni Settanta! Se volete dare un tocco in più, potete frangiare la parte finale della vostra zampa, dando un effetto consumato tipico dell'utilizzo di questo modello. Basterà non cucire l'orlo finale, ma con l'aiuto di un paio si forbici so dovranno togliere i fili orizzontali della trama del jeans. Inoltre, potrete aggiungere qualche toppa se volete ricreare l'effetto biker: queste possono essere in pelle o in cuoio morbido, oppure quelle semplici rappresentanti il logo della band che preferite.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

5 abbinamenti con i pantaloni a zampa

I pantaloni a zampa di elefante, hanno davvero fatto il boom tra gli anni 60 e 70. Tutti i giovani amanti dello stile vintage però, ancora oggi hanno voglia di rimettere in gioco questo capo d'abbigliamento classico, utilizzandolo come indumento da indossare...
Moda

Come indossare i cropped flared jeans

I cropped flared jeans, ovvero jeans non esageratamente a zampa d'elefante che si fermano appena sopra la caviglia, sono la grande novità del momento in fatto di moda e questo capo non potrà mancare nell'armadio delle fashion victim e delle amanti del...
Moda

5 outfit con i cropped flared jeans

La moda di questa Primavera - Estate 2016 prevede l'introduzione di un nuovo stile di jeans: sto parlando dei cropped flared jeans. Vediamo prima di tutto cosa significano. Cropped, perché sono corti fino alle caviglie e flare perché nella parte bassa...
Moda

10 outfit con i pantaloni a zampa

Ideali per chi ha i fianchi larghi, i pantaloni a zampa, sono la soluzione perfetta per le donne curvy, perché aiutano a "mascherare" le curve e ridimensionare le proporzioni. Questo non toglie che siano molto amati anche dalle donne di taglia minuta,...
Moda

Come realizzare un mantello con dei vecchi jeans

Se abbiamo dei vecchi jeans e intendiamo sfruttarli per creare qualche accessorio utile per la nostra persona, è importante sapere che si possono trasformare e farli diventare un mantello. Si tratta di un lavoro di cucito abbastanza semplice e veloce,...
Moda

Come abbinare i jeans

Avere almeno un pantalone di jeans nell’armadio è davvero d’obbligo; è il capo di abbigliamento più semplice, che risolve moltissimi look soprattutto da giorno ma anche da sera, è un evergreen, qualcosa che fondamentalmente non passa mai di moda....
Moda

Come fare il risvolto perfetto ai jeans

Le mode e le tendenze sono in continua evoluzione, in tutti i campi della vita quotidiana. L'abbigliamento è, naturalmente, uno dei principali settori che subiscono tali influenze. Le usanze cambiano, mutano e si aggiornano nel tempo. Ma spesso vecchi...
Moda

Come stringere le gambe dei jeans

I jeans sono un capo molto versatile e comodo, facilmente adattabile in diverse occasioni. Essi sono fatti in denim, tessuto molto resistente e pertanto duraturo anche per più anni. La moda però ne propone sempre di modelli diversi, dai modelli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.