Come pettinare i capelli in stile emo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo stile emo rappresenta una tendenza veramente recente e, inizialmente, il termine venne preso in prestito da un genere musicale punk rock per giungere, ai giorni nostri, ad un cambiamento semantico riferito ad un'area di solitudine emozionale. Oltre ad un trucco pesante scuro e un abbigliamento nei medesimi toni abbinato a dei colori fluo, un aspetto caratteristico emo è dato dall'acconciatura. Nella seguente perfetta e rapida guida che troverete esposta nei passaggi successivi, vi spiegherò dettagliatamente come bisogna pettinare esattamente i capelli seguendo questo genere di stile!!!

26

Innanzitutto, dovete sapere che un segno distintivo per i capelli emo è sicuramente la frangia, che dev'essere estremamente folta e deve far presa sulla maggioranza del capo, addirittura partendo da un punto sulla nuca. Inoltre, essa non deve essere centrale, ma laterale, e l'assoluta specificità è l'asimmetria: i capelli non devono possedere la medesima lunghezza, bensì una scalatura irregolare con dei ciuffi in prevalenza più lunghi sul davanti e alternati ad altrettanti maggiormente corti.

36

Qualora i vostri capelli siano corti, dovrete portare un ampio ciuffo davanti ed un taglio regolare posteriore, con qualche piccola coda maggiormente lunga sul collo, che non dev'essere assolutamente rasato. I capelli lunghi, invece, s'acconciano sul viso sempre nella stessa modalità appena descritta e con una scalatura simmetrica abbastanza lunga e perfettamente liscia oltre le spalle.

Continua la lettura
46

La chioma dev'essere ad effetto "istrice" e, dunque, non morbida, ma maggiormente vicina ad un genere punk: pertanto, sono assolutamente vietati i boccoli, i ricci oppure le onde. Per modellare efficacemente il liscio appuntito, potrete usare una spuma a tenuta forte ed effetto particolarmente fissante da passare sui capelli: in questo caso, tirate mediante un pettine ed aggiungete anche una spruzzata di lacca oppure avvaletevi di un'apposita cera (solitamente venduta nei negozi di forniture per parrucchieri).

56

La tinta dei capelli deve essere unita e netta: il colore più utilizzato è il nero dark, mentre quello odiato è il castano; è consentito il biondo (purché inflessibilmente platino), per cui non utilizzate dei colori naturali oppure delle sfumature ottenute tramite le meches o i colpi di sole. Una novità molto attuale, invece, sono le ciocche colorate in toni fluo verdi, blu, rossi, viola e fucsia: potrete acquistarne di posticce e metterle sulle lunghezze della vostra chioma oppure avvalervi di spray o tinture apposite per dare un tocco d'originalità al vostro look, ma state attenti a non comprare dei prodotti che possano danneggiare la vostra cute.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come avere uno stile da emo

Essere Emo non è soltanto una moda, bensì è uno stile di vita nato da un genere musicale misto tra punk-metal alternative e rock melodico. I veri Emo sono nell'anima esattamente quello che sono esternamente, ma con il loro look molto particolare e...
Capelli

Come cotonare i capelli Emo style

L'ultima moda alla quale i giovani si ispirano per un taglio di capelli è quello di chiedere al proprio barbiere o parruchiere un Emo style. Infatti l'emo style è diventata una moda dilagante ed è molto amata tra i giovani per la sua originalità,...
Capelli

Come pettinare i capelli corti

All'interno di questa semplice ma utilissima guida, troverete utili consigli e suggerimenti su come pettinare i capelli corti. I capelli, infatti, sono uno degli elementi che maggiormente contraddistinguono la personalità di un individuo sia esso uomo...
Capelli

Come pettinare i capelli crespi

Tutti i capelli devono essere ben curati, però a volte risulta complicato per chi li ha crespi o ricci, in quanto spesso sono ingestibili. Tuttavia se si ha questa tipologia di chioma, è importante sapere che c'è la possibilità di rimediare, e pettinarli...
Capelli

Uomo: come pettinare i capelli ricci

In genere pensiamo di essere le uniche persone ad avere difetti e sia l'uomo che la donna sono sempre pronti a preferire ciò di cui non dispongono. Ad esempio nel caso dei capelli, chi gli ha lisci vorrebbe averli ricci e viceversa. In particolare l'uomo...
Capelli

Come pettinare i capelli in base alla scollatura

La pettinatura in una donna è un elemento essenziale per valorizzare sia il proprio viso, sia l’intero corpo. Il più delle volte ogni ragazza sceglie la propria pettinatura in base all'umore e al gusto che hanno mentre si accingono a pettinarsi. In...
Capelli

Come pettinare i capelli ribelli

I capelli ribelli di solito sono crespi. Una caratteristica che molte persone hanno fin dalla nascita, ereditata con ogni probabilità dai genitori. Tuttavia anche chi li ha grassi può avere grossi problemi. Pettinare queste capigliature non è difficile....
Capelli

Come pettinare i capelli fini

Quotidianamente i nostri capelli sono posti a grande stress. L'utilizzo di prodotti sbagliati e i metodi di pettinatura e asciugatura sbagliata mettono a dura prova il cuoio capelluto. Trattare nel giusto modo i capelli non è facile. I troppi lavaggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.