Come lavare dei Guanti di lana

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I giorni di sole sono ormai alla porta, e la primavera è iniziata. È bene approfittare delle belle giornate soleggiate per procedere col lavaggio dei nostri capi invernali in modo da conservarli belli puliti e profumati, pronti per la prossima stagione. È ora di mettere via sciarpe e cappelli e, ovviamente anche con i vostri caldi guanti di lana. Se dovete ancora lavare quest'ultimi perché non sapete come fare, ecco una guida che ve lo spiega in pochissimi passi.

25

Occorrente

  • acqua fredda o tiepida
  • detersivo liquido
  • ammorbidente
35

I guanti di lana sono sempre a stretto contatto con tutto ciò che tocchiamo, di conseguenza, hanno bisogno di lavaggi frequenti. Proprio per questo, anche se non è sconsigliato eseguire il lavaggio in lavatrice, è sempre meglio pulirli con un lavaggio a mano in modo tale da evitare la centrifuga e traumi vari. Ecco quindi come procedere. La prima cosa da fare è quella di prendere una bacinella e riempirla con dell'acqua fredda. Le cose di lana vanno lavate in acqua fredda o tiepida mai calda, per evitare che si restringano. Ricordate che anche quando lavate in lavatrice capi di lana mettete sempre lavaggio a freddo. Le lavatrici più moderne hanno il lavaggio specifico per i capi di lana che semplifica di molto le cose.

45

Immaginando di dover lavare un solo paio di guanti di lana, versate all'interno della bacinella con l'acqua, un cucchiaio di detersivo liquido (evitate di adoperare detersivi in polvere) quindi potete immergere il vostro paio di guanti. Lasciatelo agire per mezz'oretta in modo tale da far sciogliere lo sporco e i grassi (sia del sudore delle mani che lo sporco grasso dello smog e via dicendo). Mescolate bene in modo che il detersivo finisca dappertutto e non resti concentrato in una zona.

Continua la lettura
55

Dopo che avete fatto trascorrere mezz'ora, potete gettare via l'acqua e fare una seconda volta la stessa operazione. Prendete un guanto per volta e sciacquatelo sotto l'acqua fredda corrente, stringendolo delicatamente tra le mani, quindi immergetelo una seconda volta in una bacinella con l'acqua, ma stavolta con dell'ammorbidente. Lasciatelo agire una decina di minuti. A questo punto sarete pronti per sciacquare una seconda volta i guanti e potete metterli ad asciugare a tamburo sullo stendi biancheria. Evitate di stenderli penduli e con le mollette altrimenti con il peso dell'acqua si deformeranno. Se li lavate in lavatrice la cosa migliore sarebbe evitare la centrifuga ma se restano troppi bagnati utilizzate una centrifuga leggera. Visto che si tratta di guanti e che con essi tocchiamo dappertutto è consigliabile aggiungere al detersivo per la lana anche il detersivo disinfettante. Mettete poco perché sono detersivi aggressivi e danneggiano la lana però sono utili per disinfettare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come creare una borsa di lana tricot

I lavori realizzati con le nostre mani riescono a darci sempre una grande soddisfazione personale. Inoltre ci offre la possibilità di creare degli oggetti che siano utili, pratici e belli. Nello specifico la lana consente di creare oggetti di ogni tipologia,...
Accessori

Come creare la lana cotta per fare una borsa

La lana cotta è un tessuto che si ottiene dalla lavorazione della lana filata; si distingue dal feltro perché per realizzare quest'ultimo si parte dalla lana cardata. La lana cotta può essere impiegata per creare borse, pantofole, giacche ed altri...
Accessori

Come scegliere il detersivo per la lana

Ogni capo di abbigliamento, si sa, dopo essere stato utilizzato bisogna lavarlo e per riuscire a farlo correttamente dovremo conoscere i detersivi più indicati, il tipo di lavaggio possibile, la temperatura, perché solo in questo modo eviteremo di rovinate...
Accessori

Come lavare scarpine per neonato all'uncinetto

Quando in una famiglia c'è un neonato bisogna prestare molta cura ed attenzione quando si lavano i suoi indumenti. Occorre utilizzare dei detergenti abbastanza delicati per evitare che si possono manifestare allergie e rossori. Questo tutorial dà dei...
Accessori

Come realizzare dei gioielli in lana

Realizzare gioielli fatti a mano è uno degli hobby prediletti dalle donne. La lana è uno dei materiali più diffusi al giorno d'oggi per creare gioielli lavorando a maglia. Quello che vi proponiamo in questa breve guida è di realizzare una collana...
Accessori

Come realizzare orecchini in lana cotta

Orecchini e collane in lana cotta sono diventati accessori imprescindibili dell'abbigliamento femminile. Si possono trovare in moltissimi negozi, tuttavia realizzarli non è affatto complesso. Se desiderate risparmiare e riutilizzare vecchi maglioni infeltriti,...
Accessori

Come fare una collana in lana con il tricotin

Per una donna che punta sempre di più sul look "shabby chic", uno stile "finto trasandato" che ha dapprima ispirato le mode dell'arredo di interni per poi influenzare le tendenze in fatto di abbigliamento, i gioielli in lana sono diventati un vero e...
Accessori

Come Realizzare Sciarpe Di Lana Infeltrita

Se ci si avvicina alle tecniche base dell'infeltrimento, si rimane stupiti di come sia facile, in realtà, il lavoro e della versatilità di questa tecnica. Fare una distinzione di fondo, tra metodo ad umido e a secco, è fondamentale. L'infeltrimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.