Come pulire gli orecchini d'argento

Tramite: O2O 01/10/2018
Difficoltà: facile
19

Introduzione

La maggior parte delle donne ama i bijoux e, che siano veri gioielli o di bigiotteria, possiede sicuramente un paio di orecchini d'argento nella propria scatola portagioie. Un vecchio regalo, un acquisto ai saldi o magari un oggetto tramandato da madre in figlia da generazione in generazione e per questo, quindi, un po' anneriti dal tempo e dall'usura. Come si possono pulire dei begli orecchini senza rovinarli? L'industria non si è sottratta all'opportunità di mettere in commercio una serie di prodotti chimici appositi, un catalogo vasto tra spray e salviette imbevute di liquidi che aiutano a lucidare gli oggetti d'argento, ma dobbiamo dire che il costo a volte elevato e gli ingredienti di questi prodotti il più delle volte non invogliano all'acquisto così, i nostri gioielli, rimangono chiusi nei cassetti non utilizzati.
Nei passi che seguiranno vi saranno fornite delle valide alternative (soprattutto naturali) per poter far brillare nuovamente i vostri gioielli d'argento così che possiate continuare ad indossarli.

29

Occorrente

  • Acqua
  • Bicarbonato
  • Dentifricio
  • Panno di cotone o di lino
  • Spazzolino
  • Ketchup
  • Cenere di sigaretta
39

Bagno nel bicarbonato

Bisogna dire, come prima cosa, che tutti i prodotti industriali presenti in commercio sono senza dubbio ottimi e danno dei magnifici risultati, ma alle volte sono un po' cari. È bene quindi sapere che esistono altrettanti metodi casalinghi in grado di dare dei buoni risultati. Una delle strategie più diffuse è senza dubbio rappresentata dall'uso del bicarbonato di sodio. È sufficiente riempire un contenitore in alluminio usa e getta con acqua calda alla quale bisognerà aggiungere due cucchiai di bicarbonato e uno di sale per ogni litro d'acqua. Sarà quindi necessario lasciare a bagno gli orecchini, sul fondo del contenitore (per un paio di minuti o di più secondo la necessità, massimo un'ora per gli oggetti meno delicati), poi risciacquare e lucidare con l'aiuto di un panno morbido. Avviene in questo modo una reazione tra l'alluminio e i sali d'argento, che si tramutano in argento metallico mentre l'alluminio viene ossidato.

49

Pasta di bicarbonato

Un altro modo di utilizzare il bicarbonato di sodio per pulire l'argento è quello di creare una pasta con acqua e bicarbonato, nella dose di tre parti di bicarbonato ed una parte di acqua. Una volta creata la soluzione bisognerà applicarla con delicatezza, servendosi di un panno di cotone o lino, sull'oggetto che si intende pulire e strofinando con estrema cautela. Quando tutte le macchie di ossidazione risulteranno eliminate, si potrà procedere con il lavaggio e la lucidatura. A questo punto è bene precisare che l'utilizzo del bicarbonato per pulire l'argento va valutato caso per caso, perché potrebbe essere fin troppo efficace, pertanto sarà opportuno informarsi prima bene sull'oggetto da pulire.

Continua la lettura
59

Pasta di bicarbonato

Uno dei metodi tra i più conosciuti ed economici per pulire l'argento si basa sull'utilizzo del dentifricio, un prodotto che abbiamo tutti in casa e che ci darà dei risultati sorprendenti. L'esecuzione, in questo caso, è una delle più semplici in assoluto, di fatto sarà necessario spalmare semplicemente della pasta dentifricia sull'oggetto da pulire, utilizzando anche un vecchio spazzolino da denti pulito e morbido, strofinando in maniera molto delicata per evitare di graffiare il metallo. Una volta fatto questo basterà semplicemente sciacquare attentamente sotto dell'acqua tiepida ed asciugare bene.

69

Cenere di sigaretta

Fumare fa male, si sa, ma se abbiamo a disposizione della cenere di sigaretta potremo far splendere i nostri gioielli. Come? Ci basterà creare un impasto unendo la cenere a del succo spremuto e filtrato di un limone, strofinarlo quindi sull'oggetto annerito e lasciarlo in posa qualche minuto. Una volta passati almeno 10 minuti dovremo rimuovere lo strato dal gioiello con panno morbido e ammirarlo di nuovo in tutto il suo splendore.

79

Ketchup

L'ultimo metodo, che può sembrare un po'bizzarro e particolare, è quello di utilizzare un alimento che abbiamo in frigo: il ketchup. Bisognerà solo versare in un litro di acqua calda una tazza di ketchup ed immergere i gioielli d'argento lasciandoli a bagno da 15 a 30 minuti, tutto dipenderà dal grado di "annerimento" dell'oggetto.Una volta passato il tempo si dovranno sciacquare con attenzione sotto dell'acqua corrente ed asciugare con un panno morbido.
Dopo aver eseguito tutto questo lavoro non resta altro da fare che indossare finalmente gli adorati orecchini d'argento belli lucidi e uscire per sfoggiarli!

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come utilizzare il dentifricio per pulire i monili d'argento

Molti di voi forse non sanno che in casa ci sono dei prodotti di largo consumo che possono ritornare utili per pulire svariati oggetti e tra questi i monili d'argento. Nello specifico parliamo del dentifricio che deve comunque essere particolare, e...
Accessori

Come pulire un anello d'argento

Spesso capita che si abbia un problema con le posate in argento che, con il tempo, possono perdere la loro lucentezza oppure si possono macchiare di scuro. Per far ritrovare loro la lucentezza e per pulire gli oggetti puoi utilizzare uno spray che trovi...
Accessori

Come pulire i gioielli d'argento

L'argento appartiene alla serie di metalli definiti 'nobili', i quali, essendo piuttosto rari, tendono anche a risultare preziosi. Si tratta di un elemento particolarmente duttile, dotato di una condizione atomica stabile e quindi inalterabile negli anni,...
Accessori

Come abbinare gli orecchini a cerchi

Chi di voi, ragazze, non possiede almeno un paio di bellissimi orecchini a cerchi? Sappiate che anche gli accessori e i gioielli vi doneranno maggiormente se verranno abbinati al vostro fisico e, in questo particolare caso, soprattutto al vostro viso....
Accessori

Come fare degli orecchini a cerchio con clips

I gioielli sono amati da tutte le giovani donne, dalle ragazze e da chi ama sentirsi sempre elegante e ben curata. I gioielli possono essere di diversi materiali e possono abbellire non solo il collo, ma anche le orecchie, il viso, le braccia e molte...
Accessori

Come abbinare gli orecchini alla forma del proprio viso

Gli orecchini sono da sempre tra gli accessori che contribuiscono a caratterizzare il look di una persona, basti pensare a Madonna e al suo orecchino a croce indossato agli inizi, ai tempi di Borderline. Insieme ai tanti braccialetti e all'ombelico scoperto,...
Accessori

Come realizzare orecchini con dei bottoni

L'orecchino a bottone è da sempre sinonimo di eleganza e raffinatezza. Molto in voga negli anni sessanta, impreziosisce l'outfit, senza appesantirlo o stravolgerlo. È facile da riprodurre, ed è indispensabile nella collezione di accessori di una donna....
Accessori

Come indossare gli orecchini di perle

All'interno di questa guida andremo a occuparci di gioielli. Nello specifico caso, il tema principale saranno gli orecchini di perle. Come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo della guida, andremo ad argomentare su come si devono indossare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.