Come pulire un ciondolo di resina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Esistono molti tipi di resina in commercio e molti oggetti realizzati con questo materiale. Con la resina si realizzano diverse creazioni artistiche che vanno da oggetti di bigiotteria come bracciali, ciondoli e fermagli per capelli ma con la resina si realizzano anche a veri e propri complementi d'arredo. Chiaramente le resine per creare oggetti di bigiottera hanno una composizione diversa perché si impiegano resine naturali o fossili. Queste sono più preziose e per questo è necessario prestare molto attenzione durante la loro pulizia e procedere nel modo corretto è importante per non rovinarle. In questa guida vedremo come procedere nel pulire un ciondolo in resina naturale come l'ambra. L'ambra è una resina fossile molto bella e viene impiegata per realizzare collane, anelli e ciondoli di diverse dimensioni.

26

Occorrente

  • Ciondolo in ambra
  • acqua calda
  • sapone neutro o di Marsiglia
  • panni in microfibra o di daino
  • olio di oliva o di mandorle
  • custodia rivestita in velluto o feltro
36

Non usare detergenti aggressivi

Pulire un ciondolo di resina fossile di autentica ambra, non è per niente difficile. Bisogna solo usare molta delicatezza e servirsi di panni morbidi e ben puliti. L’unico problema che questo tipo di resina presenta riguarda il fatto che è da considerarsi tra le resine più morbide che ci siano. In quanto tale il tuo ciondolo ha bisogno di particolari attenzioni in fase di pulizia. Innanzitutto, non bisogna usare sostanze troppo aggressive o alcooliche. Persino il profumo o il deodorante possono rovinare questa splendida resina e quindi bisogna prestare attenzione affinché il contatto accidentale con questi prodotti chimici non deteriori la superficie esterna. Inoltre non bisogna indossare l'ambra quando si fanno operazioni di giardinaggio oppure quando si usano sostanze chimiche volatili. Fatte queste doverose premesse, vediamo in che modo possiamo pulire la resina.

46

Pulire il ciondolo subito dopo averlo indossato

Per ridare l'originaria lucentezza e brillantezza al tuo pendente, ti basterà mettere una o due gocce di olio di mandorle, di lino o di oliva su di un panno in flanella e sfregarne con esso delicatamente la superficie. Con un terzo panno dovrai cercare di eliminare eventualmente l’olio in eccesso. Prima di riporlo, continua a strofinarlo fino ad ottenere una buona lucentezza. Quando lo riponi, utilizza come custodia una custodia rivestita in velluto o in feltro, in modo che possa essere protetto da urti accidentali. Se vuoi mantenere il tuo ciondolo di resina sempre al meglio, cerca di pulirlo ogni volta che lo indossi. Bisogna pulire ogni volta il ciondolo per rimuovere le tracce di unto rilasciate dall'epidermide e anche per rimuovere le eventuali tracce di umidità che rovinerebbero e macchierebbero il gioiello, intaccandone la naturale bellezza. Non riporlo mai insieme ad altri oggetti, potrebbe rovinarsi.

Continua la lettura
56

Usare un panno morbido e un detergente neutro

Non lasciare mail il ciondolo in resina vicino a fonti di calore e non sottoporlo a improvvisi sbalzi di temperatura. Secondo gli esperti il migliore panno per pulirlo sarebbe il panno di daino, ma vanno benissimo anche quello in flanella o in microfibra, purché morbidissimi. Puoi lavarlo anche con acqua e sapone neutro. Prepara un piccolo contenitore con poco meno di mezza tazza di acqua calda. Aggiungi al suo interno tre gocce di sapone liquido neutro, tipo sapone di Marsiglia. Quindi agita con le dita il composto per la formazione di schiuma. In esso immergi una sezione del panno e, dopo averlo strizzato, passalo sul ciondolo delicatamente. Serviti subito di un altro panno pulito, completamente asciutto e cerca di eliminare qualsiasi traccia di umidità. Lascialo all'aria aperta per qualche minuto e poi riponilo nella sua custodia.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non immergiamo mai il ciondolo di resina nell'acqua ma usiamo un panno morbido e inumidito e rimuoviamo con cura ogni traccia di umidità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire un ciondolo di fimo

Sicuramente il fimo è una pasta polimerica che prima viene lavorata e poi cotta, è un materiale estremamente solido che mantiene all'interno una struttura porosa una volta cotta. Ideale per la bigiotteria in miniatura come i mini-gioielli a forma di...
Accessori

Come realizzare un ciondolo con charms

I gioielli, come tutti gli accessori, danno quel tocco in più ad un look anonimo, rendendolo unico e originale. Un paio di orecchini stravaganti, un anello con una pietra dal colore deciso o un bracciale impreziosito da charms sono in grado di rendere...
Accessori

Come abbinare un ciondolo

In questa guida, andremo a parlare di gioielli. Specificatamente, ci occuperemo di trovare il modo giusto per abbinare un ciondolo. Andremo a rispondere a questa domanda: come si fa ad abbinare un ciondolo? Buona lettura.Abbinare i gioielli non è mai...
Accessori

Come creare un gufo in fimo, portachiavi o ciondolo

In questa guida vedrete come potete creare un ciondolo o un portachiavi a forma di gufo, utilizzando il fimo in maniera facile e veloce e senza sporcare molto. Il fimo infatti è una pasta sintetica che potete modellare per creare qualsiasi oggetto voi...
Accessori

Come realizzare un ciondolo di fimo

Il fimo è una pasta sintetica termoindurente solitamente venduta in pani colorati molto facile da modellare e utilizzabile per creare oggetti bellissimi, come ad esempio ciondoli per collane e portachiavi tanto per citarne alcuni. A tale proposito,...
Accessori

Come realizzare un ciondolo fai da te

Se tra i vostri hobby preferiti avete quello di realizzare oggetti personali che diventino poi dei veri e propri gioielli, potete cimentarvi nella creazione di diversi manufatti da indossare sia personalmente che da regalare ad amici e parenti. In riferimento...
Accessori

Come creare un ciondolo in alluminio

Il ciondolo è un oggetto realizzato solitamente in metallo che può essere appeso alle collane o ai braccialetti. Normalmente si acquistano in gioielleria già "belli e fatti", ma in pochi sanno che è possibile realizzarli anche con le proprie mani...
Accessori

Come fare un ciondolo con liquido all'interno

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di fai da te. Nello specifico, come avete già avuto l'opportunità di scoprire leggendovi il titolo della guida stessa, andremo a concentrarci su Come fare un ciondolo con liquido all'interno. Questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.