Come pulire e curare le pellicce

Tramite: O2O 16/11/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come pulire e curare le pellicce

La pelliccia è, senza dubbio, il capo d'abbigliamento più costoso in assoluto, ma è anche quello che può durare di più se adeguatamente trattato. L'acquisto di una pelliccia, dunque, rappresenta un investimento importante e come tale deve essere valorizzato al massimo. Il miglior metodo per la pulizia, la cura e il lavaggio delle pellicce è quello di portarle in lavanderia, sia per risparmiare fatica, sia per paura di rovinarle. Tuttavia, è possibile fare tutto ciò anche a casa: l'importante è prendere le dovute precauzione e seguire alcune semplici indicazioni. Vediamo allora come pulire e curare le pellicce.

26

Utilizzare rimedi "casalinghi"

Solitamente le pellicce vanno affidate a del personale autorizzato e competente in materia, ma alcuni consigli casalinghi possono essere abbastanza soddisfacenti di fronte a pellicce molto sporche ma che non necessitano di particolari cure.

36

Tamponare con trementina

Per i punti più sporchi è possibile tamponare con trementina le parti interessate. Per le pellicce scure, invece, si può utilizzare l'olio di vaselina: tamponate e lasciatelo agire per un paio di giorni, e, successivamente passate la crusca per assorbire. Se la pelliccia è bianca, oltre alla crusca è consigliabile usare un impasto di talco e trementina da stendere con una pezza e spazzolare quando è completamente asciutto.

Continua la lettura
46

Conservare le pellicce in custodie di cartone

Per conservarle è severamente vietato utilizzare una busta di plastica, poiché non la farebbe respirare, ma bisogna usare una custodia di cotone, la quale ogni tanto necessita di essere tirata fuori e di essere scrollata un po'. Quando vengono indossate è preferibile portare un foulard o una sciarpa per evitare di sporcare il collo della pelliccia con il trucco. Se vi cade dell'acqua sopra non allarmatevi: scuotete e lasciate la pelliccia asciugare all'aria aperta.

56

Pulire le pellicce sintetiche

Per quanto riguarda le pellicce sintetiche, esse sono molto sensibili al calore e possono anche rompersi, opacizzarsi o restringersi facilmente. Quindi, per evitare qualsiasi inconveniente, bisogna lavarle a secco. Alcune di queste pellicce sintetiche a pelo più corto sono anche lavabili a mano o ad acqua, ma bisogna seguire sempre con cura le istruzioni sull'etichetta ed è consigliabile evitare l'acqua calda e l'asciugatura nell'essiccatore. Per eliminare le macchie sulle pellicce sintetiche non occorre utilizzare i prodotti smacchianti, perché molte di queste sostanze contengono prodotti chimici che potrebbero danneggiare il pelo sintetico, per cui l'unica opzione è portarla in tintoria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire un anello d'oro

Gli accessori in oro, che siano collane, orecchini o bracciali, sono davvero belli e permettono di arricchire un look in modo unico, dando una luce speciale ad ogni viso o arricchendo un punto del corpo ma non sono sempre facili fa pulire. Scoprite come...
Accessori

Come pulire le scarpe in camoscio

Uno degli accessori femminili che maggiormente suscitano interesse nella vita di una donna sono sicuramente le scarpe. Ne esistono di tantissime forme, colori e materiali. Uno dei materiali più delicati e più difficili da pulire è il camoscio, che...
Accessori

Come utilizzare il dentifricio per pulire i monili d'argento

Molti di voi forse non sanno che in casa ci sono dei prodotti di largo consumo che possono ritornare utili per pulire svariati oggetti e tra questi i monili d'argento. Nello specifico parliamo del dentifricio che deve comunque essere particolare, e...
Accessori

Come pulire le scarpe in pelle

Le scarpe di pelle richiedono una manutenzione attenta e scrupolosa, finalizzata a conservarne intatta la bellezza e le qualita. Vista l'estinzione dei lustrascarpe, questa cura è un'operazine che grava sul possessore del capo stesso. Pulire le scarpe...
Accessori

Come pulire i tuoi gioielli

All'interno di questa guida andremo a occuparci di gioielli. Nello specifico, come avrete sicuramente già letto nel titolo della guida, ci concentreremo su come si debbano pulire i tuoi gioielli. La guida sarà composta da un passo introduttivo alla...
Accessori

Come pulire le scarpe scamosciate con l'olio

Nel caso in cui dobbiate pulire delle scarpe scamosciate che, accidentalmente, si sono macchiate con dell'olio e non sapete come fare, allora vi conviene leggere attentamente i passi successivi di questa guida. Infatti, di seguito, troverete metodi e...
Accessori

Come pulire la pelletteria

La pelle viene impiegata per capi d'abbigliamento, calzature ed accessori raffinati e ricercati. Il materiale richiede trattamenti semplici ma regolari. In questa maniera, si manterrà sempre come nuovo e curato. La pulizia straordinaria prevede prodotti...
Accessori

Come pulire le scarpe di cuoio e pelle

Tutte le scarpe con il tempo tendono a sporcarsi e non risulta sempre facile riuscire a pulirle correttamente. Ci sono molti tipi di calzature, realizzate con diversi tipi di materiali; per poter eliminare ogni traccia di sporco da ognuna di loro dobbiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.