Come avere un look rockabilly

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Indossare un look rockabilly significa sposare un'intera congettura e impostazione estetica, questo genere musicale sviluppatosi negli anni 50 negli Stati Uniti è da considerarsi l'antenato del rock and roll. Include nella sua struttura una fusione tra diversi generi musicali: R&B, Blues, e altri della musica popolare bianca. Quelli che indossano l'abbigliamento tipico vengono definiti "billys" o "rockabillies". I maggiori esponenti statunitensi furono proprio Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Johnny Cash, Rick Nelson, Buddy Hold, negli Stati Uniti. In Italia i rockabillies più celebri furono: Bobby Solo, The Monokings, The Hormonauts, The Fiftyniners etc. Per via dei suoi connotati moltoi identificabili è uno tra gli stili più emulati, per questo diventa spesso tema per le feste in maschera o per i travestimenti. Ma vediamo quali sono gli elementi principali da ricercare per avere un look da perfetto rockabillies.

25

Partendo dalla testa il primo degli elementi distintivi per definire questa dress code, è di sicuro l'acconciatura chiamata a "pompadour", che ha la peculiarità di avere un ciuffo molto alto che ricade su se stesso, comunemente detto a "banana". Per rendervi conto di cosa intendiamo, osservate la figura a fianco.

35

Per l'abbigliamento si tendeva molto a seguire la moda del tempo, fatta di magliettine, giacche con il collo alzato jeans Levi's 501 o 505, con risvolti, bomber, o giacche nere in pelle. Un esempio televisivo e cinematografico? Fonzie, o i ragazzi di Grease, tutte le performance indossate dagli attori, rispecchiano le tendenze anni 50. Anche le tinte in contrasto come bianco e nero, erano molto utilizzate, e venivano riprese anche dalle scarpe.

Continua la lettura
45

Mentre per le ragazze si spaziava tra gonne a ruota gonfiate da sottogonne in tulle, in colori pastelli o a pois, grosse collane in perle, o fazzoletti legati al collo in pendant con le tinte indossate che richiamavano gli altri accessori, come cinte e scarpe. Erano molto in voga le scarpe in vernice o quelle basse in tela colorate, con i calzini con volant. Oppure le più tenaci, indossavano i jeans alti in vita e risvoltati in modo da lasciare scoperte le caviglie e sopra con camicette a pois o a righe. Per il trucco sulle labbra veniva usato il rosso fuoco, mentre sugli occhi si passava l'eye-liner a coda estesa e per intensificare lo sguardo venivano applicate le ciglia finte, un celebre esempio è quello di Marilyn Monroe.

55

Rientrava anche nella scelta dei rockabillies la scelta delle Cadillac in tinte pastello, e dei motocicli inglesi, e naturalmente il ballo più popolare era il "rock and roll". Nella foto accanto abbiamo un chiaro esempio sia dell'abbigliamento che dell'auto. Perciò per avere un impeccabile look da billyes, indossate le combinazioni che vi abbiamo suggerito, e sarete sicuri di incarnare perfettamente lo spirito del rockabillies.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come fare un'acconciatura da sposa anni '50

Nel giorno del matrimonio, si sa, la vera protagonista è la sposa. Tutti sono affascinati da questa figura che appare sempre radiosa e al massimo del suo splendore. D’altronde è ben noto come le donne amino essere al centro dell’attenzione e ammirate...
Moda

Come vestirsi per un concerto rock

Ad un concerto rock, l'abito fa il monaco. In tali occasioni è infatti di rigore il black e il trucco pesante e anche l'espressione un po’ depressa non è un accessorio da sottovalutare. Qualche catena, lucchetto e spilla non guasta. Gli anfibi, poi,...
Accessori

5 accessori per un look anni 50

La moda riscopre e rilancia a ondate le tendenze che sono esplose nei decenni passati, ma più che di ritorno di moda vero e proprio dovremmo parlare negli ultimi anni di revival mai tramontato di uno dei decenni più affascinanti e trainanti del secolo...
Moda

Come utilizzare il foulard in vari modi

Se sei un'amante dei foulard, dei loro colori, delle loro fantasie, ma cerchi qualche metodo alternativo per indossarli, allora questa è la guida che fa per te. Basta infatti un po' di fantasia e potrai riuscire a utilizzare il foulard in modi davvero...
Moda

Outfit con le calze a rete

Da sempre sinonimo di sensualità e femminilità, chi indossa le calze a rete non può di certo passare inosservata. Originariamente, venivano usate in teatro e per gli spettacoli di Burlesque e furono indossate per la prima volta, in pubblico, nel 1950...
Moda

Come abbinare un vestito a pois

Gli abiti a pois son sempre di moda, ma risaltano meglio se abbinati ad accessori come gioielli, sciarpe, scarpe, cappelli e borse. Avere gli accessori giusti, infatti, può rendere un abito ancora più bello. In genere, i vestiti a pois sono sempre un...
Moda

Come abbinare dei collant a pois

Il collant è una tipologia di calzatura femminile e, generalmente, viene utilizzato insieme alle gonne: comunque, esistono anche alcune donne che lo indossano sotto un paio di calzoni. I collant sono di tutte le colorazioni e possiedono svariati motivi,...
Moda

Come abbinare una giacca a pois

Le giacche a pois, sono capi veramente glamour, che richiedono un attenzione particolare. In ogni guardaroba deve essere presente una giacca a pois, in modo tale da tirarla fuori e completare un outfit perfetto per un party sia esuberante che uno davvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.