Come lavare il cashmere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In tale tutorial, vi vogliamo svelare tutti quanti i misteri relativamente al trattamento del Cashmere, dandovi diverse e semplici indicazioni, partendo da come lavare tali capi di lana. È inutile sottolineare quanta magia e morbidezza si intreccia nel Cashmere, che è una fibra tessile piuttosto pregiata, creata con il pelo della capra hircus. Capire come mantenere, nel corso del tempo, tutta la sua sofficità che lo rende ricco e prezioso di fascino, è molto interessante. Buona lettura e buon lavoro!

26

Vi indichiamo la modalità dei lavaggi a mano ed in lavatrice

Ci sono delle accortezze comunque che si possono fare anche quando viene fatto il lavaggio domestico, sia nel caso dove l’indumento viene lavato a mano, sia se viene posto in lavatrice. Il Cashmere viene impiegato nella creazione di sciarpe, di cappelli, di maglioncini e di plaid. Essi sono tutti capi di abbigliamento che hanno bisogno di essere lavati con una buona frequenza, visto che devono essere indossati e si sporcano con molta facilità. Si potrà ricorrere all'uso della lavanderia, e senz'altro la loro professionalità farà in modo di mantenere sano il capo relativo.

36

Il contatto con l’acqua permette alle fibre diverse di Cashmere di aprirsi

Il contatto con l’acqua permette alle fibre diverse di Cashmere di aprirsi. Mediante l'uso di un detergente comune, vengono inoltre tolti tutti quanti i residui di lavorazione ed anche lo sporco che si viene a creare per contatto con la pelle. In aggiunta, mediante l'ammorbidente, le fibre risulteranno essere maggiormente scivolose. Se pensate di scegliere per un lavaggio in lavatrice, è essenziale che nel programma, venga impostata una centrifuga leggera al termine del ciclo di lavaggio. Tutto questo potrà favorire la fuoriuscita del “vello”, tipico del Cashmere, facendolo apparire immediatamente morbido.

Continua la lettura
46

Vi spieghiamo come dovrete procedere con il lavaggio a mano

Per quanto riguarda l’operazione di lavaggio a mano, sarà bene preparare una bacinella contenente l’acqua tiepida, poi dovrete sciogliere al suo interno un po' di sapone neutro delicato, ideale per lana trattata. Ora dovrete immergere il capo, facendogli assorbire tutta quanta l’acqua per bene, in seguito dovrete continuare il lavaggio, quindi risciacquate facendo abbastanza veloce. Non dovrete lasciare in ammollo gli indumenti per un tempo molto lungo, come si usa fare per la rimozione delle macchie difficili sugli altri tipi di tessuti. Esso perché le fibre del Cashmere si tenderebbero a rovinare. In seguito quindi risciacquate in modo delicato con l'acqua corrente o sostituendo, più volte, l’acqua della vaschetta finché non otterrete l'acqua trasparente.

56

Vi spieghiamo come dovrete procedere con il lavaggio in lavatrice

Se, leggendo l’etichetta vi accorgete che c'è anche la possibilità di fare un lavaggio in lavatrice, dovrete a quel punto rovesciare il vostro capo di Cashmere, oppure lo potrete mettere dentro ad una busta di tessuto usata solitamente per il lavaggio dell’intimo. Dovrete mettere nel cassettino del detersivo, un misurino di prodotto ideale per il trattamento dei capi delicati, ed anche due misurini di ammorbidente. Se preferite, sarà possibile mettere un po' di aceto nello spazio idoneo alla candeggina, facendo in modo che sarà usato dalla lavatrice per fare l'ultimo risciacquo. Impostate successivamente, il ciclo “lana” o “capi delicati”, e se è permesso, scegliete per una temperatura di lavaggio nei 30°. Come abbiamo già accennato in precedenza, la centrifuga, servirà per togliere l’acqua che potrebbe fare infeltrire il capo. Questa dovrà essere impostata tuttavia, a bassi giri. Vi consigliamo perciò di selezionare 400 giri, in modo da non strizzare in maniera esagerata il capo di abbigliamento.

66

Vi spieghiamo come dovrete procedere con il lavaggio a secco

Potrete anche scegliere per un lavaggio a secco, però non è tanto adeguato a tal tipo di lana, perché toglie gran parte della sua sofficità. In aggiunta, tale tipo di lavaggio rende il Cashmere eccezionalmente secco. Per fare l’asciugatura del capo, è bene stenderlo sopra un asciugamano di spugna, per poi avvolgerlo internamente, esercitando una pressione lieve con le mani, facendo in modo da fare assorbire l’acqua residua. Successivamente dovrete srotolare e mettere il capo sullo stenditoio in posizione orizzontale, oppure sopra una superficie piana, lontana dalle fonti dirette di calore, un termosifone, una stufetta, o la luce del sole. Per quanto riguarda invece la stiratura, il capo dovrà restare al rovescio, e la piastra del ferro che viene usata non dovrà essere troppo calda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come lavare il giaccone in piumino d'oca

Ecco pronta, una bella ed interessante guida, attraverso la quale, poter imparare come lavare, a casa propria, il giaccone in piumino d'oca, evitando di commettere errori e quindi mettendo da parte il rischio di rovinarlo per sempre. Il giaccone in piumino...
Moda

Come lavare le scarpette sportive

Sempre più persone indossano le scarpe sportive per uso quotidiano, sia per comodità che per la loro caratteristica possibilità di tenerle sempre perfettamente pulite e nuove. Contrariamente alle scarpe tradizionali in cuoio oppure in pelle, le scarpe...
Moda

Come lavare un cappotto di montone

Dagli anni '70 con furore, ritorna di moda il cappotto di montone. Soffice, resistente, caldo è anche traspirante e termostatico, ideale per affrontare il freddo più intenso. Come qualsiasi capo d'abbigliamento, necessita di una pulitura periodica....
Moda

Come lavare le scarpe di camoscio

Le scarpe rivestono un ruolo fondamentale nell'abbigliamento di una persona, per questo prendercene cura è molto importante. Sia per gli uomini che per le donne, l'abbigliamento la dice lunga sulla persona, per cui essere vestiti in maniera adeguata...
Moda

Come lavare i tessuti tecnici

Tutti quanti nell'armadio possediamo dei capi sportivi di ultima generazione. Realizzati in tessuto tecnico, con filati particolari, sono molto in voga per la praticità di utilizzo, per l'alta traspirabilità e per la leggerezza. Anche se danno l'idea...
Moda

Come lavare il kimono

Il Kimono è un indumento giapponese che fa parte della cultura e della tradizione di questo popolo. Letteralmente la parola Kimono, significa "indossare", verbo riferito all'abito che si indossa. Sostanzialmente si tratta di una tunica allacciata e cucita...
Moda

Come indossare una sciarpa maschile

Solitamente, le donne rubano i vestiti dei loro mariti, fidanzati o fratelli: che sia per rimanere in casa, andare a fare la spesa alimentare o uscire con le amiche, indossare un capo d'abbigliamento maschile è abbastanza comodo e veramente fashion....
Moda

Come abbinare un pull con maniche a pipistrello

Vestire ed avere un perfetto abbinamento su ciò che si indossa, non è molto facile, soprattutto per il genere femminile, a cui vengono proposte molte alternative e varianti per il giorno e per la sera, per lo sport e per il lavoro. In ogni caso l'abbigliamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.