Come fare un pediluvio con sassi e zenzero

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando la sera rientri stanco dal lavoro la cosa migliore da fare è una bella doccia calda per sciogliere i nervi e la tensione scrollando di dosso lo stress accumulato durante la giornata. Poiché i piedi spesso stanno rinchiusi in scarpe antinfortunistiche dalla mattina alla sera è doveroso dedicare del tempo anche a loro. Un bel pediluvio consentirà ai piedi di sciogliere la stanchezza e di spazzare via tutte le tensioni. Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice e chiara come fare un pediluvio con sassi e zenzero.

27

Occorrente

  • Bacinella di acqua calda, bacinella di acqua fredda, cubetti ghiaccio, sassi, zenzero grattugiato, fazzoletto in citone
37

Prima di rientrare a casa recati sulla sponda di un fiume o di un ruscello e raccogli alcuni sassi di media grandezza oppure, se disponi di sassi ornamentali, puoi utilizzare anche quelli. Acquista una radice di zenzero fresca di piccole dimensioni, grattugiala e metti la polpa ottenuta in un tovagliolo di tessuto che dovrai legarlo con del filo.

47

Poni sul gas una pentola colma d'acqua e, quando bolle, spegni il fornello ed immergi il tovagliolo contenente lo zenzero fresco grattugiato. Metti l' acqua calda in una bacinella posta sul piano del box doccia, siediti sullo sgabello, qualora fosse presente oppure su una sedia se ne fosse sprovvista. Poni sul fondo della bacinella i sassi dopodiché immergi i piedi fino alle caviglie per 5 o 6 minuti. Muovi i piedi sui sassi affinché ne tragga beneficio maggiore la circolazione. Lo zenzero è indicato in caso di gambe stanche e pesanti in quanto è un ottimo alleato per il corretto ripristino della circolazione sanguigna.

Continua la lettura
57

Al termine del tempo indicato immergi i piedi in un'altra bacinella che avrai riempito con acqua e cubetti di ghiaccio. Questo passaggio deve durare 2 o 3 minuti. In questo modo la circolazione riprenderà a funzionare in maniera corretta e ti darà la sensazione di avere gambe rilassate e leggere.

67

Non lasciare immersi i piedi nell'acqua calda per più di 5 minuti in quanto essa tende a dilatare i vasi sanguigni mentre l'acqua fredda tende a comprimerli. Ecco spiegato il motivo per cui il tempo di immersione dei piedi in acqua fredda è inferiore rispetto al primo. Se sarai costante ed ogni sera ripeterai questo rituale di coccole per i tuoi piedi anche il tuo fisico ne trarrà giovamento. Al termine dell'utilizzo togli i sassi e ponili ad asciugare all'aria aperta per poterli nuovamente utilizzare il giorno successivo. Lo zenzero grattugiato va buttato e non può essere riutilizzato in quanto è stato privato delle sue sostanze nutritive.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non aumentare il periodo di immersione dei piedi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

Gli usi cosmetici dello zenzero

Lo Zenzero (in inglese Ginger) è una pianta erbacea. È coltivata soprattutto nelle zone tropicali e subtropicali. Sicuramente la maggior parte delle persone conosce lo zenzero come un condimento. Lo zenzero è composto anche da acqua, carboidrati, proteine...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare una crema rinfrescante per i piedi

I piedi rappresentano una parte del corpo che molto spesso viene trascurata. Anch'essi però necessitano di numerose cure ed attenzioni per essere belli e sani. Pertanto bisogna prendersi cura dei propri piedi effettuando frequenti scrub ed applicando...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare un dopobarba alle erbe

Avete dei problemi con il rasoio perché vi irrita le guance e arrossa il vostro collo? Desiderate ottenere un ottimo “after-shave” fatto in casa, con ingredienti completamente naturali e bio-compatibili? Bella, allora sappiate che con il tutorial...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare in casa un profumo al cioccolato per il corpo

Il cioccolato deriva dai semi della pianta del cacao. Questa pianta è molto profumata. Il cioccolato è una vera e propria dipendenza per i più golosi. Ma perché non ridurre l'apporto di calorie e invece utilizzarlo per il corpo? Ne sarete comunque...
Prodotti di Bellezza

Come Utilizzare Il Cristallo Di Potassio

Con l'arrivo della stagione estiva, uno dei maggiori problemi è sicuramente legato all'eccessiva sudorazione legato alle temperature più elevate. Questo potrebbe portare il nostro corpo ad emanare cattivi odori e, per risolvere questo sgradevole problema,...
Prodotti di Bellezza

Come fare dei trattamenti di bellezza con il caffè

Il caffè è una delle bevande preferite al mondo, perché dona molti altri benefici oltre al suo ben noto effetto eccitante. Il caffè è, in realtà, un potente e multi-uso ingrediente di bellezza, che può aggiungere luminosità ai nostri capelli,...
Prodotti di Bellezza

Come usare la pietra pomice

La pomice non è altro che una massa di lapilli e magma incandescente che raffreddando velocemente, intrappola all'interno dei gas, che solidificandosi, creano delle piccole cavità interne che le conferiscono una densità minore a quella dell'acqua....
Prodotti di Bellezza

Come riciclare la birra avanzata

Sull'onda della tendenza riscoperta negli ultimi anni verso il riciclo intelligente di tutto ciò che (apparentemente) non ci serve più, vediamo come recuperare dal frigorifero una bevanda tipicamente estiva che talvolta rimane distrattamente dimenticata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.