Come fare una chiusura con coprinodo a campanella

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, fornirò tutte quelle che sono le indicazioni utili su come fare una chiusura con coprinodo a campanella. La procedura è veramente molto semplice ed è utile per abbellire le proprie creazioni per ciò che riguarda i gioielli, utilizzando dei coprinodi a campanella che si possono trovare in commercio per tutte le esigenze. Detti coprinodi variano ovviamente in base all'oggetto che si utilizza. Con un po' di manualità, sarà possibile ottenere degli ottimi risultati.

25

Ci sarà prima di tutto da reperire tutto il materiale necessario per far sì che questa operazione riesca al meglio. In particolare, ci sarà da procurarsi sia uno schiaccino che una pinza a punte piatte, avendo cura di avere a portata di mano anche un po' di colla. I coprinodi sono facilmente reperibili in qualsiasi merceria e di regola sono disponibili in confezioni da dieci. Tenere presente che i coprinodi medesimi si possono comprare anche online ed in questo caso i prezzi risultano essere ancora più convenienti.

35

Una volta che sarà stato completato il gioiello, ci sarà quindi da inserire il coprinodo. Non si dovrà fare altro che prendere il chiodino ad asola ed aprirlo con una pinza a punta tonda. Incastrarci i nodi iniziali del bijioux. Successivamente, si dovrà chiudere l'asola e mettere una quantità minima di colla, senza comunque esagerare, altrimenti tutta quella in eccesso potrebbe fuoriuscire e rendere pessimo il risultato finale. Tagliare tutto quanto il filo che è in eccedenza. Infilare poi il chiodino nel foro e lasciare soltanto un centimetro di lunghezza, non di più.

Continua la lettura
45

A questo punto, con la pinza a punta tonda, riportare delicatamente l'estremità del chiodino nel foro della campanella, facendo in modo di realizzare un'asola. Posizionare quindi le perline in prossimità della campanella montata in precedenza. Controllare che non ci siano spazi vuoti e ripetere l'operazione dall'altro capo della collana. Prendere poi un anello di congiunzione.

55

Aprire ora l'anello di congiunzione con la pinza a punta tonda, facendo attenzione a non storcerlo troppo e agganciarlo alla chiusura.
Fatto il tutto, chiudere l'anello.
Eseguire la stessa identica operazione dall'altra parte e, se si è fatto tutto come spiegato, si dovrebbe essere riusciti nell'obiettivo.
Tenere presente che i coprinodi a campanella sono usati per collane a più fili o con elementi di grandi dimensioni.
Vi sono inoltre fascette di metallo adatte per i lacci di cuoio perché più resistenti e di conseguenza meno avvezze a rompersi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come Sostituire La Chiusura A Scatto Di Una Borsa

La borsa rappresenta un elegante e funzionale modo di completare il proprio abbigliamento. Ciascuna donna non ne potrebbe fare a meno e qualche volta neanche gli uomini, ma con degli stili differenti. Un problema comune alle borse riguarda la loro chiusura...
Accessori

Come lavorare i gioielli con chiusura a fermino e occhiello

Senza ombra di dubbio, riuscire a lavorare bene i gioielli con la chiusura a fermino e occhiello è molto semplice. Leggendo il nome di questo compito, potrebbe sembrare un lavoro "fai da te" complicato. In realtà, vi garantisco che non è mai esistito...
Accessori

Come realizzare una collana con perle di legno

Il fai da te consente di realizzare moltissimi oggetti molto gradevoli, inclusi splendidi accessori da indossare come collane, bracciali, anelli ed orecchini. I materiali naturali possiedono un eleganza particolare, inoltre si tratta di oggettistica attuale...
Accessori

Come realizzare un bracciale tennis

Il bracciale tennis è uno dei gioielli più classici che ogni donna vorrebbe possedere. Semplice, nobile e prezioso. Il suo valore e la sua storia sono talmente noti che al giorno d'oggi è diventato uno dei regali più gettonati da parte degli uomini....
Accessori

Come creare una collana con Swarovski e nappina

Per le donne, un gioiello è un amico fidato. Persino, le bambine, pur di disporre di gioielli di cui vantarsi, li creano con un semplice filo da sarta e della pasta. Questo succede perché, la donna, sente la necessità innata di valorizzare la sua bellezza...
Accessori

Come realizzare una collana con un bottone di madreperla

La madreperla è una pietra molto versatile. Chi la sceglie come accessorio per i gioielli punta sicuramente alla sua eleganza e alla lucentezza. Di base bianca, deve la sua particolare luminosità a influorescenze gialle, rosa e azzurre. Gli accessori...
Accessori

5 idee per riutilizzare le capsule del caffè

Le macchine per il caffè espresso sono oramai diventate un elettrodomestico di uso comune. Il caffè che esce da queste macchinette è molto simile a quello del bar e, quindi, decisamente buono. Le macchine del caffè di ultima generazione utilizzano...
Accessori

Come realizzare un braccialetto in argento con moschettone

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, che sono dei veri appassionati di accessori ed anche del metodo del fai da te, a capire come poter realizzare un braccialetto in argento, con un bellissimo e robusto moschettone. Ed ecco che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.