Come fare uno scrub antiforfora

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La forfora è uno dei problemi più fastidiosi che può colpire il cuoio capelluto; infatti, oltre a creare disagi dal punto di vista estetico, il più delle volte si associa anche a prurito, rossore e bruciore. Per intervenire è necessario non solo usare uno shampoo adeguato, ma soprattutto fare uno scrub. In riferimento a quest'ultimo, vediamo come crearne uno di tipo antiforfora.

26

Occorrente

  • Balsamo 50 ml.
  • Zucchero di canna 100 gr.
  • Olio di oliva 50 ml.
36

Mescolare zucchero e balsamo

Per prima cosa, versate in una ciotola di piccole dimensioni del balsamo neutro e dello zucchero di canna. È importante infatti utilizzare quest'ultimo, poiché si scioglie con meno facilità e nel contempo svolge una leggera ed efficace azione abrasiva. Mescolate bene il tutto con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un'amalgama tra i suddetti ingredienti. Se tuttavia il composto risulta troppo liquido, in tal caso aggiungete dell'altro zucchero. Per ottimizzare il risultato, vi conviene inserire qualche goccia di olio essenziale di lavanda, uno dei migliori in quanto vanta anche notevoli proprietà antisettiche.

46

Applicare lo scrub

Una volta terminata la preparazione dello scrub antiforfora fai da te, innanzitutto provvedete ad inumidire leggermente i capelli con acqua tiepida e poi il composto distribuite lo distribuite su tutta la lunghezza dei capelli, insistendo particolarmente sul cuoio capelluto. A questo punto con i polpastrelli della dita massaggiate accuratamente, eseguendo dei movimenti rotatori dopodichè lasciate il prodotto in posa per almeno 15 minuti. A questo punto, risciacquate con abbondante acqua tiepida. L'operazione adesso può considerarsi conclusa; infatti, essendo lo scrub un ottimo sgrassante oltre che antiforfora, non è necessario utilizzare lo shampoo il che resta una scelta personale. Per ottenere un ottimo risultato, è consigliabile ripetere il trattamento una volta alla settimana almeno per tre mesi, dopodichè in quelli successivi man mano si può diminuire la frequenza fino ad usare lo scrub antiforfora soltanto una volta al mese.

Continua la lettura
56

Sostituire il balsamo con l'olio d'oliva

A margine di questa guida è importante sottolineare che se i vostri capelli oltre a presentare forfora abbondante, appaiono anche eccessivamente secchi, potete sostituire il balsamo con dell'olio di ricino oppure d'oliva. Quest'ultima condizione di conseguenza determina la riduzione drastica dell'applicazione, che va fatta ogni 15 giorni e l'ultimo mese soltanto una volta. Grazie a questo metodo naturale e per nulla costoso, potrete realizzare uno scrub antiforfora efficace e senza effetti collaterali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Massaggiate molto bene il cuoio capelluto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come fare uno scrub ai capelli

Come per la propria pelle del viso c'è la necessità di effettuare periodicamente un cosiddetto scrub, affinché si possano eliminare tutte le cellule morte, dovete assolutamente sapere che anche il cuoio capelluto ha bisogno di molta cura per far si...
Capelli

Come fare uno scrub rigenerante del cuoio capelluto

Come si fa per viso e corpo, in alcuni casi, è necessario fare uno scrub anche sulla zona ricoperta dal cuoio capelluto, soggetta spesse volte a traumi causati da stress o da una eccessiva collocazione ai raggi solari e allo smog.Con il peeling (o scrub)...
Capelli

Come rimediare a una tinta sbagliata

Tingersi i capelli è una delle maggiori passioni delle donne, grazie alla quale possono sperimentare diversi tipi di acconciatura e risultare ogni volta più belle ed attraenti, che attraverso alcuni accorgimenti risultano molto più desiderabili. Ma...
Capelli

Come scaricare la tinta dei capelli

Capita spesso che, dopo un iniziale entusiasmo dato dalla colorazione dei capelli, la tinta ottenuta non  soddisfi più. Oppure il tono della colorazione non sembra più adatto al viso. Tornare al colore naturale, eliminando del tutto una colorazione...
Capelli

Come avere i dreads senza rovinare i capelli

Questa vuole essere una guida per chi ha deciso di osare un'acconciatura non proprio "ordinaria" e per come ottenere degli ottimi dreads senza rovinare i capelli.Il mio consiglio è quello di rivolgersi ad un professionista del settore, ma è possibile...
Capelli

Come fare un decotto contro la forfora

La forfora è un disturbo comune che colpisce il cuoio capelluto quasi della metà della popolazione all'età post-puberale e di qualsiasi sesso ed etnia. Spesso provoca prurito, la cui intensità varia a seconda della stagione: normalmente, l'inverno...
Capelli

Come liberarsi velocemente del cuoio capelluto secco

La secchezza del cuoio capelluto è un problema più diffuso di quanto si possa pensare. Le cause scatenanti sono davvero molteplici e, questa problematica, comporta spesso con sé anche la comparsa della famosa "forfora secca", ossia una maggiore desquamazione...
Capelli

Come autoprodursi uno shampoo a basso costo

Esistono diversi prodotti in commercio per la pulizia dei capelli, in base alle nostre esigenze, preferenze e tipologie. Lo shampoo tuttavia, fino a pochi decenni fa, si autoproduceva in casa ed i risultati, oltre che più economici, erano ottimali. Qui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.