Come Creare Un Bracciale Con Le Cime Da Barca Ed I Nodi Marinari

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I braccialetti portafortuna che i vecchi marinai intrecciavano con vecchie cime da barca, abbellendoli con nodi marinari, sono diventati oggi accessori di moda creativa e possono essere realizzati da chiunque sia dotato di pazienza, precisione ed abilità manuale. Costituiscono un'originale idea regalo, resa più apprezzabile, perché risultato di un lavoro artistico artigianale. L'artefice può sbizzarrirsi con colori ed intrecci, dando voce alla sua creatività.

25

Occorrente

  • Corda da ormeggio
  • Forbici
  • Ago
  • Filo di nylon
  • Doppio moschettone di chiusura per braccialetti
35

Le cime da barca sono disponibili nei negozi specializzati in articoli sportivi e sono reperibili anche tramiti siti internet. La scelta della cima e del suo diametro è essenziale per la riuscita del lavoro. La scelta è varia: ci sono cime da ancoraggio o da ormeggio, ritorta, a treccia o a doppia treccia; il loro diametro varia con minimi che spaziano da quattro a dieci millimetri fino a diametri superiori da diciotto a trentasei millimetri. Orientarsi sul tipo di diametro da usare si collega strettamente al nodo da marinaio scelto e dal tipo di manufatto che si intende realizzare.

45

Come esempio optiamo per un manufatto di facilissima realizzazione. Scegliamo di usare una corda da ormeggio, di piccolo diametro, tipo dieci millimetri, a doppia treccia, per realizzare un braccialetto con il doppio nodo Savoia, detto anche cappio ad otto. Tagliamo con un paio di forbici ben affilate la corda in misura doppia rispetto alla lunghezza del braccialetto da realizzare, quindi la raddoppiamo. Tenendo la corda appoggiata alla mano sinistra e stretta tra le dita, afferriamo l'estremità raddoppiata con le dita della mano destra e la facciamo scorrere sulle mani fino a formare una U rovesciata; passiamo la parte di corda che teniamo con la mano destra prima sopra, poi dietro l'altra parte della corda. Infiliamo il cappio, formato dall'estremità raddoppiata, nella U rovesciata. A questo punto tratteniamo il cappio con la mano sinistra e stringiamo l'altra parte della corda, formando il doppio nodo Savoia, che possiamo far scorrere fino al centro ideale del nostro manufatto.

Continua la lettura
55

A questo punto ci dobbiamo occupare della definizione del braccialetto. Stringiamo attentamente le due parti finali della corda libera con piccoli punti con filo di nylon; da questa parte è essenziale una particolare accuratezza nella rifinitura della corda. Optiamo, infine, per una chiusura con un doppio moschettone in acciaio inossidabile, che andremo a fissare alle due estremità del braccialetto con filo di nylon.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come Creare Un Bracciale Tribale

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di fai da te. Nello specifico, come avrete già potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come Creare Un Bracciale Tribale.Se amate molto...
Accessori

Come creare un bracciale portafortuna colorato

Ragazze, ragazzi, bambini e adulti non resistono davanti alla classica bancarella di bigiotteria varia e così riempiono i loro polsi di questi famosi braccialettini colorati che una volta indossati si devono tenere fino a quando non decidono di cadere...
Accessori

Come creare braccialetto e orecchini con cristalli argentati

Creare qualcosa con le proprie mani è appagante. Non si tratta solo di risparmiare su materie prime, quanto piuttosto di poter affermare con grande soddisfazione, qualora venisse chiesto, che il monile in questione è frutto del proprio lavoro e della...
Accessori

Come realizzare collana e bracciale con nodi e perle etniche

Una perla è una struttura sferica costituita da carbonato di calcio in forma cristallina (aragonite) deposto in strati concentrici, prodotta dai tessuti viventi – in particolare dal mantello – dei molluschi (tipicamente le ostriche). Il termine "perla"...
Accessori

Come creare un bracciale in legno e cuoio

Se nutrite la passione del fai-da-te e in particolare vi piace creare piccoli gioielli artigianali, potete sbizzarrirvi a realizzare un bracciale con il legno ed il cuoio. Questo particolare bracciale è da tempo molto in voga e potrete farne uno con...
Accessori

Come fare un bracciale di cuoio intrecciato

La moda di indossare gioielli in pelle ha origini antichissime, probabilmente risalenti agli antichi egizi, maestri nell’arte della cura della persona e dell’ornamento del corpo. Perfetti per qualsiasi occasione, il bracciale in cuoio intrecciato...
Accessori

Come creare il bracciale dell'amicizia: scoubidou

Gesti semplici e carini sono sempre apprezzati all'interno di un rapporto, e per rendere felice un nostro amico o una nostra amica non c'è nulla di più semplice che regalare qualcosa fatto con le nostre manine, dedicando a questo tutto il nostro tempo...
Accessori

Come realizzare un bracciale con charms

Un braccialetto o bracciale è un articolo di gioielleria che viene indossato intorno al polso. I braccialetti possono essere realizzati in pelle, stoffa, plastica, oro o metallo, ed a volte possono essere impreziositi da pietre preziose o altri elementi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.