5 alternative allo shampoo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Estate uguale caldo e capelli unti di sudore. Inverno troppo freddo per lavare spesso i capelli o troppo in ritardo ogni giorno per lavarli per bene. E allora che si fa? Si pensa a delle presunte alternative al classico shampoo. Pensiate sia totalmente impossibile? Invece no! Certo è che questi metodi che tratteremo in questo articolo non escluderanno totalmente lo shampoo dalla vostra vita questo è logico! Dato che ci siamo possiamo parlare di almeno 5 alternative per non usare necessariamente sostanze dannose come molti classici shampoo contengono, ma spostiamoci più sull'eco bio.

26

Acqua e bicarbonato

Per prima cosa, parliamo di una soluzione di acqua e bicarbonato la cui dose eccellente è data da: una tazza d'acqua e uno o due cucchiaini di bicarbonato. Quest'ultimo disciolto, offre un'azione sgrassante e, grazie ai suoi granelli da cui è formato, dà un buon effetto gommage il tutto per dare subito un'azione riossigenante.

36

Aceto di mele

Un'altra soluzione può essere data dall'aceto di mele se non si vuol ad esempio utilizzare il bicarbonato. Infatti tale aceto, grazie al fatto di avere un ph acido, permette di togliere i residui di calcare favorendo la chiusura delle cuticole che rivestono interamente ogni singolo capello. Ciò permette di lasciarlo più liscio ma anche lucente.

Continua la lettura
46

Shampoo secco

Lo shampoo secco è abbastanza conosciuto e come dice la parola consiste nel lavare la chioma senza bisogno di acqua ma spruzzando uno specifico prodotto senza risciacquo. È un metodo di sicuro molto rapido specie se si è di fretta, non invasivo, e basta spazzolare i capelli per toglierne l'eccesso o eventuali residui.

56

Olio di cocco

L'olio di cocco, come sappiamo è molto versatile e benefico per molte cose, non solo il corpo ma anche per struccare o fare degli impacchi alle unghie. Ci accorre in aiuto anche per essere applicato sulle punte dei nostri capelli per idratarle rendendole più pulire e forte. Lo garantisce anche la celebrity, Khloé Kardashian.

66

Prodotti co-washing

I prodotti co-washing sono una novità in fatto di capelli. Infatti sono mirati per detergere ma senza schiuma né shampoo. Ad esempio molto famosi ed iper consigliati sono quelli a marchio Phyto. Non contengono tensioattivi schiumogeni e, grazie a ingredienti dati dal mix di cera di narciso e olio di macadamia con acido palmitoleico (molto simile al sebo naturale), rendono anche i capelli secchi più limpidi che mai. Il suo metodo di applicazione consiste nell'utilizzare una noce di tale prodotto sui capelli bagnati, o asciutti per un trattamento intensivo, poi si passa su tutte le lunghezze e si attende un tempo di posa di circa cinque minuti e si sciacqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

5 shampoo da preparare a casa

Sapevate che è possibile produrre degli shampoo naturali con gli ingredienti presenti in tutte le cucine? Provvedendo a farvi da sole il vostro shampoo trarrete inoltre molti benefici: non solo vi farà risparmiare, ma vi permetterà di utilizzare per...
Capelli

Come scegliere lo shampoo giusto

Non tutti gli shampoo sono adatti alle particolari necessità della nostra chioma. Ogni persona ha le proprie esigenze, soprattutto per quanto riguarda i capelli. Questo, purtroppo, viene molto spesso dimenticato, con la diffusa consuetudine di scegliere...
Capelli

Come realizzare lo shampoo secco

Avere i capelli sempre freschi e puliti è fondamentale per la propria igiene personale. Una cattiva pulizia dei capelli non dà una buona impressione di se stessi. A volte può succedere che a causa di un appuntamento improvviso o di un'indisposizione...
Capelli

Come realizzare uno shampoo naturale

Prendersi cura dei propri capelli è una delle regole di bellezza, ma per farlo bisogna scegliere uno shampoo non aggressivo e, soprattutto, conoscerne gli ingredienti. Le etichette dei prodotti sugli scaffali diventano sempre più complicate. Per questo...
Capelli

Come realizzare uno shampoo fai da te

Il prodotto più utilizzato per la cura e la bellezza dei capelli è senza dubbio lo shampoo. Intorno a questo prodotto gira un vero e proprio business, basta guardare gli scaffali dei negozi per vedere che esistono tantissimi tipi di shampoo, ognuno...
Capelli

Come realizzare uno shampoo alle erbe

Avere cura dei propri capelli è importante, grassi o secchi che siano. Lavarli con il primo shampoo che ci capita di acquistare al supermercato, magari scegliendo il primo che ci capita (magari perché è in offerta) non è molto saggio, perché in questo...
Capelli

Come realizzare uno shampoo delicato

Avete mai notato come i capelli reagiscono ai vari shampoo che usate? E scommetto che avete passato minuti interminabili davanti allo scaffale degli shampoo, ai supermercati, per cercare il più adatto a voi. È giusto, perché i capelli ed il cuoio capelluto...
Capelli

Come autoprodursi uno shampoo a basso costo

Esistono diversi prodotti in commercio per la pulizia dei capelli, in base alle nostre esigenze, preferenze e tipologie. Lo shampoo tuttavia, fino a pochi decenni fa, si autoproduceva in casa ed i risultati, oltre che più economici, erano ottimali. Qui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.