Come radersi correttamente il viso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Radersi il viso è un'operazione che consiste nell'eliminare la barba dal viso, utilizzando un particolare strumento chiamato rasoio che può anche essere ti tipo elettrico. Eseguire una corretta rasatura è un'operazione che con un po' di pratica diventa molto semplice, ma se siamo ancora alle prime armi, potremmo trovare qualche difficoltà. Su internet ci sono tantissime guide che ci mostreranno tutti passaggi da effettuare in modo da ottenere un rasatura sempre perfetta, evitando di irritare la pelle o creare dei piccoli taglietti. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a radersi correttamente il viso.

25

Occorrente

  • Pennello di pelo di tasso - crema da barba - rasoio multilama - dopobarba
35

Informazioni preliminari

Per prima cosa valutiamo il nostro tipo di pelle e la durezza dei peli della nostra barba. Questa analisi è determinante per la scelta del rasoio. Il rasoio tradizionale multilama può essere utilizzato indistintamente su ogni tipo di pelle e di barba, mentre quello elettrico, per la sua delicatezza, è indicato per le pelli sensibili. Il rasoio elettrico è molto comodo e veloce, non richiede alcuna preparazione preventiva, ma non garantisce una rasatura uniforme. Se utilizziamo un rasoio tradizionale multilama, prima di raderci il viso, iniziamo ad inumidire la barba con acqua tiepida o calda. Questa operazione favorisce ad ammorbidire il pelo e ad aprire i pori della pelle.

45

Rasatura del viso

È consigliabile distribuire la crema da barba con un pennello di pelo di tasso. Il pelo di tasso ha una struttura molto simile al pelo umano, trattiene l'acqua e riesce a distribuire bene il prodotto tra un pelo e l'altro. A questo punto, con un rasoio, potremo iniziare a raderci. Controlliamo prima di ogni rasatura che le lame non abbiano superato il limite massimo di utilizzo consigliato dalla casa produttrice. Seguendo queste regole avremo un perfetto scorrimento del rasoio sul viso. Per raderci in maniera corretta, muoviamo la lama del rasoio sempre in senso verticale. Non muoviamo mai la lama in diagonale, altrimenti rischieremmo di tagliarci. Iniziamo a raderci il collo e sotto il mento, dal basso verso l'alto. Mano a mano che procediamo nella rasatura, sciacquiamo spesso il rasoio con acqua calda.

Continua la lettura
55

Trattamenti post rasatura

Quando avremo terminato di raderci, sciacquiamo il viso in acqua fredda in modo da richiudere completamente i pori della pelle. Asciughiamoci il viso tamponando delicatamente con un piccolo asciugamano e applichiamo il dopobarba scelto. Radersi il viso è un gesto quotidiano per cui è importante conoscere bene come farlo correttamente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

Come radersi sotto il collo

Chi è abituato a farsi la barba ogni mattina lo sa: il collo è senz'altro la parte più difficile dove realizzare una rasatura perfetta. A differenza del viso, dove le forme sono più lineari, il collo presenta molte irregolarità che rendono difficoltoso...
Cura del Corpo

Come radersi le ascelle

Con l'arrivo della bella stagione e del caldo tutti quanti vorremmo liberarci un po' della peluria in eccesso, un po' per sentirci più freschi, e un po' per una questione estetica. Soprattutto le donne, che tendono a scoprirsi di più e lasciare esposte...
Cura del Corpo

Come radersi

In passato era abbastanza inusuale per un uomo radersi da solo. La maggior parte degli uomini si recavano dal barbiere una volta la settimana, quasi sempre la mattina del giorno di festa, com'era definita la Domenica. Oggi, con l'avvento dei rasoi usa...
Cura del Corpo

Come radersi i baffi

La barba e i baffi sono molto amati dagli uomini e, di riflesso, anche da molte donne. Crescersi i baffi non è un gesto di pigrizia (anche se ci sono gli uomini a cui scoccia fare la barba). In alcuni casi la cura dei baffi è una vera e propria arte....
Cura del Corpo

I 5 errori più comuni durante la pulizia del viso

Una pulizia del viso regolare e costante, delicata ma efficace, è un'operazione che non dovrebbe mai mancare, all'interno della routine settimanale di bellezza ed igiene personale. Per la pelle di una donna o per quella di un uomo, infatti, la pulizia...
Cura del Corpo

Come abbronzare bene il viso

Quando comincia il periodo estivo tutti gli appassionati della tintarella cominciano ad esporsi sotto i raggi del sole a tutte le ore del mattino e del pomeriggio per raggiungere il colorito desiderato. In questa guida però, ci occuperemo di dare alcuni...
Cura del Corpo

Creme solari: come usarle correttamente

Oggi non si può fare a meno dei prodotti solari e questo vale non solo nel periodo estivo ma anche in quello invernale. Purtroppo il sole, per quanto possa fare bene, tende anche a fare danni al nostro organismo, iniziando proprio alla nostra pelle....
Cura del Corpo

Come rimuovere la pelle secca dal viso

Molti di noi hanno problemi di secchezza di pelle, in particolare quella del viso che è molto delicata e particolarmente soggetta a screpolature perché è esposta tutto l'anno agli agenti atmosferici. Esistono tanti piccoli accorgimenti per risolvere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.