Come Curare E Conservare Le Cravatte

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La cravatta conferisce eleganza e completezza ad un abito. Viene indossata per eventi formali come anche informali. Prettamente maschile, è presente anche in alcune declinazioni dell'abbigliamento femminile. In cotone o seta, in un'unica tinta, a righe, pois, fantasia oppure trendy, questo accessorio non passerà mai di moda. Per non alterarne la bellezza, dovrai curare e conservare adeguatamente le cravatte.

27

Occorrente

  • sapone delicato
  • bacinella con acqua
  • ferro da stiro con un panno inumidito
  • portacravatte
37

Alcune cravatte possono apparire poco attuali, perché magari troppo larghe. Non per questo dovrai gettarle! Potrai conservare i tuoi accessori nell'armadio. D'altronde, la moda si ripete costantemente, anche se con qualche miglioria. Le cravatte larghe sono perfette con una camicia dal collo più ampio e viceversa. Le cravatte a farfalla si usano sopratutto con lo smoking e con il frac. Si trovano in commercio già annodate, montate su un nastrino elastico girocollo. Disponibili in diversi tessuti colorati o fantasia sono perfette per un abbigliamento meno formale. Le cravatte già annodate sono la soluzione ideale per chi ha poca manualità. Non sono un'esclusiva maschile: un bel fiocco può dare un tocco d'eleganza anche ad una camicetta femminile.

47

In genere, il tradizionale nodo alle cravatte non è poi così difficile come sembra. Per realizzarlo, passa il tessuto intorno al collo, con la parte più larga alla destra e più lunga di circa 25 cm rispetto all'altra. Porta la parte larga sopra ed intorno a quella stretta una volta e mezzo, in modo che punti sulla sinistra. Sistema la parte larga in su, dietro al nodo, e in avanti, sopra di esso. Infila la parte larga nell'anello trasversale sul davanti del nodo e tira stringendo. La parte larga dovrebbe coprire quella stretta e superarla un po' in lunghezza. Per conservare alla perfezione le cravatte, devi prima lavarle. Il lavaggio è, in realtà, una fase molto delicata. Con poca esperienza, potresti rovinarne completamente il tessuto.

Continua la lettura
57

Pertanto, per procedere, leggi attentamente le indicazioni sull'etichetta. Non infilarle in lavatrice! Prepara, invece, una bacinella con dell'acqua ed un sapone delicato. Immergi le cravatte e lasciale in ammollo per una mezz'ora. In presenza di macchie, sfrega molto ma molto delicatamente. Stendile ancora grondanti d'acqua. Stirale poi con un panno inumidito. Conferisci loro la forma più adeguata. Se riscontri qualche difficoltà, rivolgiti ad una lavanderia di fiducia. Per conservare le tue cravatte in armadio, procurati un portacravatte. Se non ne possiedi uno, crealo artigianalmente con il compensato oppure con un appendiabiti dalla forma circolare. Per riporle in valigia, avvolgile intorno ad un pezzo circolare di cartone. In questo modo, non si sgualciranno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se riscontri difficoltà per il lavaggio, rivolgiti ad una lavanderia di fiducia
  • Conserva ordinatamente le tue cravatte per non sgualcire il tessuto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Idee originali per organizzare le cravatte

Le cravatte, soprattutto per chi ne ha molte, sono sempre complicate da gestire nell'armadio: di solito finiscono alla rinfusa in un cassetto e si finisce per cercare la cravatta giusta in mezzo a un groviglio confuso di mille cravatte diverse!Approfittando...
Moda

Come conservare l'abito da sposa

Tutte noi, almeno una volta, abbiamo sognato ad occhi aperti l'evento più importante della nostra vita: il matrimonio. Un giorno così importante, merita certamente un vestito assolutamente eccezionale. Quindi, anche se siamo consapevoli del fatto che...
Moda

10 capi del tuo guardaroba da conservare dopo il cambio di stagione

Ad ogni cambio di stagione siamo abituati a dover rivedere i nostri vestiti e risistemare tutto il guardaroba per far fronte alla nuova stagione. Vi sono però dei capi che è bene non mettere negli scatoloni, ma che è meglio conservare dopo il cambio...
Moda

Come conservare il vestito da sposa

Uno dei giorni più importanti per una donna è sicuramente quello del proprio matrimonio, giorno in cui finalmente si può iniziare la formazione del proprio nucleo familiare. Per ricordare questo fantastico giorno oltre al classico album fotografico...
Moda

Come conservare il costume da bagno

Ogni anno, con la fine della stagione estiva, ci si intristisce un po'. Si mettono da parte i cari ricordi delle vacanze, i costumi da bagno, i parei, gli asciugamani, gli accessori e gli indumenti da spiaggia. Hai un costume che ti fa letteralmente impazzire?...
Moda

Come conservare gli indumenti nel guardaroba

In ogni anno della nostra vita. Passiamo un po' di tempo indossando nuovi vestiti e conservando quelli "vecchi" per così dire, ma alcune persone non hanno ancora capito come conservarli al meglio, in modo che il tessuto non si rovini e non si formano...
Moda

Come conservare il colore dei jeans

I jeans sono dei capi di abbigliamento casual, che si possono indossare in qualsiasi periodo dell'anno, ed è possibile abbinarli senza problemi con altri tessuti. I modelli di jeans, oggi sono molto diffusi, sopratutto quelli strappati, sfilati, o...
Moda

Come Riporre e conservare Abiti E Accessori

L'operazione di conservazione di abiti e accessori comprende regole ben precise che è importante seguire per conservarli allo stato originale. Per entrambi, vale la regola del tenere sotto controllo temperatura e umidità dell'ambiente, senza sbalzi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.