Come lavare i tessuti tecnici

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutti quanti nell'armadio possediamo dei capi sportivi di ultima generazione. Realizzati in tessuto tecnico, con filati particolari, sono molto in voga per la praticità di utilizzo, per l'alta traspirabilità e per la leggerezza. Anche se danno l'idea di un capo infrangibile, i tessuti tecnici sono molto delicati. Per questo motivo è fondamentale usare delle accortezze particolari in fase di lavaggio, per non privarli dell'elasticità e della morbidezza che li caratterizzano. Grazie ai consigli di questa guida saprete come lavare i tessuti tecnici senza rovinarli.

26

Occorrente

  • Detersivo neutro - Bicarbonato - Olio essenziale - Rete per bucato
36

I tessuti tecnici, nella maggior parte dei casi, sono ibridi, ovvero realizzati con un'alta percentuale di cotone o lana. Vista la composizione particolare è opportuno lavarli a mano con sapone neutro, o scegliere un tipo di lavaggio delicato in lavatrice, a bassa temperatura e con carico limitato. Se decidete di lavarli in lavatrice, metteteli pure insieme ai capi in poliestere e nylon, selezionando un programma che non superi i 30 gradi. Questo trattamento consente di non compromettere il tessuto traspirante e di non eliminare i filtri protettivi, che proteggono dai raggi UV quando si pratica sport all'aria aperta.

46

Oltre al programma ideale, è fondamentale scegliere un detersivo adeguato al lavaggio. Sono da evitare tutti i detersivi formulati con sbiancanti, tensioattivi, ammorbidenti o profumi artificiali. Queste caratteristiche del detersivo, infatti, possono compromettere la funzionalità del capo in tessuto tecnico. Meglio scegliere un sapone neutro o naturale, possibilmente in polvere ed in piccole dosi. Se amate i rimedi naturali, potete aggiungere del bicarbonato di sodio ad ogni lavaggio, o qualche goccia di olio essenziale al detersivo.

Continua la lettura
56

Per proteggere al meglio i tessuti tecnici è possibile utilizzare un'apposita rete per bucato, da inserire in lavatrice. Questa tecnica consente di igienizzare il capo senza stressarlo. Anche il programma di asciugatura dev'essere idoneo ai capi sportivi. Se decidete di lavarli a mano, dopo l'ammollo in acqua tiepida dovete risciacquarli abbondantemente, e stenderli all'ombra e all'aria aperta. Se lavate i vostri capi in lavatrice, premuratevi di abbassare la potenza della centrifuga, per evitare di stropicciarli eccessivamente. Una volta estratti dalla lavatrice, metteteli ad asciugare su un'apposita gruccia, lontano da fonti di calore e dalla luce diretta del sole. Ovviamente, i capi in tessuto tecnico non vanno stirati.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In commercio esistono detersivi per capi sportivi, che igienizzano i tessuti tecnici rispettando il filato ed il colore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come lavare i giubotti in piuma d'oca in lavatrice

I piumini costituiscono un vero e proprio must della stagione invernale: riparano, infatti, in maniera ottimale dal freddo, grazie ai materiali con cui sono realizzati. Lavare un piumino d'oca non è una cosa totalmente semplice. La soluzione migliore...
Moda

Come Togliere Le Colle Forti Dai Tessuti Dei Jeans

Le colle forti, che vengono utilizzate sul legno, sul vetro e altre superfici, possono essere molto difficile da eliminare quando si attaccano ai vestiti poiché a tendono a penetrare e a sedimentarsi nelle fibre. Seguendo questa guida vedremo come è...
Moda

Come lavare il giaccone in piumino d'oca

Ecco pronta, una bella ed interessante guida, attraverso la quale, poter imparare come lavare, a casa propria, il giaccone in piumino d'oca, evitando di commettere errori e quindi mettendo da parte il rischio di rovinarlo per sempre. Il giaccone in piumino...
Moda

Come lavare le scarpette sportive

Sempre più persone indossano le scarpe sportive per uso quotidiano, sia per comodità che per la loro caratteristica possibilità di tenerle sempre perfettamente pulite e nuove. Contrariamente alle scarpe tradizionali in cuoio oppure in pelle, le scarpe...
Moda

Come lavare un cappotto di montone

Dagli anni '70 con furore, ritorna di moda il cappotto di montone. Soffice, resistente, caldo è anche traspirante e termostatico, ideale per affrontare il freddo più intenso. Come qualsiasi capo d'abbigliamento, necessita di una pulitura periodica....
Moda

Come lavare il kimono

Il Kimono è un indumento giapponese che fa parte della cultura e della tradizione di questo popolo. Letteralmente la parola Kimono, significa "indossare", verbo riferito all'abito che si indossa. Sostanzialmente si tratta di una tunica allacciata e cucita...
Moda

Come lavare le scarpe di camoscio

Le scarpe rivestono un ruolo fondamentale nell'abbigliamento di una persona, per questo prendercene cura è molto importante. Sia per gli uomini che per le donne, l'abbigliamento la dice lunga sulla persona, per cui essere vestiti in maniera adeguata...
Moda

Come lavare il cashmere

In tale tutorial, vi vogliamo svelare tutti quanti i misteri relativamente al trattamento del Cashmere, dandovi diverse e semplici indicazioni, partendo da come lavare tali capi di lana. È inutile sottolineare quanta magia e morbidezza si intreccia nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.