Capelli rasta: come farli e lavarli

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Molto spesso, alcuni di noi abbiamo avuto il forte desidero di realizzare una folta chioma rasta. In buona sostanza, i rasta rappresentano dei capelli particolarissimi, caratterizzati da delle ciocche abbastanza grosse e spettinate, leggermente più grosse rispetto ai dreads. La classica capigliatura rasta ricorda gli storici cantanti di musica reggae, tra cui annoveriamo i rinomato Bob Marley ma anche tutte le tribù giamaicane. Realizzare, mantenere e curare i capelli rasta, non rappresenta un'operazione semplicissima da mettere in pratica. A tal fine, nei seguenti passi di questa breve ma esauriente guida, vi andremo a spiegarli come effettuarli in maniera perfetta e come lavarli per non rischiare di rovinarli e per mantenerli perfettamente curati in ciascuna circostanza. Vedremo, pertanto, alcuni semplicissimi trucchi che possono essere praticati per mantenerli in perfette condizioni di salute ed in una forma ideale, spiegando come fare tutto questo.

27

Occorrente

  • Shampoo normali, uncinetto, olio per capelli, olio per rasta, panno di stoffa.
37

I capelli rasta si possono creare per chi ha una capigliatura folta, generalmente riccia

La capigliatura di tipo rasta può essere realizzata soltanto su chi presenta una folta chioma di capelli. Per chi, invece, dovesse presentare pochi capelli e particolarmente sottili, è impossibile realizzare delle grosse ciocche di questo genere. I rasta sono particolarmente adatti sia agli uomini che alle donne, ed è maggiormente semplice realizzarli sui capelli abbastanza lunghi e ricci. Anche sui capelli lisci è possibile creare dei meravigliosi rasta, ma si rende necessario avere un po' più di tempo libero ed una buona dose di pazienza. Il procedimento per realizzarli è abbastanza semplice da mettere in pratica, anche se necessita di molto tempo per portarli a termine.

47

Innanzitutto occorre dividere i capelli in piccole ciocche uguali, per poi dar volume alla chioma

Per prima cosa, è fondamentale dividere i capelli in tante ciocche uguali e di piccole quantità. Successivamente è necessario strofinare con le mani le proprie ciocche, dall'attaccatura della testa fino alla punta dei capelli, avendo cura di sfregare in maniera particolarmente energica. È fondamentale, a questo punto, cercare di ottenere un certo volume alla ciocca, per poi gonfiarla ed aprirla leggermente mediante l'ausilio delle mani.

Continua la lettura
57

In secondo luogo si deve cotonare la ciocca, e far rientrare i capelli che fuoriuscono

In seguito, occorre cotonare accuratamente la ciocca, fino a conferirle il giusto volume. Giunti a questo punto, è necessario prendere un uncinetto e tentare di far rientrare i capelli che fuoriescono dalla ciocca. Pertanto la finalità è quella di cercare di realizzare un ciuffo di capelli arruffato, ma nella stessa maniera compatta, come se si trattasse di un grosso filo di lana. A seguire è necessario procedere con questo tipo di lavoro sui propri capelli e quotidianamente, fino a quando non si formeranno dei rasta pressoché perfetti.

67

I capelli non vanno lavati nelle prime 2 settimane, ed a seguire occorre usare prodotti delicati

Una regola generale è che non si dovrebbero lavare i capelli rasta per le prime due settimane dopo il trattamento. Una volta che è stata realizzata la chioma desiderata, è possibile procedere mediante un lavaggio dei capelli, semplicemente utilizzando un sapone di Marsiglia oppure di Zolfo. È fondamentale, pertanto, dimenticarsi qualsiasi tipo di balsamo districante o degli shampoo che si utilizzano per le doppie punte. Al massimo, è possibile applicare sui rasta degli oli profumati, necessari alla la cura della cute. In alternativa è anche possibile avvalersi dell'utilizzo di uno shampoo, il quale non conferisca degli effetti particolari sui capelli. Per impedire che si formino delle fastidiosissime muffe, dei funghi o vari problemi di natura cutanea, è buona regola asciugare i rasta tramite un panno realizzato in cotone, per poi evitare di utilizzare un phon. Nel caso in cui si dovesse riscontrare qualche difficoltà a realizzare questi particolarissimi capelli, è possibile chiedere l'ausilio di un qualche amico che ha già presentato questo tipo di esperienza. In ogni caso, colui saprà sicuramente darvi i giusti consigli su come procedere nel migliore dei modi. Inoltre, un esperto del settore è in grado di ottenere dei risultati ottimali. Per approfondire le nozioni affrontate in questa breve guida, vi consigliamo di consultare la sezione riservata al materiale occorrente ed il sito internet che abbiamo allegato.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non mettete mai balsamo sui capelli.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

10 consigli per pettinature stile rasta

Voglia di un colpo di testa? Perché non azzardare con la prossima acconciatura? Lo stile rasta è spesso associato alla gioventù e a un certo tipo di sottocultura, ma negli ultimi anni è diventato molto popolare tra giovani e meno giovani. Capelli...
Capelli

Capelli: 10 regole per farli allungare velocemente

I capelli sono una delle prime cose che notiamo, di solito, in una persona: quando sono crespi, sfibrati e danneggiati trasmettono quel senso di trascuratezza che neppure un bel vestito riesce a togliere. Spesso, poi, anche se la chioma è sana, a dare...
Capelli

Curly hair: tanti modi per farli

Avere i capelli ricci, può essere un grande pregio, che può trasformarsi però in un problema, quando non si sa come acconciarli. Rispetto a quelli lisci infatti, essi possono essere più complicati da gestire, e se non lo si fa nel modo giusto il risultato...
Capelli

Come realizzare un dread sui tuoi capelli

Ti hanno sempre affascinato e ne vorresti almeno uno tra i capelli, qui si parla di dreadlocks chiamati anche rasta. Potresti rivolgerti a un parrucchiere professionista, oppure realizzarli a costo zero a casa, come? In questa guida ti spiego come realizzare...
Capelli

5 trucchi per far crescere in fretta i capelli

Quasi tutte le donne amano avere capelli lunghi. Tuttavia non tutte riescono a farli crescere velocemente, sani e lucenti. Molto spesso le donne sono costrette a tagliarli perché troppo rovinati e brutti da vedere e toccare. Esistono dei metodi però...
Capelli

Come curare i capelli rossi tinti

Sono oramai tanti anni che porti i capelli tinti e hai utilizzato sempre delle tonalità sul biondo, ma non hai mai azzardato la tonalità del rosso, perché hai sentito dire che i capelli tinti di colore rosso vanno curati molto bene, altrimenti la tinta...
Capelli

Come curare le extension per capelli

I capelli, come ogni altra parte del nostro corpo, hanno bisogno di cure quotidiane in modo da potersi mantenere sempre in perfetta forma anche con il passare degli anni.Per fare ciò generalmente preferiamo acquistare appositi prodotti confezionati che...
Capelli

Come gestire i capelli in palestra

Tutti gli esperti sostengono che per avere uno stile di vita sano non si possa prescindere dal fare una costante attività fisica. Le tempistiche di esercizi fisici variano naturalmente da persona a persona, ma se si riuscisse a correre o ad andare in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.