Come preparare un latte detergente per pelli secche

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se avete la pelle secca, con questa guida, vi insegnerò come preparare un latte detergente adatto. Questo latte detergente è fatto con prodotti del tutto naturali, quindi non vi darà alcun problema di allergia. Gli ingredienti naturali utilizzati in queste creme detergenti vi aiuteranno a godere dei benefici di un'esperienza quasi termale direttamente da casa vostra. Questo latte detergente per il viso aiuta ad idratare la pelle secca perché sfrutta le proprietà idratanti del latte. Utilizzando le proprietà lenitive della lavanda e della camomilla, le mandorle tritate vi aiuteranno ad esfoliare la pelle secca e ad eliminare le cellule morte. Vediamo come preparare un latte detergente per pelli secche.

25

Occorrente

  • un cucchiaio di latte intero (primo metodo)
  • un cucchiaio di succo di pesca (primo metodo)
  • un cucchiaio di acqua di rose (primo metodo)
  • mezzo cucchiaio di glicerina (primo metodo)
  • una tazza di latte (secondo metodo)
  • un cucchiaio di mandorle tritate (secondo metodo)
  • un cucchiaio di camomilla e di lavanda essicate (secondo metodo
35

Primo metodo - Prendete il latte ed il succo di pesca ed agitateli molto bene. Aggiungete l'acqua di rose e la glicerina e scuotete il composto fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Travasate il preparato in un recipiente e conservatelo in frigorifero per cinque o sei giorni al massimo.

45

Secondo metodo - Versate la camomilla e la lavanda in un barattolo di vetro. Versate il latte sopra il composto e mettete il coperchio. Conservate la miscela in frigo da 48 a 72 ore. Filtrate il composto in una piccola ciotola, aggiungete le mandorle tritate e mescolate con delicatezza. Versate di nuovo il composto nel barattolo, dopo la pulizia del viso, o in un nuovo contenitore. Chiudete bene col coperchio e rimettete in frigo. Assicuratevi di tenere sempre il composto in fresco, quando non usato.

Continua la lettura
55

Utilizzo - Prima dell'uso, ricordatevi di agitarlo bene. La sera potete usarlo come struccante, per rimuovere il make up. Basta metterne una piccola quantità sul viso, usando la carta igienica anziché i soliti dischetti in cotone, in quanto essendo un pochino più ruvida, avrà in aggiunta un effetto esfoliante. Una volta rimosso il make up, risciacquate prima con acqua tiepida e poi con acqua fredda. La mattina sciacquate prima il viso con acqua calda, quindi passate il latte detergente preparato in casa e massaggiatelo sul viso. Attendete qualche minuto (cinque dovrebbero bastare) e rimuovetelo con della carta igienica. Con poche applicazioni, l'aspetto della vostra pelle migliorerà sensibilmente. La quantità ideale è di circa due cucchiai per tutto il viso. In genere risulta abbastanza liquido, quindi vi consiglio di appoggiarvi sul lavandino, mentre lo utilizzate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Make Up

Come preparare il viso al trucco, per pelli grasse

Avere la pelle grassa costituisce un problema e molte donne ne soffrono in modo più o meno evidente. Si potrebbe pensare che un buon trucco riesca a nascondere quelle imperfezioni, ma le pelli grasse necessitano di attenzioni particolari anche per il...
Make Up

Come Fare Un Detergente All'Ippocastano E Centella

Un detergente comune è composto da insieme di sostanze in povere o liquide che hanno il fine di pulire la nostra pelle dalle varie impurità.Sebbene i moderni detergenti nascano molto indietro nel tempo, la loro immensa diffusione inizia solo dopo la...
Make Up

Come realizzare un make-up per pelli mature

Una delle maggiori aspirazioni delle donne è quella di apparire sempre in forma e impeccabili. Non importa che si abbiano venti anni oppure cinquanta, a nessuna piace apparire ingrigita, stanca o invecchiata. A volte, però, i segni del tempo sembrano...
Make Up

Il make-up perfetto per pelli grasse

In questo articolo vogliamo aiutare tutte le nostre lettrici a capire qualcosa di più riguardo il make-up. Nello specifico cercheremo di analizzare un trucco, da eseguire su un tipo particolare di pelle e cioè quella grassa. Truccare in modo perfetto...
Make Up

Come struccarsi in base al tipo di pelle

Una donna deve sempre essere curata non solo per quanto riguarda l'abbigliamento, ma anche per quanto riguarda il trucco. Il make up di una donna è importante per apparire sempre ordinate e sensuali, ma per non rovinare la pelle, è sempre necessario...
Make Up

10 consigli di make up per pelli chiare

Chi ha la pelle chiara è in possesso del fascino senza tempo che tanto stregava la dame francesi del XVII secolo. È elegante, è sofisticata, mette in risalto gli occhi e la labbra. Ovviamente possiede dei difetti: può presentare zone arrossate, può...
Make Up

Come fare il massaggio rilassante del viso

Ciascuna donna adora farsi coccolare il viso da un massaggio rilassante, e se esso, oltre che a rilassare potrebbe aiutare anche a nascondere i segni di espressione, potrà soltanto essere una bellissima idea per chi si vuole sentire curata e bella ogni...
Make Up

Come attenuare borse ed occhiaie con il latte

Le donne sanno bene quanto un banale inestetismo possa trasformarsi in un cruccio davvero molto difficile da sopportare ogni giorno, ogni volta che ci si guarda allo specchio. I difetti più difficili da accettare sono quelli che riguardano il nostro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.