Come evitare che i maglioni in angora o mohair perdano pelo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quante volte siete rimasti delusi dalla cattiva riuscita che hanno fatto i vostri cari maglioni in angora o mohair? Partiamo col confermare che questi due tessuti sono molto delicati, infatti, sono predisposti facilmente all'usura e non si prestano ad un lavaggio comune. Ma basta un po' di accortezza per far sì che i vostri capi non perdano pelo.

27

Occorrente

  • Attenzione durante il lavaggio
  • Detersivi delicati o shampoo
  • sacchetto di plastica
  • frigorifero o freezer
37

Evitare la lavatrice

Innanzitutto occorre specificare che l'angora, ricavata dal pelo del coniglio d'angora, è un tipo di lana pregiata, mentre il mohair è un tessuto prodotto dal pelo di capra e la sua fibra è simile alla seta. In maglieria vengono accostati l'uno all'altro per conferire più resistenza ai prodotti, ma ciò non da la garanzia sulla durata del pelo. È bene dunque avere una maggiore cura per questi tipi di maglione cercando di lavarli solo quando sono veramente sporchi. Evitate assolutamente la lavatrice! Optate per un dolce lavaggio a mano.

47

Escludere detersivi aggressivi

Riempite una bacinella con acqua tiepida, che aiuterà a sciogliere lo sporco, e aggiungete un tipo di sapone dal ph neutro o leggermente acido. Agitate con cura in modo da produrre un po' di schiuma. Anche l'utilizzo di un comune shampoo andrebbe bene, meglio se associato ad un balsamo ammorbidente. Sono da escludere detersivi aggressivi e quelli che contengono candeggina. Immergete il vostro maglione ed iniziate a premere evitando di tirarlo o torcerlo. Il lavaggio deve consistere in un lento movimento fatto con le mani, proprio come se doveste impastare o fare un massaggio.

Continua la lettura
57

Risciacquare

Procedete poi con il risciacquo, che deve essere altrettanto delicato. Svuotate la bacinella, riempitela nuovamente con acqua senza aggiungere nulla e rimuovete le tracce di sapone usando lo stesso metodo di prima. Prendete il capo e tamponatelo con un asciugamano asciutto e pulito così da poter eliminare l'acqua in eccesso. Fate attenzione a non premere troppo altrimenti si appiattiranno i peli. Poi senza strizzarlo, adagiatelo insieme all'asciugamano in posizione orizzontale, su di un piano esposto preferibilmente all'ombra.

67

Piegare il maglione

Quando il maglione sarà completamente asciutto, piegatelo con precisione e non usate il ferro da stiro che lo rovinerebbe. Conservatelo con cura evitando di appenderlo, potrebbe deformarsi! Meglio ancora se lo riponete in un sacchetto di plastica e lo mettete in frigorifero per qualche ora. La bassa temperatura, infatti, contribuisce al buon mantenimento delle fibre e ad evitare la formazione di pelucchi.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Abbiate cura del maglione anche quando lo indossate. Evitate di abbinarlo con pantaloni o gonne che attirano le fibre.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come abbinare un pantalone rosa in inverno

Stare dietro alla moda non è sicuramente un compito facile ne per gli uomini ne per le donne. Alcuni capi passano di moda e poi ritornano, altri invece rimangono sempre un simbolo di eleganza e di gusto. Anche per quanto riguarda i colori, bisogna stare...
Moda

Come far tornare nuova la lana usata

Capita spesso di avere meglioni, sciarpe o altri indumenti di lana inutilizzati. È possibile recuperare la lana utilizzata per creare nuovi gomitoli. È inoltre possibile far tornare nuova la lana di vecchi cuscini o di maglioni infiltriti. In questa...
Moda

Come abbinare la fantasia tartan

Soprattutto durante i mesi invernali assistiamo al costante ritorno della moda del tartan declinato in ogni modo. Per fantasia tartan alludiamo a quel caratteristico disegno tipico della Scozia. Il kilt, il classico gonnellino maschile scozzese, è un...
Moda

Come nascondere un seno abbondante

La maggior parte delle donne desidera avere un seno sodo ed abbondante, per cui sono sempre di più quelle che decidono di sottoporsi ad interventi chirurgici allo scopo di aumentarlo di qualche taglia. Coloro che invece non vogliono andare sotto i ferri,...
Moda

Come abbinare un maglione a rombi

La moda cambia in continuazione, eppure è sempre la stessa. Un capo d'abbigliamento che non passa mai di moda è senz'altro il maglione. Ne esistono in commercio oramai tantissimi tipi, di forme, colori e materiali differenti. Uno tra i maglioni più...
Moda

Come colorare capi di abbigliamento con Grey o altre marche

Stanchi dei colori di alcuni vostri capi di abbigliamento? Vorreste cambiare il colore di un jeans rovinato o di un maglione scolorito ma non sapete come fare? Nessun problema: cambiare colore ai capi da un po' di tempo è molto semplice. Infatti, il...
Moda

Come abbinare un colletto in pelliccia al cappotto

Il colletto in pelliccia è molto funzionale in quanto viene usato nei mesi più freddi dell'inverno e mantiene calde e protette dal vento. Inoltre da un aspetto raffinato ed elengante e soprattutto si distingue donando originalità all'intero abbigliamento.Il...
Moda

Come creare un look radical chic

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter creare un vero e proprio look radical chic, da soli e con le vostre mani. Il termine radical chic è stato creato negli anni '70 e rappresenta uno stile di vita e di abbigliamento che viaggia fra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.