Come fare gli orli a mano

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Siete reduci di una bella sessione di shopping e vi siete accorti che le maniche di quella maglietta così carina (o le gambe di quei pantaloni così fashion!) hanno un solo piccolo difetto: sono troppo lunghe! Che fare allora? Potreste rivolvervi a un sarto o ad una sarta professionista, certo, ma fare un orlo è un'operazione veramente molto semplice e alla portata pure di chi non ha una manualità eccezionale. In questo articolo vedremo come fare gli orli a mano.

27

Occorrente

  • aghi
  • filo
  • Forbici
37

Come prima cosa, preparate in anticipo tutto il materiale che vi serve: forbici, aghi, filo... E ovviamente l'indumento.
Indossatelo davanti ad uno specchio e segnate il punto che vi sembra giusto con un ago. Prima di tagliare il vestito ricordatevi che vi dovrà avanzare un po' di stoffa per l'orlo. Una buona misura per l'orlo dei pantaloni può essere di 2,5 cm mentre per una camicetta andrebbe bene anche solo 1 cm. In ogni caso non andate oltre i 3-4 cm, o il vostro orlo rishia di risultare fortemente esagerato, quindi occhio!
Prima di mettervi a lavoro stirate perfettamente il vostro capo d'abbigliamento in modo da eliminare ogni piega: credetemi, sarà più semplice per voi ed il risultato sarà più preciso.
Un ultimo consiglio: ricordatevi che è sempre meglio abbondare col filo, che scarseggiare... Il filo in eccesso può essere facilmente eliminato, mentre rimediare in caso contrario è meno semplice!

47

È venuto il momento di decidere che tipo di punto utilizzare. I principali sono quattro: il punto incrociato, il punto scivolato, il punto morto (estremamente resistente!) ed il punto sopraggitto, il più semplice e rapido, alla portata di tutti. In questo articolo vi spiegheremo come fare l'orlo con il punto sopraggitto, ma dato che è anche quello che tende a rovinarsi più facilmente, vi consigliamo di dare un'occhiata a guide che illustrino gli altri tipi di punto.

Continua la lettura
57

Dopo aver prodotto un nodo nel tessuto con il filo, fatelo passare nella parte inferiore della piega. Muovetevi diagonalmente nella direzione che vi risulta più comoda, raccogliendo un po' di tessuto sopra alla piega. Fate passare l'ago all'esterno e all'interno della piega, orientandolo nella direzione in cui avete scelto di lavorare. Continuate a cucire lungo una linea predefinita.

67

Arrivati alla fine, date un piccolo punto due volte nello stesso posto sul bordo della piega dell'orlo, poi fate passare per due volte l'ago nell'anellino che avete formato (al secondo giro non va tirato tutto il filo!). Stringete il nodo tirando il filo e tagliate il filo che vi è rimasto in eccesso. Ecco, il vostro orlo è pronto. Se dopo aver indossato il vestito vi accorgete che gli orli non sono uguali, potete scucire il vostro lavoro e riparare al danno, niente panico!

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Outfit total black da donna

Che sia da indossare in una semplice giornata di lavoro o in occasione speciale, un outfit completamente nero è un "must-have" per tutte le donne. Elegante, sofisticato e dal magico potere snellente, bastano pochi pezzi "basic" total black ed il look...
Moda

Come far tornare nuova la lana usata

Capita spesso di avere meglioni, sciarpe o altri indumenti di lana inutilizzati. È possibile recuperare la lana utilizzata per creare nuovi gomitoli. È inoltre possibile far tornare nuova la lana di vecchi cuscini o di maglioni infiltriti. In questa...
Moda

5 modi per abbinare un abito lungo

Stare al passo con le novità che ci vengono quotidianamente proposte dalle case di moda è veramente troppo difficile. A questo si aggiunge il fatto che, per ogni genere di abbigliamento e per ogni modello di abito indossato, occorre abbinare gli accessori...
Moda

Come vestirsi per una festa in stile giapponese

Se volete organizzare, o avete ricevuto un invito per una festa in stile giapponese, sappiate che per l'occasione bisognerà che tutto sia in tema con l'evento in stile orientale. Innanzitutto occorrerà creare vestiti ed accessori in abbinato, oltre...
Moda

Come rinnovare un cappotto classico da donna

Ci sarà sicuramente capitato, di dover acquistare un nuovo cappotto per rinnovare in nostro guardaroba e generalmente in questi casi preferiamo recarci presso appositi negozi di abbigliamento, per acquistare un capo già confezionato. Tuttavia, in molti...
Moda

Come Cucire Con Molleggio Le Maniche A Giro

Imparare a cucire è facile ed è enormemente gratificante produrre qualcosa che indosserai con le tue mani. Dopo aver appreso i rudimenti ci si può cimentare nell'affinare le proprie tecniche, come la molleggiatura.Le maniche a giro tradizionali sono...
Moda

Come creare l'effetto invecchiato nei jeans

Quante volte abbiamo pensato di buttare un paio di vecchi jeans che non mettiamo più da tempo perché fuori moda? Quante volte abbiamo pensato che forse meriterebbero una nuova vita? Bene, la moda ci insegna che spesso basta modificare un capo di abbigliamento...
Moda

Abiti e accessori per una vera pin up anni 50

Così come dice il termine stesso, la bellezza "pin-up" era rappresentata spesso in illustrazioni stampate che frequentemente venivano "appese" per essere ammirate in tutta la loro femminilità. Insieme alle illustrazioni pubblicitarie, fu anche il cinema...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.