Come lavare i capelli con il cowash

Tramite: O2O 21/04/2015
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tempo fa leggevo un blog sulle tecniche alternative per lavare i capelli senza utilizzare shampoo dall'inci poco pulito o magari addirittura dannoso. Ho scoperto come lavare i capelli col cowash, ed ho voluto testarla su di me. Risultato? Ora è parte integrante della mia hair routine. Il cowash, che letteralmente significa "conditioner only wash", è una tecnica molto naturale per lavare i capelli senza utilizzare lo shampoo. Questo tipo di lavaggio è particolarmente adatto per capelli sottili, deboli o molto secchi oppure per chi ha il cuoio capelluto sensibile. Infatti il cowash non stressa la cute e i capelli, a differenza di molti shampoo ricchi di tensioattivi aggressivi.

26

Occorrente

  • Zucchero di canna
  • Balsamo senza siliconi
36

Se i vostri capelli sono sfibrati da tinture frequenti, dall'uso di phon e piastre liscianti ed hanno perso corpo e lucentezza, il cowash può aiutarvi a ritrovare una chioma in perfetta salute. Il lavaggio con lo shampoo, soprattutto se frequente, può peggiorare lo stato dei capelli poiché li priva di tutto il loro sebo protettivo. E se avete i capelli grassi? Probabilmente starete pensando che in tal caso il cowash potrebbe non andare bene perché potrebbe ingrassarli ulteriormente: in realtà se lavate i capelli con shampoo sgrassanti per pulirli a fondo, peggiorereste la situazione poiché la cute reagisce producendo ancora più sebo per difendersi dai lavaggi aggressivi. Con il cowash invece potrete riuscire a riequilibrare la produzione di sebo, normalizzando lo stato del cuoio capelluto e ottenendo capelli puliti e morbidissimi.

46

Per lavare i capelli con la tecnica del cowash serviranno solo un po' di zucchero di canna ed un buon balsamo. Il balsamo deve essere senza siliconi per avere un buon potere lavante e per non lasciare residui sulla capigliatura. In commercio sono presenti vari balsami che riportano la dicitura "senza siliconi", perciò non è difficile trovare quello giusto. Lo zucchero servirà per fare una sorta di scrub delicato della cute pulendola senza aggredirla. Per realizzare il tuo cowash mescola in una ciotola 1-2 tazzine da caffè colme di balsamo (regolati con le quantità in base alla lunghezza dei tuoi capelli) con 1-2 cucchiaini di zucchero di canna. Se avete i capelli grassi aggiungete anche un cucchiaino di bicarbonato di sodio, che servirà a purificare.

Continua la lettura
56

Dopo aver bagnato bene i capelli massaggiate il composto ottenuto su tutta la chioma per qualche minuto. Per lavarli perfettamente insistete con i polpastrelli sulla cute in modo delicato e senza sfregare. Dopo aver massaggiato bene e quando i granelli di zucchero si saranno sciolti del tutto risciacquate abbondantemente per eliminare ogni residuo di balsamo. Se fate un cowash a regola d'arte i risultati vi sorprenderanno: capelli puliti, morbidi, lucenti e cute idratata. La piega vi verrà più facile ed i capelli spenti e crespi saranno solo un ricordo. Raccomandiamo molta attenzione alla fase finale, perché se non risciacquati completamente, i capelli risulteranno più sporchi di prima. Le prime volte che praticherete il cowashing i capelli tenderanno a sporcarsi più velocemente, ma con costanza questa pratica vi permetterà di abbandonare gli shampoo aggressivi. Ora siete pronti per una bella lavata di testa...!

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Errori da evitare se fai il cowash

Il cowash è l'alternativo metodo, molto di moda ai giorni d'oggi, per lavare i capelli senza l'utilizzo del normale shampoo. Questo tipo di lavaggio, infatti, si effettua con il solo balsamo, unito ad altre sostanze, come lo zucchero. Ma la tecnica del...
Capelli

Come fare un cowash

I nostri capelli a causa di tinte e permanenti spesso risultano fragili e crespi, e soprattutto non morbidi al tatto; infatti, in commercio esistono diversi prodotti per migliorarne l'aspetto, e per donare maggiore lucentezza e renderli quindi più forti....
Capelli

Come lavare i capelli ricci

I capelli ricci da sempre rappresentano una vero problema per chiunque, e lavarli spesso può risultare davvero difficoltoso. Niente paura perché grazie alla nostra guida anche voi potrete finalmente conoscere alcuni trucchi che renderanno il momento...
Capelli

Come lavare a secco i capelli

Avere dei capelli lucidi ben puliti risulta molto importante per chiunque. Spesso però accade di non aver tempo per uno shampoo con relativa asciugatura del cuoio capelluto, soprattutto quando si hanno capelli lunghi o che richiedono una messa in piega....
Capelli

Come lavare per bene i capelli

Come ci si prende cura delle parti più esposte come le mani e il viso, così bisogna dedicare le dovute attenzioni anche ai capelli. L'esigenza più ovvia è quella della detersione per l'igiene e la bellezza. Lavare per bene i capelli è un'operazione...
Capelli

Come lavare correttamente i capelli

Le nostre giornate sono spesso caratterizzate dalla frenesia della quotidianità; infatti, dobbiamo fare i conti, ogni giorno, con il tempo a nostra disposizione da dividere con il lavoro, la famiglia, la casa e la spesa. Per ottenere una chioma bella,...
Capelli

Come lavare i capelli con il limone

Il limone, è un frutto molto conosciuto e usato nell'ambito culinario per arricchire con più gusto le varie pietanze, essendo molto acido è spesso usato come disinfettante sia per il pesce crudo e quindi per uccidere tutti i germi, e sia nella vita...
Capelli

Come lavare i capelli in modo corretto

I capelli costituiscono da sempre una fonte di seduzione e vederli sani e lucenti è un sogno di tutti, sia uomini che donne. Bisogna sempre trattarli con cura, come faremmo con qualsiasi altra parte del nostro corpo, perché sono i primi a risentire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.