Come creare un indumento con un sacco in iuta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La iuta è una fibra tessile vegetale tipica del delta del Gange. È un tessuto rigido, ruvido, vanta un'alta resistenza ed è igroscopico (cattura le particelle di acqua). Si presenta nei colori del bianco, giallognolo e bruno; per i suoi riflessi dorati viene anche definita "fibra d'oro". La iuta associata ad altri filati può essere lavorata all'uncinetto o a macchina per realizzare abiti, borse, cappelli ed altri accessori di moda. Seguendo con attenzione i prossimi passi, potrete ricavare e creare un indumento da un sacco di iuta, tessuto vegetale molto economico ma che garantisce resistenza ed affidabilità. La procedura non richiede particolari abilità. Vi proponiamo infatti un metodo veloce, adatto anche a chi non possiede dimestichezza con ago e filo. Il vestito non ha maniche e potrete correggerlo in vita con del semplice filo di spago o un cinturone in stile casual. Vediamo insieme come trasformare un semplice sacco in un tubino alternativo.

26

Occorrente

  • sacco in iuta
  • filo di spago
  • coltello affilato o una forbice resistente
  • ago
36

Per creare un indumento con la fibra tessile vegetale citata, sarà opportuno recuperare un vecchio sacco in iuta, da un magazzino. Le dimensioni chiaramente devono essere proporzionali alle vostre misure. È sempre consigliabile lavarlo accuratamente prima di procedere con le dovute modifiche. Ciò consente una più facile lavorazione, evitando di sporcarvi ed impolverarvi. Attendete dunque la completa asciugatura del tessuto prima di cimentarvi nel lavoro.

46

Poggiate il tessuto su un piano di lavoro. Stendetelo per bene. Girate il sacco con la parte aperta verso il basso e procedete a tagliare quello che in un primo momento era il fondo del sacco. Aiutandovi con un coltello affilato o meglio una forbice resistente, create una mezzaluna al centro del fondo stesso. Avete appena ricavato lo scollo dell'indumento, dove si infila la testa. Per eccesso di precisione, con dello spago rifinite l'orlo come meglio credete.

Continua la lettura
56

Proseguite poi, con i lati del sacco. Tagliate altre due mezzelune, partendo più precisamente dallo scollo, ricavando i fori per le braccia. Anche in questo caso, rivedete gli orli, se preferite. Ciò conferirà all'indumento un aspetto più curato, soprattutto nei dettagli.
Una volta fatto questo, indossatelo per visionare la necessità di eventuali ulteriori ritocchi.
Nel caso sia troppo largo, con un filo di spago potrete procedere a legarlo in vita in modo che aderisca maggiormente al corpo. In alternativa, adottate un cinturone, per dare un tocco più casual all'intera creazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • per far aderire maggiormente l'indumento al corpo usate un cinturone o dello spago legato in vita

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come colorare i vestiti

Quante volte vi è capitato di voler un indumento di un altro colore rispetto a quello acquistato, o di voler tingere una maglia scolorita per ridarle vita e avere la possibilità di poterla indossare nuovamente? La soluzione c'è ed è più semplice...
Moda

Come far tornare nuova la lana usata

Capita spesso di avere meglioni, sciarpe o altri indumenti di lana inutilizzati. È possibile recuperare la lana utilizzata per creare nuovi gomitoli. È inoltre possibile far tornare nuova la lana di vecchi cuscini o di maglioni infiltriti. In questa...
Moda

Come abbinare gli stivali effetto used

Le donne amano tantissimo le scarpe ed adorano averne di veri modelli e colori: stivali, basse, alte, col tacco, scarponcini, ecc. La moda del momento (ma che sembra ritorni spesso nel corso dei lustri) è quella degli stivali effetto used, si tratta...
Moda

10 errori moda da evitare in inverno

Molte ragazze e molti ragazzi amano vestire alla moda. Per vestirsi alla moda è molto importante seguire le tendenze che vengono lanciate per ogni stagione e prestare attenzione non solo ai look dei capi fondamentali ma anche agli accessori. In questa...
Moda

Come pulire i tessuti con perline e paillettes

Per noi donne è sempre importante uscire di casa con l'outfit giusto. Nei nostri armadi conserviamo capi di ogni tipo e adatti ad ogni occasione. Per un look da sera che non ci lasci passare inosservate, spesso ci affidiamo a paillettes e perline. Si...
Moda

Come indossare un corsetto

Il corsetto è un indumento tipicamente femminile che fa la sua comparsa per la prima volta nel XVI secolo. Esso era inizialmente costituito da stecche in metallo, le quali erano particolarmente scomode e dolorose e perciò vennero sostituite da ossi...
Moda

Come abbinare una camicia senza maniche

La camicia è un capo di abbigliamento che, da sempre, è molto utilizzato sia tra gli uomini che tra le donne. Questo indumento è molto versatile e, infatti, può essere indossato in qualsiasi occasione, data l'ampia varietà di scelte che offre sia...
Moda

5 motivi per non indossare il reggiseno

Sapevate che il reggiseno, l'amico-nemico per eccellenza delle donne, potrebbe anche non essere indossato? Se siete stanche dei supplizi di spalline, ferretti, coppe e chiusure difettose, continuate a leggere quest'articolo e scoprite 5 buoni motivi per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.