Come realizzare dei flick ai capelli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Che siano lisci o ricci, lunghi o corti, i capelli sono, soprattutto per donne e ragazze, un eterno problema. Spesso si scelgono dei tagli non adatti al proprio viso e, per questo motivo, si rischia di andare in giro per dei mesi con la testa perennemente disordinata. Altre volte, invece, si vorrebbero quelle bellissime acconciature che hanno le modelle in televisione o sulle riviste ma, erroneamente, si pensa che esse possano essere realizzate solo da parrucchieri professionisti. A differenza di ciò che si crede, infatti, determinate capigliature possono essere fatte anche da chi non è professionista, l'importante è avere tanta pazienza e fare un po' di pratica. L'ultima moda del momento, per esempio, è rappresentata da quei bellissimi boccoli gonfi e armoniosi che star di tutto il mondo sfoggiano continuamente. Ma come realizzare dei flick ai capelli? Contrariamente a quanto può sembrare, non è così difficile, basterà seguire i consigli di questa guida e fare qualche piccolissimo accorgimento.

26

Occorrente

  • spazzola
  • piastra fine
  • lacca per capelli
36

La prima cosa da fare è lavare accuratamente i capelli ed asciugarli molto bene, facendo attenzione ad eliminare anche il più piccolo dei nodi. Fatto ciò, è necessario decidere che tipo di acconciatura realizzare. Si può scegliere tra portare i capelli legati in una coda o con uno chignon, a seconda dei gusti personali e dell'occasione per la quale ci si sta preparando. Una volta presa questa decisione, si deve prendere una piastra stretta e metterla a riscaldarla ad una temperatura abbastanza alta.

46

Quando la piastra sarà diventata calda al punto giusto, si potrà procedere con la realizzazione dei boccoli. Si devono prendere, poco alla volta, le ciocche davanti dei capelli, iniziando da quella più vicina alla frangia e continuando con quelle più lontane. Partendo dalla punta della ciocca, si devono rotolare i capelli intorno alla piastra, girando verso destra se si sta lavorando sul lato destro e verso sinistra se invece si sta operando sul lato opposto. È opportuno lasciare agire per circa 20 secondi e, successivamente, spruzzare un po' di lacca quando la ciocca è ancora rotolata sulla piastra.

Continua la lettura
56

Togliere ora la piastra facendola scivolare verso il basso. A questo punto, non si deve fare altro che ripetere l'operazione per tutte le ciocche, inclusa quella della frangia vera e propria. Dopo aver completato tutto, è csigliabile prendere un po' di lacca e spruzzarla su tutta la lunghezza dei capelli, in modo tale da permettere una più duratura acconciatura.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • fai molta attenzione al verso verso cui fai girare la ciocca intorno alla piastra

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come Realizzare Un Nodo Con I Capelli

In commercio esistono una grandissima varietà di elastici per i capelli, dai più semplici ai più estrosi e particolari. Ma esistono anche quegli elastici che si mimetizzano perfettamente con i vostri capelli. Si tratta di elastici coperti da ciocche...
Capelli

Come realizzare un accessorio per i capelli col tulle delle bomboniere

Molti famosi stilisti e creatori di moda affermano che una donna non ha bisogno di abiti costosi per apparire bellissima ed elegante, bensì di un make up raffinato e di capelli curati. Di certo un'acconciatura elaborata può essere molto speciale, soprattutto...
Capelli

Come realizzare un balsamo al cioccolato per capelli setosi

Per mantenere sani i capelli, esistono in commercio numerose tipologie di prodotti adatti a tutte le esigenze. Va detto comunque che è possibile affidarsi anche a prodotti interamente naturali, come per esempio un balsamo al cioccolato in grado di rinforzare...
Capelli

Come realizzare una treccia con capelli corti

Intrecciare i capelli, è sempre stato un classico modo di acconciarli e ordinarli. Le trecce sono tornate di moda negli ultimi tempi, tanto che molte star di Hollywood amano sfoggiarle sui vari red carpet, e non ci rinunciano nemmeno se i capelli non...
Capelli

Come realizzare un effetto blorange sui capelli

Chi nell'arco della propria vita non ha mai pensato di voler dare un tocco di novità ai propri capelli, ormai rovinati e da troppo tempo sempre spenti e mostrati a fatica? Spesso tendiamo a raccoglierli, esibendo delle acconciature che possano nascondere...
Capelli

Come realizzare una maschera ai semi di lino per capelli opachi

I capelli opachi e sfibrati dipendono da una disfunzione del cuoio capelluto. Le ghiandole sebacee infatti non svolgono adeguatamente il loro compito. Il capello di conseguenza si inaridisce e si inasprisce. Ciò dipende in genere da un'alimentazione...
Capelli

Come realizzare una maschera per capelli al tè nero

Possedere una bella chioma folta, lucente e sempre in perfetto ordine è l'ambizione di tutti. Malgrado sia una prerogativa femminile, negli ultimi tempi anche parecchi uomini si dedicano parecchio alla cura dei loro capelli al fine di migliorare il loro...
Capelli

Come realizzare uno chignon sui capelli corti

L'estate, lo sport, la comodità. Sono tutti fattori che portano ad optare per un taglio corto di capelli, nella normalità per gli uomini, ma anche molto frequente fra le donne negli ultimi tempi. È infatti il gentile sesso che negli ultimi anni sta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.