Caduta dei capelli nelle donne: cause e rimedi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molti pensano che la caduta dei capelli sia un problema esclusivamente maschile. Invece, non è affatto così. Il 40 % delle persone afflitte da alopecia (perdita eccessiva di capelli) sono infatti donne. In più, le donne vivono le calvizie come un problema più grave. Si sentono più brutte, irrimediabilmente meno femminili ed attraenti. Per fortuna esistono dei rimedi: l'importante è conoscere le cause, sia per prevenire che per curare.

26

Carenze alimentari

Molte donne bulimiche ed anoressiche soffrono di alopecia. Ma non è necessario arrivare a quei livelli: il 30% dei casi di caduta dei capelli nelle donne giovani dipende infatti da carenze alimentari. Ragazze che seguono diete fai da te, che rifiutano la frutta e la verdura per via dei loro gusti alimentari possono soffrirne. Per prevenire (o rimediare) in questi casi basta mangiare in maniera sana e varia. In particolare bisogna abbondare con i cibi ricchi di antiossidanti, ferro e vitamine. Questo significa consumare molta frutta, verdura, legumi e frutta secca come le mandorle o gli anacardi. La vitamina A in dosi estreme è l'unica vitamina che può causare la caduta di capelli invece di prevenirla.

36

Ansia e stress

Periodi molto difficili dal punto di vista psicologico (ansia, depressione, stress) possono causare l'alopecia psicogena, ovvero la calvizie da stress. Questo particolare disturbo si accompagna ad un'eccessiva produzione di sebo (capelli troppo grassi) e ad una sensazione di dolore al cuoio capelluto. La perdita di capelli in questi casi non è localizzata in una zona particolare della testa, ma è generalizzata.
Per rimediare a l'alopecia psicogena bisogna rimuovere le cause, cosa che purtroppo non sempre è possibile nell'immediato.
Però si può agire contrastando le cause indirette. Come? Usando dei prodotti per capelli grassi, curando molto l'alimentazione e nei casi più estremi con trattamenti laser mirati o farmaci. Il trattamento laser favorisce il passaggio di sostanze nutritive dal bulbo al capello e l'attività follicolare.
Le donne che pensano di perdere i capelli a causa di problemi gravi come disturbi d'ansia e depressione dovrebbero immediatamente rivolgersi ad uno psicoterapeuta.

Continua la lettura
46

Post-partum

Molte neomamme si accorgono di star perdendo improvvisamente molti più capelli del solito. Questo evento viene vissuto con preoccupazione e disappunto, ma è normale e fisiologico. Durante la gravidanza l'aumento di estrogeni causa un allungamento del ciclo vitale dei capelli, che diventano più belli, folti e numerosi. Pochi mesi dopo il parto però, il livello di questi ormoni cala bruscamente, ed il risultato è questo. Se poi pensiamo che le neomamme sono spesso stressate e che la prolattina (l'ormone dell'allattamento) rende i capelli più fragili non ci si può stupire di questo fenomeno! Di solito il problema si risolve da solo entro 12 mesi dal parto. Nel frattempo si possono spazzolare i capelli con particolare attenzione, evitare tutti i trattamenti aggressivi che li possono spezzare, curare l'alimentazione e usare balsami e prodotti rinforzanti. Se il problema continua dopo 1 anno, i motivi potrebbero essere altri.

56

Squilibri ormonali

Produzioni eccessive o carenti di alcuni ormoni possono rendere i capelli più sottili, fragili o diminuirne la crescita. Le disfunzioni della tiroide e le ovaie policistiche sono le principali cause di questo genere di squilibri.
L'ovaio policistico risulta in una produzione eccessiva di androgeni. Questi ormoni maschili causano anche un aumento notevole dei peli sul corpo, la tendenza ad ingrassare facilmente e l'acne. Chi soffre di una disfunzione della tiroide invece dimagrisce o ingrassa troppo facilmente, è troppo sensibile al caldo e al freddo, soffre di pressione troppo alta o troppo bassa. A volte chi ha questi problemi manifesta tutti i sintomi descitti, altre addirittura solamente 1 o 2.
In alcuni la pillola anticoncenzionale, farmaci contro l'iper-tensione e gli anticoagulanti possono causare simili squilibri.
Se si sospetta una perdita di capelli causata da cambiamenti o squilibri ormonali è importante rivolgersi al proprio medico e fare delle analisi.

66

Menopausa

Si chiama alopecia androgenetica, ed è la caduta di capelli ''da menopausa''. È una forma di calvizie femminili rara, che come per l'equivalente maschile ha una forte base genetica. Chi ne soffre ha almeno qualche precedente in famiglia.
Per diagnosticarla bisogna sottoporsi ad un esame tricologico (esame dei capelli). Generalmente non dura più di un'ora, ed è un modo rapido e semplice per capire le cause dell'alopecia anche per le ragazze giovani.
Per contrastare il problema ci sono dei farmaci, dei trattamenti laser, e dei trattamenti rinforzanti del capello. Anche curare l'alimentazione ovviamente è importante, ed evitare di ''maltrattare'' i capelli con acconciature troppo strette o spazzolando con troppa energia. Tra l'altro sono comportamenti che possono diradare i capelli (spezzandoli e rompendoli) anche nelle ragazze giovani, che per un motivo o per l'altro hanno capelli fragili e sottili!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come ovviare alla caduta dei capelli con rimedi naturali

Perdere i capelli è un fatto normale, perché essendo vivi, seguono il loro ciclo naturale, nascono, crescono e alla fine cadono per essere rimpiazzati. Questo fenomeno è accentuato durante i cambi di stagione e soprattutto in autunno. Ma può essere,...
Capelli

Come trattare i capelli prima della chemioterapia

Quando ci si ammala di uno dei mali più difficili dei nostri tempi, duro da sopportare sia fisicamente che psicologicamente, il cancro, ci si ritrova anche a dover fare i conti, tra gli altri disagi, con la caduta dei capelli. L'alopecia, causata dalla...
Capelli

10 consigli per gestire al meglio la calvizie

La calvizie è un problema che può colpire sia l'uomo che la donna e che purtroppo, può manifestarsi a qualsiasi età a causa di diversi fattori. La calvizie può derivare dall'alopecia androgena, spesso ereditaria, molto fastidiosa non solo esteticamente,...
Capelli

Come infoltire i capelli con rimedi naturali

La guida che verrà prodotta nei passi che seguiranno, che per la precisione saranno tre, si occuperà della problematica che, probabilmente, assilla di più gli uomini, ovvero la perdita di capelli. Come avrete notato dal titolo che accompagna la nostra...
Capelli

Come far crescere i capelli con l'aloe vera

Molte persone credono erroneamente che la caduta dei capelli sia un fenomeno che interessa solo gli uomini: niente di più falso. Problemi come diradamento, alopecia o dermatite seborroica possono colpire in egual modo uomini e donne, soprattutto dai...
Capelli

Come trattare i capelli con l'aloe vera

L'aloe vera è una pianta grassa con lunghe foglie fornite di punte molto acuminate della quale, fin dall'antichità, se ne conoscono le proprietà benefiche per il corpo. Fa bene alla pelle, sana ferite ed escoriazioni, è ideale come prodotto di bellezza...
Cura del Corpo

Barba uomo: errori da evitare nel taglio delle basette

La caratteristica virilità, spesso inseguita dal maschio, è riconducibile a molti dettagli estetici presenti nel viso. Sicuramente uno di questi è la basetta, molto curata dal genere maschile, essa contraddistingue e denota molto bene, anche la personalità...
Capelli

5 consigli per contrastare la caduta dei capelli

Prendersi cura dei propri capelli, spesso è un lavoro difficoltoso, soprattutto se si hanno dei capelli fragili, spenti e tendenti alla caduta continua. La perdita dei capelli, è un problema che affligge moltissimi uomini ma anche purtroppo moltissime...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.