Come fare i capelli in stile Pin-Up

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Negli ultimi tempi, gli stili retrò sono tornati di moda anche tra le giovanissime, riportando in vita differenti pettinature molto originali, soprattutto quelle che prendono ispirazione dall'amatissima Rosie The Riveter, uno styling anni '50 che riprende in pieno lo stile pin-up. Ma vi siete mai chiesti come si pettinavano i capelli le donne di quell'epoca e soprattutto come riuscivano ad ottenere quell'effetto voluminoso (quasi innaturale) che donava quell'aria da bambola? In questa breve guida, vi spiegherò proprio come fare i capelli in stile pin-up.

27

Occorrente

  • bigodini
  • lacca
  • forcine
  • bandana
  • supporto a forma di mezzaluna
37

Anzitutto, la prima cosa da tenere in considerazione, è che negli anni '50 venivano utilizzati moltissimo i bigodini di grandi dimensioni. Pur di ottenere capelli voluminosi e "boccolosi", le donne riuscivano a tenere i bigodini anche per un'intera notte. Inoltre, quando i capelli venivano lavati, andavano asciugati tenendo i bigodini chiusi all'interno di una rete e con la testa sotto il casco caldo. Una volta tolti i bigodini, i capelli venivano cotonati per essere ancora più vaporosi e gonfi. Spesso, si indossava un cerchietto di un colore acceso e si cospargeva l'intera capigliatura con litri di lacca in modo da mantenere la pettinatura per tutta la giornata.

47

Una seconda versione delle pettinature pin-up è quella con la bandana. Con l'aiuto di una spazzola morbida, portate tutti i capelli dietro le orecchie (se avete un taglio con una frangetta, lasciatela al suo posto) dopodiché arrotolate verso sotto tutti i capelli e bloccateli con delle forcine. Quest'ultime, sono disponibili in diversi colori quindi scegliete il colore adatto ai vostri capelli per fare in modo che non si intravedano e siano completamente mimetizzate al colore dei vostri capelli. Una volta che i capelli saranno ben fermi, dovrete posizionare la bandana. Procuratevi un fazzoletto colorato e piegatelo fino a formare un nastro che sia largo circa cinque centimetri.

Continua la lettura
57

Successivamente, ponetelo sui capelli in modo da separare la frangetta dal resto della chioma e annodatelo sul collo. Se non avete la frangia, pettinate in avanti una parte dei capelli e portate dietro le orecchie il resto. A questo punto, spostate all'indietro la porzione di capelli rimasti davanti, inserendo una spugnetta a mezzaluna del colore dei vostri capelli, facendoli passare sopra in modo che si formi un rigonfiamento. Indossate la bandana in modo da fermare il supporto e assicurate il tutto con delle forcine. Infine, spruzzate un'abbondante dose di lacca ad effetto lucido e l'effetto sarà davvero spettacolare!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come pettinare i capelli in stile emo

Lo stile emo rappresenta una tendenza veramente recente e, inizialmente, il termine venne preso in prestito da un genere musicale punk rock per giungere, ai giorni nostri, ad un cambiamento semantico riferito ad un'area di solitudine emozionale. Oltre...
Capelli

Come fare un taglio di capelli stile emo

"Emo", il nuovo fenomeno adolescenziale, trova il suo collante in un genere musicale, ma che pare sia diventato ormai un'ondata culturale tra gli adolescenti, in Inghilterra e Stati Uniti all'inizio, e poi in tutto il mondo. Con il termine Emo si contraddistingue...
Capelli

10 consigli per pettinature stile rasta

Voglia di un colpo di testa? Perché non azzardare con la prossima acconciatura? Lo stile rasta è spesso associato alla gioventù e a un certo tipo di sottocultura, ma negli ultimi anni è diventato molto popolare tra giovani e meno giovani. Capelli...
Capelli

Come realizzare in casa una colorazione stile croix hair

In questa guida vi spiegherò come realizzare in casa una colorazione stile croix hair. Per le più inesperte in questo campo, adesso spiegherò cos'è lo stile croix hair. Potrà sembrare qualcosa di complesso, ma in realtà non è niente di più semplice...
Capelli

Rimedi veloci per i capelli sporchi

È successo almeno una volta nella vita di ogni ragazza di dover uscire con i capelli sporchi perché non si è fatto in tempo a lavarli o si è rimandato la shampoo che si doveva fare la sera alla mattina e la sveglia non è suonata.Nel seguente articolo...
Capelli

Come fare i capelli mossi senza usare il ferro arriccia capelli

Se ci capita un appuntamento all'ultimo momento, una cena importante e non si ha il tempo di andare dal parrucchiere, è bene imparare l'arte dell'improvvisazione. Di sicuro nei saloni di bellezza il risultato è migliore, difficilmente si è all'altezza...
Capelli

Come ravvivare i capelli rossi

Prenderci cura dei nostri capelli, è un qualcosa di molto importante se vogliamo essere sempre belli e soprattutto, se vogliamo essere sempre seducenti. I capelli infatti sono una parte fondamentale della nostra persona e ci permettono anche di mostrare...
Capelli

Come fare dei ricci in stile afro

I capelli sono il punto di forza per tutte le donne. Sono sempre l'input che da inizio a una svolta del proprio look. Tra nuovi tagli e acconciature, non c'è limite alla fantasia. Tutte, prima o poi, si sbizzarriscono con nuovi colori e sfumature, che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.