Come lavare i giubotti in piuma d'oca in lavatrice

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I piumini costituiscono un vero e proprio must della stagione invernale: riparano, infatti, in maniera ottimale dal freddo, grazie ai materiali con cui sono realizzati. Lavare un piumino d'oca non è una cosa totalmente semplice. La soluzione migliore sarebbe quella di far lavare il piumino in tintoria, operazione che spesso si rivela eccessivamente onerosa. È pertanto possibile realizzare il lavaggio del capo in questione in lavatrice: seguendo tale guida attentamente, è dunque possibile capire come lavare i giubotti in piuma d'oca da sè, senza alterarne i tessuti.

26

Come ricordato, quando giunge il momento del lavaggio stagionale di questi fedeli alleati, preferiamo ricorrere a lavanderie specializzate, dove siamo sicuri di ottenere il massimo dei risultati in tutta tranquillità. Invece, grazie proprio alla moderna tecnologia, è possibile lavare direttamente in casa nostra questi indumenti e senza sbagliare. Il primo passo da fare e sicuramente il più importante, è quello di lavare il piumino in una giornata molto soleggiata e possibilmente arieggiata. Se invece siamo in possesso di un'asciugatrice, allora in questo caso non vi sono problemi e possiamo procedere al lavaggio in qualsiasi stagione.

36

È necessario mettere in lavatrice soltanto il piumino d'oca, senza aggiungere ulteriori capi. Per il lavaggio è opportuno selezionare un programma delicato, a temperature basse (generalmente 30°) e utilizzare un detersivo neutro e delicato. Se sul piumino sono presenti macchie particolari, possiamo pretrattare la parte con sapone neutro a secco, oppure leggermente inumidito. Mai utilizzare solventi chimici in quanto potrebbero rovinare l'imbottitura interna. Mettiamo quindi il giubbotto in lavatrice e avviamo il programma. Per quanto riguarda la centrifuga è opportuno mantenerla più bassa possibile.

Continua la lettura
46

Quando il ciclo di lavaggio è terminato, aprendo l'oblò sicuramente la prima cosa che ci assale è il panico. Infatti il nostro giubbotto ha perso completamente quel gonfiore e quella morbidezza che lo rende speciale ed unico. Niente paura, è un passaggio normale, quando i tessuti e le penne all'interno di saranno asciugate, tutto tornerà come prima. Prendiamo una gruccia, legno o plastica non ha molta importanza, quello che conta invece è che sia ampia in maniera da sostenere bene le spalle e mantenerle in forma. Chiudiamo la cerniera lampo e mettiamo il giubbotto all'aria ad asciugare. Facciamo in modo però di non esporlo direttamente ai raggi solari, ma di posizionarlo in un punto ben ventilato. Cambiamo posizione spesso girandolo nelle varie parti in maniera che prenda aria e sole in eguale misura, evitando inoltre l'ammucchiarsi di piume solo da un lato. Lasciamolo asciugare per un paio di giorni e scuotiamolo per bene prima di imbustarlo.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come lavare le scarpette sportive

Sempre più persone indossano le scarpe sportive per uso quotidiano, sia per comodità che per la loro caratteristica possibilità di tenerle sempre perfettamente pulite e nuove. Contrariamente alle scarpe tradizionali in cuoio oppure in pelle, le scarpe...
Moda

Come lavare i tessuti tecnici

Tutti quanti nell'armadio possediamo dei capi sportivi di ultima generazione. Realizzati in tessuto tecnico, con filati particolari, sono molto in voga per la praticità di utilizzo, per l'alta traspirabilità e per la leggerezza. Anche se danno l'idea...
Moda

Come lavare il cashmere

In tale tutorial, vi vogliamo svelare tutti quanti i misteri relativamente al trattamento del Cashmere, dandovi diverse e semplici indicazioni, partendo da come lavare tali capi di lana. È inutile sottolineare quanta magia e morbidezza si intreccia nel...
Moda

Come lavare un cappotto di montone

Dagli anni '70 con furore, ritorna di moda il cappotto di montone. Soffice, resistente, caldo è anche traspirante e termostatico, ideale per affrontare il freddo più intenso. Come qualsiasi capo d'abbigliamento, necessita di una pulitura periodica....
Moda

Come lavare il kimono

Il Kimono è un indumento giapponese che fa parte della cultura e della tradizione di questo popolo. Letteralmente la parola Kimono, significa "indossare", verbo riferito all'abito che si indossa. Sostanzialmente si tratta di una tunica allacciata e cucita...
Moda

Come lavare le scarpe di camoscio

Le scarpe rivestono un ruolo fondamentale nell'abbigliamento di una persona, per questo prendercene cura è molto importante. Sia per gli uomini che per le donne, l'abbigliamento la dice lunga sulla persona, per cui essere vestiti in maniera adeguata...
Moda

Come scegliere il piumino perfetto per l’inverno

I piumini sono capi indispensabili per far fronte alla stagione invernale. Sono caldissimi, colorati, versatili e leggeri da trasportare per un viaggio. Se di buona qualità, un piumino dura tantissimi anni. Il tessuto traspirante garantisce che l'umidità...
Moda

Cura e manutenzione dei capi spalla

I capi spalla sono i più esposti per quanto concerne il look personale. Non a caso, possono essere di differenti tipologie e necessitano di un adeguato trattamento e di un'accurata conservazione, per evitare di rovinarli se vanno incontro a macchie accidentali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.