Come radersi i baffi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La barba e i baffi sono molto amati dagli uomini e, di riflesso, anche da molte donne. Crescersi i baffi non è un gesto di pigrizia (anche se ci sono gli uomini a cui scoccia fare la barba). In alcuni casi la cura dei baffi è una vera e propria arte. Non sono rari i concorsi per chi ha i baffi più lunghi o di una forma originale. Ma ad un certo punto della vita di ogni uomo, arriva il momento di doversi radere barba e baffi. Questo gesto molto semplice a prima vista, può risultare un trauma per alcuni. Infatti ai baffi ci si affeziona e, una volta tagliati, il viso non assomiglia più a quello di un tempo. Nei più giovani poi, la barba comincia a presentarsi come una peluria nella zona dei baffi, che va eliminata per dar vita alla vera e propria barba. Inoltre radersi i baffi può comportare delle irritazioni cutanee. Questa guida si propone di spiegarvi come radersi i baffi.

25

Occorrente

  • forbici affilate;
  • buon rasoio;
  • creme e/o gel emolienti ed idratanti;
  • balsamo per capelli.
35

Innanzitutto bagnare i baffi con dell' acqua tiepida ed ammorbidirli, stendendovi sopra del balsamo per capelli, massaggiando delicatamente, in seguito si risciacquano e si asciugano completamente con un asciugamano morbido. Con delle forbici bene affilate, stando bene attenti a non procurarci lesioni, tagliamo, senza strappare i baffi ad una lunghezza più corta. Procediamo, in questa operazione con sicurezza e calma. Cercando di tagliare i baffi ad una lunghezza minima, per facilitare la successiva rasatura. Fate molta attenzione con le forbici, è facile tagliarsi.

45

Applichiamo quindi della crema o del gel da barba sui baffi, precedentemente ridotti di misura, preferendo prodotti idratanti con aloe vera e vitamina E, che proteggono la pelle ed aiutano a risolvere le irritazioni, conseguenti alla rasatura. Cerchiamo ora un buon rasoio a multi-lama, evitando gli usa e getta o quelli non bene qualificati, in modo da riuscire a rimuovere i peli facilmente e rapidamente. L' importanza del rasoio e delle creme da applicare è fondamentale per ottenere un risultato da professionisti e ridurre al minimo le irritazioni. Scegliete quindi sono creme di qualità, evitando marche sconosciute.

Continua la lettura
55

Radiamo i baffi procedendo nella direzione opposta a quella della crescita dei peli, facendo attenzione a non premere troppo sulla pelle sottostante ed avendo cura di risciacquare le lame frequentemente, per togliere ciò che è rimasto attaccato ad esse, in modo che siano perfettamente pulite. Quando la rasatura è finita è d' obbligo sciacquarsi abbondantemente con acqua fredda, rimuovendo totalmente la crema o il gel applicato. L' acqua fredda riuscirà a lenire le irritazioni e le eventuali lesioni, procurate con il rasoio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

Come radersi correttamente il viso

Radersi il viso è un'operazione che consiste nell'eliminare la barba dal viso, utilizzando un particolare strumento chiamato rasoio che può anche essere ti tipo elettrico. Eseguire una corretta rasatura è un'operazione che con un po' di pratica diventa...
Cura del Corpo

Come farsi i baffi a manubrio

Una delle ultime mode maschili sembra quella di farsi crescere la barba e i baffi, e così possono vedersi in giro uomini con barbe folte e curate, oppure con barbe sottili perfettamente scolpite sul volto. Naturalmente occorre fare un distinguo a seconda...
Cura del Corpo

Trucchi per tagliare bene i baffi

A partire dalla pubertà, ogni ragazzino inizia a dover convivere con una scomoda realtà che comunque si porterà dietro per tutta la vita, cioè la barba e i baffi, inizialmente poco accennati ma che poi con il passare degli anni diventeranno, nella...
Cura del Corpo

Come radersi sotto il collo

Chi è abituato a farsi la barba ogni mattina lo sa: il collo è senz'altro la parte più difficile dove realizzare una rasatura perfetta. A differenza del viso, dove le forme sono più lineari, il collo presenta molte irregolarità che rendono difficoltoso...
Cura del Corpo

Come radersi le ascelle

Con l'arrivo della bella stagione e del caldo tutti quanti vorremmo liberarci un po' della peluria in eccesso, un po' per sentirci più freschi, e un po' per una questione estetica. Soprattutto le donne, che tendono a scoprirsi di più e lasciare esposte...
Cura del Corpo

Come radersi

In passato era abbastanza inusuale per un uomo radersi da solo. La maggior parte degli uomini si recavano dal barbiere una volta la settimana, quasi sempre la mattina del giorno di festa, com'era definita la Domenica. Oggi, con l'avvento dei rasoi usa...
Cura del Corpo

Guida ad una perfetta rasatura

Ogni giorno milioni di uomini si guardano allo specchio e fanno di tutto per apparire belli e attraenti. Se c'è una cosa che li vede impegnati quasi tutti i giorni è la rasatura della barba. Nel corso degli anni, si sono succedute diverse mode in fatto...
Cura del Corpo

5 motivi per scegliere un uomo con la barba

Strano a dirsi ma a volte la moda poggia su basi scientifiche. Il ritorno sulle passerelle maschili di barbe lunghe e incolte sembra infatti sia basato sulla constatazione che gli uomini con la barba attirano maggiormente il gentil sesso, in quanto la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.