Come combattere le palpebre cadenti

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con il passar degli anni sia gli uomini che le donne incorrono in un problema estetico, ossia quello delle cosiddette palpebre cadenti. Le cause di questo fenomeno principalmente sono dovute all'età, in quanto i tessuti perdono gran parte del collagene e di conseguenza tendono a rilassarsi. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida vediamo come combattere le palpebre cadenti.

25

Occorrente

  • Cetrioli
  • Patate
  • Acqua
  • Creme rassodanti
35

Agire con una buona alimentazione

Il rimedio in assoluto che ha ritornare le palpebre come in età giovanile, e sicuramente l'intervento chirurgico che comporta un enorme esborso economico. Però a parte questo rimedio ce ne sono anche altri di tipo naturale, insieme a piccole accorgimenti da eseguire giornalmente per limitare i danni e soprattutto per non peggiorarli. Importante è agire con una buona alimentazione a base di frutta come ad esempio kiwi, mirtilli, uva, tè e carote che sono degli ottimi antiossidanti, ricchi di vitamine naturali che stimolano la cute e rigenerano il collagene.

45

Eseguire un impacco sugli occhi

Un rimedio pratico utilizzato dalle donne, è tuttavia quello di tagliare a fette i cetrioli o le patate ricchi entrambi di particolari acidi, che tendono ad irrigidire le palpebre e a sgonfiare le borse nella parte inferiore. Questo impacco va eseguita almeno tre volte a settimana, avendo però l'accortezza di porre nel frigo i suddetti ortaggi, ed applicarli freddi sulle palpebre interessate dal problema per stimolare anche la circolazione. Per le palpebre cadenti inoltre è importante al mattino lavare la faccia e gli occhi con acqua fredda che nel contempo aiuta ad idratarle, e di conseguenza a limitare il decadimento cutaneo. Durante l'applicazione dell'acqua fredda a diretto contatto con le palpebre, bisogna agire con i polpastrelli facendo un leggero massaggio verso l'alto.

Continua la lettura
55

Applicare delle creme rassodanti

Di fondamentale importanza è inoltre bere circa 2 litri di acqua al giorno, che tende ad eliminare l'eccessivo accumulo di tossine e quindi a ridurre la ritenzione dei liquidi. Il sonno è sicuramente un'altra causa che tende a far decadere le palpebre, per cui bisogna cercare di dormire a sufficienza, poiché si rivela un'ottima soluzione da abbinare ai suddetti rimedi. La disidratazione del viso e quindi delle stesse palpebre, va curata già in giovane età e con prodotti specifici; infatti, l'ideale è utilizzare delle creme rassodanti e ad effetto lifting che hanno il compito di non far rilassare i tessuti, e che vanno applicate mattina e sera sulla parte massaggiando sempre con movimenti rotatori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

Come eliminare il gonfiore delle palpebre

A causa di differenti problemi, gli occhi possono subire dei cambiamenti: possono gonfiare, possono arrossarsi, irritarsi e diventare secchi. Le problematiche che possono far sviluppare problemi agli occhi, possono essere legate a conseguenze di possibili...
Cura del Corpo

Rimedi naturali per la palpebre gonfie e dolenti

Molto spesso dobbiamo confrontarci con uno dei più grandi fastidi che si possano provare, ovvero quello di avvertire le nostre palpebre come gonfie e dolenti al punto da non riuscire quasi a tenere gli occhi aperti.Ciò può essere dovuto a diverse motivazioni:...
Cura del Corpo

5 rimedi per combattere la cellulite

Con l'arrivo dell'estate si presenta il panico da cellulite , inestetismo che affligge quasi tutte le donne. A questo proposito si sperimentano diete straccia calorie suggerite e rimedi lampo. Pensando di risolvere in breve tempo il problema. Invece non...
Cura del Corpo

Come combattere la forfora

La forfora è un problema che affligge numerose persone e sembra anche piuttosto difficile da eliminare. Esistono varie tipologie di forfora, secca o grassa, pruriginosa o meno, si tratta di una problematica che proviene dall'eccessiva desquamazione del...
Cura del Corpo

Rimedi naturali per combattere le rughe sul collo

Le mani ed il collo non mentono mai sull'età di una donna. Con gli anni e l'approssimarsi della menopausa, la pelle inevitabilmente si avvizzisce e si rilassa. Inoltre, una postura scorretta ed un'abituale esposizione ai raggi solari senza un'adeguata...
Cura del Corpo

Come combattere il freddo in modo naturale

Spesso ci sono inverni davvero molto rigidi, per questo nelle case ci si riscalda alla grande con i metodi più semplici e classici da utilizzare. Ossia con i vari termosifoni, e stufe. In seguito in questa guida vi verrà spiegato nel modo più semplice...
Cura del Corpo

Come combattere la cellulite con la ginnastica

La cellulite è la nemica numero uno delle donne ed è una vera e propria patologia legata anche a problemi di circolazione che, con il tempo, può diventare alquanto antiestetica ed, in modo particolare, dura da eliminare. In alcuni casi, si tratta di...
Cura del Corpo

Combattere l'acne: prevenzione e trattamento

L’acne è una fastidiosa e imbarazzante malattia della pelle che purtroppo colpisce sia giovani che adulti. Una malattia da combattere con la giusta prevenzione e trattamento. Quante volte ci capita di guardarci allo specchio e vedere la nostra pelle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.