Come pulire un anello di brillanti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se abbiamo un anello di oro o di platino con dei brillanti e lo vogliamo pulire, è importante eseguire delle operazioni corrette per evitare di danneggiarlo e fargli perdere splendore e soprattutto valore. A tale proposito, nei passi successivi di questa guida ci sono alcuni consigli utili su come ottimizzare il risultato.

25

Occorrente

  • Bicarbonato
  • Succo di limone
  • Paraffina liquida
  • Sapone neutro
  • Panno di daino
  • Spazzolino a setole morbide
35

Un anello di brillanti tende a sporcarsi prima di tutto nella giuntura con lo scafo oltre che a opacizzarsi in superficie, quindi la prima operazione da fare per la pulizia è quella di sciacquarlo in acqua tiepida strofinandolo con il dito, su cui poi applichiamo un pizzico di sapone neutro. Sempre con il dito per non graffiarlo facciamo in modo da emulsionare il sapone, e magari se le incrostazioni sono piuttosto ostili da rimuovere, possiamo usare uno spazzolino per denti a setole morbide.

45

In questo modo andremo ad eliminare con molta facilità, il grosso dello sporco che si è accumulato sul nostro diamante, facendo tuttavia attenzione a non utilizzare dei saponi aggressivi, che potrebbero danneggiare la brillantezza del diamante. Dopo aver eliminato tutte le impurità, ed eventualmente lucidato l'oro, ci dedichiamo esclusivamente a ridare lucentezza alla nostra pietra preziosa. La cosa importante è non utilizzare nessun prodotto abrasivo, per cui l'ideale è una crema che è possibile acquistare in un centro per l'ingrosso di oreficeria, oppure realizzarla in casa con della paraffina, bicarbonato di sodio ed alcune gocce di limone. L'applicazione può avvenire immergendo completamente l'anello nel liquido, e lasciandolo in ammollo per una mezz'ora. A questo punto sotto l'acqua corrente, dovremo eliminare il liquido utilizzando il palmo della mano come attrezzo per lucidarlo. Anche in questo caso l'uso di uno spazzolino a setole morbide, è una buona opzione per ottimizzare il risultato e nel contempo senza arrecare danni strutturali al brillante.

Continua la lettura
55

A questo punto, non ci resta altro da fare che provare subito a pulire il nostro bellissimo anello di brillanti, utilizzando tutte le varie tecniche e i vari prodotti riportati in questa guida che tuttavia prima di chiudere, richiede un'importante nota a margine; infatti, è doveroso aggiungere che da evitare sono le alte temperature che potrebbero spaccare il brillante, per cui e nel caso optiamo per un lavaggio a caldo poiché ci sono delle incrostazioni eccessive, il bagnomaria è l'unico modo per scongiurare l'inconveniente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire un anello d'argento

Spesso capita che si abbia un problema con le posate in argento che, con il tempo, possono perdere la loro lucentezza oppure si possono macchiare di scuro. Per far ritrovare loro la lucentezza e per pulire gli oggetti puoi utilizzare uno spray che trovi...
Accessori

Come creare un anello diadema

Gli accessori più ricercati e indossati sono gli anelli. Sono belli da vedere e contribuiscono a rendere eleganti le mani. In commercio ne esistono di vari modelli e molti non passano mai di moda. L'anello più ricercato è quello a diadema. Questo tipo...
Accessori

Come riconoscere i brillanti

I diamanti sono i migliori amici della donna e si sa che un diamante è per sempre. Infatti da sempre i diamanti sono gli accessori più desiderati dalle donne e gli uomini per conquistare una donna, e per chiedere la loro mano, usano regalare un bellissimo...
Accessori

Come togliere un anello incastrato nel dito

Sicuramente è successo anche a voi di provate un anello che non mettevate da tanto tempo e questo vi rimane incastrato al dito. Ovviamente, il dito si gonfia e diventa ancora più difficile liberarvi dell'anello, soprattutto senza farvi del male e senza...
Accessori

Consigli per recuperare un anello di oro annerito

Come tutti gli altri metalli, anche l'oro ha la tendenza ad ossidarsi cioè a divenire con il tempo più scuro. Tuttavia è possibile conservare al meglio i nostri gioielli in oro sottoponendoli ad una periodica ed accurata pulizia. L'oro è un materiale...
Accessori

Come realizzare un anello con perline

Se vi piacciono gli anelli e ne volete uno davvero unico ed originale potete realizzarlo in casa con le vostre mani! Confezionare un anello è più semplice di quanto si pensi, basta munirsi degli occorrenti necessari e di tanta fantasia per creare un...
Accessori

Come realizzare un anello a grappolo

Negli ultimi anni si è andata sempre più diffondendo la tendenza di indossare bellissimi accessori voluminosi, infatti sono ritornati di moda i grossi anelli con delle grandi pietre, gli enormi bracciali e dei massicci ciondoli. Naturalmente tanti sono...
Accessori

Come prendere la misura di un anello

Saper prendere correttamente le misure ad un anello è molto importante, soprattutto quando si va ad acquistarne uno. Un anallo di dimensioni errate, infatti, potrebbe rivelarsi un acquisto sbagliato anche perché questo gioiello difficilmente può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.