Come pulire i cappelli di cuoio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Solitamente, i materiali più delicati, sono anche i più raffinati e di conseguenza anche i più costosi. Per questo tipo di tessuti, si rende necessaria una buona manutenzione che mantenga inalterate le qualità dei materiali e li conservi più a lungo. Pensate, per esempio ai cappelli realizzati in cuoio. Prima di metterli via in estate, hanno bisogno di essere ben puliti e pronti per essere indossati l'inverno successivo ma come si può fare? Ecco in questa guida un modo facile ed efficace per riuscire nell'impresa.

27

Occorrente

  • shampoo delicato
  • lacca per capelli
  • alcool
  • panno umido
  • aceto bianco
  • acqua
37

A parte episodi eccezionali, le macchie che si possono riscontrare sui cappelli di cuoio sono macchie di sudore. A parte l'igiene, sono anche antiestetiche e vanno eliminate al più presto possibile. Peraltro, l'umidità che ne deriva, se riesce a penetrare nel fiore della pelle, può anche compromettere la bellezza del cuoio rovinando il cappello e conferendogli un'aria vecchia e scadente.

47

Prendete un secchiello e riempitelo a metà di acqua tiepida e immergetevi un panno molto morbido. Strizzatelo al massimo in modo da eliminare tutta l'acqua e mettete sopra una piccola quantità di shampoo delicato di quello che si usa per i neonati e cominciate a sfregare sul cappello in modo da sviluppare una consistente schiuma. Se vedete che la quantità non è sufficiente, aggiungete altro shampoo.

Continua la lettura
57

La tecnica di pulizia descritta non lascia tracce ed è perfetta per tutti i tipi di cuoio e per tutte le sfumature di colore. Potrebbe essere interessante sapere che lo stesso si può fare con la pelle per lo stesso tipo di macchia. Ad esempio, un divano in pelle potrebbe avere macchie di sudore se è stato a contatto diretto con l'epidermide. Con questo metodo il risultato è garantito. Se, invece, ci sono macchie di inchiostro, è molto più difficile rimuoverle. Stavolta, munitevi di lacca per capelli e spruzzate direttamente sulla macchia e dopo sfregate con un panno umido. Questo metodo si rivela particolarmente efficace sul cuoio bianco. Se questo metodo non dovesse funzionare, utilizza l'aceto bianco con una parte di aceto e dieci di acqua. Stesso si può fare con l'alcool ma ancora più diluito. Risciacquate con acqua fresca e lasciate asciugare.

67

Sfregate insistendo sulle macchie finché non saranno del tutto eliminate ma il problema ora è la schiuma in eccesso. Bisogna man mano eliminarla riassorbendola con un panno umido. Adesso che le macchie sono sparite, dovete pensare a nutrire il cuoio. Applicate, dunque, una discreta quantità di grasso per cuoio e spalmatelo fino a completo assorbimento. Ora potete mettere via il cappello fino al prossimo utilizzo.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando sfregate fate attenzione a non graffiare il cuoio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire il cuoio

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di pulizia. Nello specifico, come avrete già potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come pulire il cuoio.Pulire i nostri vestiti ed...
Accessori

Come pulire un portachiavi in cuoio

Il cuoio è uno dei materiali con cui sono costituite la maggior parte delle borse di qualità. Con il cuoio, è anche possibile realizzare diversi oggetti come portachiavi, borsellini, portafogli, astucci, scarpe, ecc.. Il cuoio ha una pelle molto delicata...
Accessori

Come pulire le scarpe di cuoio e pelle

Tutte le scarpe con il tempo tendono a sporcarsi e non risulta sempre facile riuscire a pulirle correttamente. Ci sono molti tipi di calzature, realizzate con diversi tipi di materiali; per poter eliminare ogni traccia di sporco da ognuna di loro dobbiamo...
Accessori

Come ridare forma ai cappelli

In paglia come in feltro, i cappelli rappresentano un accessorio funzionale ma di stile. Negli anni '50 era impensabile uscire senza cappello! Rappresentava l'eleganza e la raffinatezza, per uomini e donne, soprattutto dell'alta classe. All'epoca, le...
Accessori

Come fare una borsetta di cuoio

Come è ben noto, il cuoio si ottiene dalla pelle degli animali. Esso si concia, per renderlo inalterabile, decomponendone le proteine. Il cuoio si ottiene principalmente dalla pelle dei bovini, dei caprini, degli ovini e dei suini. È un materiale igienico...
Accessori

Come decorare il cuoio

Se in cantina hai del cuoio che non utilizzi più, puoi riciclarlo e fare tanti oggetti utili per la casa. Per effettuare questo lavoro non bisogna avere una grande manualità, ma soltanto un minimo di pazienza ed un po' di tempo a disposizione. A tale...
Accessori

Come realizzare Un Portachiavi In Cuoio

Fra macchina, casa e box le chiavi sono sempre più numerose ed è davvero difficile riuscire a tenerle tutte con cura, senza rischiare di perderle. Per questo può essere molto utile un portachiavi in cuoio per poterle riporre al meglio. A tal proposito,...
Accessori

Come creare una borsetta in cuoio

Tante volte in casa ci ritroviamo delle vecchie giacche di pelle, da cui non vorremmo mai separarci e che ci dispiace buttar via. Un buon sistema per riutilizzare la pelle, è ricreare una carinissima borsetta di cuoio, per avere uno stile originale e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.